FoxLife

Faccio da sola, la recensione: l'impazienza di diventare grandi

di -

Perché da piccoli si ha così tanta voglia di crescere e diventare adulti? Ce lo mostra Faccio da sola, il libro illustrato di Kim Crockett-Corson. Ecco la recensione!

Copertina del libro illustrato Faccio da sola di Kim Crockett Corson

8 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

I bambini sono pieni di entusiasmo, sembrano quasi avere nascosta una fonte inesauribile di energia e, spesso, gli adulti fanno fatica a stare al loro passo. Non è solo una questione d'età a provocare questo entusiasmo verso il mondo ma è quella voglia di vivere e scoprire che gli adulti conoscono già e che hanno riposto in un cassetto della memoria.

La protagonista di Faccio da sola è una bambina di 4 anni che ha voglia di crescere. La mattina appena apre i suoi occhioni è pronta per vivere la sua giornata appieno e non vuole vedere musi lunghi in giro, genitori compresi!

La mattina, quando devo andare alla scuola materna, in un attimo sono giù dal letto, pronta per iniziare la giornata. Prima mi lavo da sola, poi mi vesto da sola...
Sono proprio grande! 

Per lei diventare grande significa essere indipendente ed autonoma: è convinta di saper fare tutto ma ha ancora difficoltà ad allacciarsi le scarpe o ad appendere il cappotto da sola.

Il libro illustrato di Kim Crockett CorsonHDCopyright Clavis Edizioni
Due pagine del libro illustrato Faccio da sola

Il suo desiderio più grande è quello di poter fare tutto quello che fanno i suoi genitori perché per lei è questa la libertà. La piccola si sente già grande abbastanza da non aver bisogno di essere seguita dai genitori: è lei che decide cosa indossare la mattina, perché è grande abbastanza da poterlo fare da sola.

Kim Crockett-Corson presenta la storia del libro illustrato da un'unica prospettiva: quella della bambina che crede di essere indipendente e di essere in grado di riuscire a fare tutto autonomamente.

Le pagine illustrate da Jelena Brezovec mostrano una tipica mattina in cui i genitori si svegliano per andare a lavoro e per accompagnare la propria piccola a scuola. A cosa pensa la protagonista di Faccio da sola? Che percezione ha si sé?

La scrittrice sottolinea come i più piccoli, nel voler dimostrare le loro capacità ai propri genitori, finiscano per fare qualche pasticcio.

Il mondo della nostra 4enne è composto di piccole cose e piccole soddisfazioni che la gratificano, facendola sentire adulta: riuscire a lavarsi i denti da sola per lei è una conquista (non importa se mentre lo fa scivola o si sporca i vestiti). 

La copertina del libro illustrato Faccio da sola di Copyright Clavis edizioni
La copertina italiana di Faccio da sola

Il mondo degli adulti, dai più piccoli, viene visto come una chimera, un sogno che stenta ad arrivare perché loro non capiscono quale sia effettivamente il tempo per poter diventare grandi. Basta riuscire a fare tutto da soli ed il gioco, per loro, è fatto. Crescere significa libertà, poter essere indipendenti senza aver bisogno dell'aiuto dei genitori.

Faccio da sola è un libro illustrato adatto ad un pubblico che ha ancora bisogno di farsi leggere le storie dai più grandi mentre per gli adulti sarà un modo divertente di guardare per un attimo un mondo diverso dal nostro, più divertente, colorato e spensierato.

Faccio da sola è stato pubblicato in italiano lo scorso gennaio da Clavis editore e sta riscuotendo un enorme successo tra i libri usciti nel 2017.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.