FoxLife

Loving, la recensione: una storia vera sull'amore multirazziale

di -

Jeff Nichols porta sul grande schermo Loving. Il film è ispirato ad una storia vera di due coniugi che hanno lottato per il diritto ad amarsi. Ecco la nostra recensione!

18 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Cosa succederebbe se un amore venisse ostacolato da quella stessa legge che dovrebbe garantire i diritti umani, tutelando tutti allo stesso modo? 

Jeff Nichols porta sul grande schermo Loving, una pellicola ispirata ad una storia vera vissuta in America negli anni '50.

Lo spettatore viene catapultato nel periodo in cui la legge non era uguale per tutti ed il segregazionismo ed il razzismo erano tutelati dalla legge. In quegli anni non venivano garantiti gli stessi diritti umani a tutti e non era permesso che due etnie diverse potessero amarsi, unirsi in matrimonio o avere figli.

Quelli mostrati in Loving sono tempi in cui i matrimoni interrazziali venivano puniti dalla legge con l'arresto: l'inclinazione naturale di poter scegliere liberamente chi amare non era consentita, qualora il colore della pelle non fosse stato il medesimo.

Ruth Negga e Joel Edgerton in una scena di Loving

Non è la prima volta che la macchina da presa mostra gli anni della segregazione ma è la prima volta che viene scelto di mostrare questa ingiustizia dal punto di vista di un bianco. 

Richard (Joel Edgerton) è americano, di umili origini, fa il muratore e vive in un quartiere in cui è l'unico bianco. La sua vita è composta di piccole cose e di tanto duro lavoro. Richard ama Mildred (Ruth Negga, Tulip nella serie Preacher) ed il loro sogno è quello di creare una famiglia e vivere insieme come qualsiasi altra coppia.

Richard non sa bene a cosa potrebbe andare incontro, non rispettando queste leggi, ma decide candidamente di seguire il suo cuore e vivere il suo amore senza riserve. Un giorno mostra a Mildred un campo verde che ha deciso di comprare per loro: è proprio in questo posto che ha intenzione di costruire una casa perché vuole che lei diventi sua moglie.

I due decidono di sposarsi in segreto e legalmente: da quel momento in poi inizia il controverso ed ingiusto cortocircuito tra legge e diritto di vivere l'amore e la propria libertà. I coniugi Loving vengono arrestati e sono costretti a lasciare tutto: i loro affetti, i familiari e la propria casa per colpa di questa legge che non permette matrimoni misti. Come andrà a finire il resto lo si potrà scoprire solo guardando il film uscito, nelle sale italiane lo scorso 16 marzo.

La locandina di Loving
Il poster originale di Loving

I protagonisti di Loving

La pellicola ruota intorno ai silenzi, le paure e le parole appena sussurrate di Richard e Mildred Loving

Jeff Nichols  riesce con grande maestria a spiegare, attraverso una fotografia semplice ed una comunicazione non verbale, la particolare situazione in cui i due si trovano a vivere per colpa dell'amore che provano l'uno per l'altra.

Il punto di forza della pellicola è quello di capovolgere la situazione: è Richard che ha la colpa di nascere in un quartiere destinato ai neri. Sembra lui essere la nota stonata perché è l'unico che non dovrebbe trovarsi lì in quanto bianco.

La società e gli amici di Richard (tutti di colore) sembrano quasi denigrarlo per aver sposato Mildred, perché anche per loro lei era destinata a rimanere la sua amante o fidanzata a vita. Non riescono a capire perché Richard si ostini a portare avanti questa lotta contro la legge quando la soluzione sarebbe quella più semplice: il divorzio.

Ruth Negga in una scena del film di Jeff Nichols

Loving tocca il cuore dello spettatore perché sottolinea l'impotenza di poter vivere liberamente un sentimento puro come lo è l'amore. Sottolinea come la legge possa essere spietata andando contro la finalità per cui essa è nata: difendere tutti gli uomini e garantirne l'uguaglianza.

La pellicola mostra una piccola, grande donna, Mildred, che lotta per poter evitare che situazioni ingiuste come la sua possano non verificarsi più. Lei combatte per il suo diritto ad avere la famiglia che ama e che ha scelto seguendo la sua naturale inclinazione. 

Jeff Nichols  mostra la tenerezza di due genitori che lottano affinché i figli possano essere riconosciuti come individui al pari degli altri e non come dei "bastardi", nati da un'unione illecita dettata da una mera diversità somatica.

Con delicatezza viene mostrata la spontaneità di un sentimento che diventa illegale quando questo si scontra con la cultura che si appella alla" legge naturale", per cui i bianchi devono stare con i bianchi ed i neri con i neri.

Loving è un film forte e toccante che toccherà profondamente l'animo e gli occhi dello spettatore. La pellicola mostra come sia possibile lottare con coraggio per poter garantire una vita più giusta per tutti e, facendolo, si rischi di perdere tutto ciò che si ha di più prezioso.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.