FOX

I clown professionisti contro il trailer del nuovo IT

di -

Il rilascio del trailer di IT ha generato reazioni non positive da parte dei clown professionisti, che ora temono ripercussioni per il loro lavoro già in crisi.

Pennywise nel film IT

1k condivisioni 47 commenti 5 stelle

Share

Quanto può essere difficile la vita di un clown al giorno d'oggi!

Ne sanno qualcosa tutti coloro che cercano di tirare avanti con questo mestiere (indossando una parrucca e una pallina rossa sul naso), spesso con l'obiettivo non solo di guadagnare qualche soldo, ma anche di strappare un sorriso, magari ai bambini, durante una festa di compleanno o negli ospedali.

Uomo vestito da clown

Se poi la figura del pagliaccio viene associata a quella di un mostro mutaforme, famelico di innocenti bambini, come il celebre Pennywise del best seller IT di Stephen King, la faccenda si complica ulteriormente. Come riportato da CinemaBlend, basta chiedere a molte delle persone che svolgono il lavoro di clown per rendersi conto dell'evidente malcontento che nella categoria ha generato il rilascio del primo trailer di IT, remake cinematografico dell'adattamento di King. 

Guilford Adams è stato uno uno dei primi clown professionisti a parlare con Mel Magazine dell'effetto apparentemente negativo che il film di New Line potrebbe avere sulla categoria dei clown. Sebbene Adams non ritenga che l'intera colpa della crisi che ha colpito il settore sia della IT-mania, al tempo stesso pensa che il trailer di IT appena rilasciato, e il film che debutterà l'8 settembre nei cinema USA, non agevolino di certo le condizioni di lavoro dei clown.

È una professione che sta morendo. E le persone che la svolgono e tirano avanti con questo lavoro devono fare i conti col fatto che essere un clown non è più cool e alla moda.

Sicuramente è stato un periodo difficile per la figura del clown nella cultura popolare, dal momento che l'anno scorso, sia negli USA che nel Regno Unito, sono stati diversi gli avvistamenti casuali di pagliacci vaganti nei boschi e non, pronti a spaventare grandi e piccini.

Inizialmente, la gente ha pensato che potesse trattarsi di una qualche campagna pubblicitaria per sponsorizzare l'uscita al cinema di IT. La produzione e anche lo stesso Stephen King hanno smentito successivamente il loro coinvolgimento. Con questa ulteriore tegola, però, l'industria dei clown professionisti ha subito un'ulteriore battuta d'arresto. 

Quando, in aggiunta, si assiste al fatto che il trailer di IT (nel quale assistiamo alla 'crociata' di un clown assassino, pronto a seminare terrore nella piccola città di Derry, Maine) diventa quello più visto nell'arco di 24 ore, superando anche quello di Fast & Furious 8, l'attenzione sui clown aumenta vertiginosamente. Anche Guilford Adams se n'è accorto, facendo una diagnosi davvero cupa.

La punta massima sta nel fatto che questo film sta allontanando i giovani consumatori da una forma d'arte che è bella e dolce. 

Anche se non i tutti pagliacci intimoriscono la nostra società, è innegabile che la rinascita di Pennywise agli occhi del pubblico sicuramente suggerirà ad un sacco di bambini ed adulti a pensarci due volte prima di avvicinarsi a qualcuno vestito da pagliaccio. Ma, si spera, che come accaduto già con la miniserie TV del 1990, l'industria dei clown possa superare la tempesta. Potrebbe essere più difficile questa volta, ma con gente come Gilly Adams al lavoro, c'è sempre qualcuno pronto a mantenere l'arte dell'essere un clown a galla.

Nel frattempo ricordiamo che Pennywise verrà a portarvi un grazioso palloncino rosso dal 21 settembre 2017. Siete pronti a galleggiare?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.