FoxCrime  

The Blacklist: Redemption - Recensione episodio 1x05. Sequestro ad alta quota

di -

Il quinto episodio di The Blacklist: Redemption gioca col fuoco, finge di chiudere il cerchio e presenta Tom nell'inedita veste di steward di un aereo.

Una scena di Scottie in The Blacklist: Redemption

40 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Il quinto episodio di The Blacklist: Redemption, spin-off di The Blacklist, si muove longitudinalmente verso la soluzione dell'intreccio, facendo prevalere la linea orizzontale su quella verticale.

La struttura verticale dell'episodio ha un twist finale piuttosto esile ed è funzionale alla composizione della linea orizzontale, mostrando Tom e Solomon su un aereo a un passo dal pericolo (ma anche a un passo da Scottie e i suoi segreti).

Una parte dell'episodio è ambientata in aria, tra terroristi e sbalzi pericolosi di pressione. È esattamente così la situazione di Tom nei confronti di una mamma che ha il compito di spiare: tra rimorsi improvvisi, turbolenze e scossoni, il protagonista cerca l'atterraggio sicuro, la presa di coscienza della propria identità, legata inevitabilmente alle proprie origini e alla propria famiglia.

Partiamo con l'analizzare il caso verticale: una minaccia terrorista che si sta annidando tra i cieli internazionali.

Tom e Solomon in versione steward

Il prologo, estremamente crudo e scioccante, è un'apertura staccata dal seguito: un nazista uccide col gas nervino un gruppo di persone arabe chiuse in una camera, tra cui un bambino che gli aveva dimostrato effetto. L'omicidio xenofobo e spietato è una scena d'impatto legata solo perifericamente alla missione che viene affidata alla Halcyon per capire da dove arrivino queste armi.

The Blacklist: Redemption, un nazista xenofobo uccide un gruppo di arabiHDFOX
Il gesto folle del nazista xenofobo

La CIA avvertirà la squadra di Scottie di un problema da risolvere, che consiste nell'attacco di alcuni aerei civili, che trasportavano segretamente armi: i velivoli sono stati abbattuti e le armi sono state rubate dai terroristi. La CIA si sente in grado di fornire il nome del prossimo obiettivo: il volo Borealis 301 con destinazione Pechino, dove la signora di ghiaccio della Halcyon fa inserire Tom e Solomon come steward.

La copertura dei due uomini riesce a bilanciare i risvolti drammatici e quelli più leggeri, come vedere Tom in uniforme a offrire assistenza e acqua gassata ai passeggeri. Ma in The Blacklist: Redemption, come in The Blacklist, c'è poco spazio per le digressioni.

The Blacklist: Redemption, Tom in funzione di stewardHDFOX
Tom serve bevande ai passeggeri

Si entra ben presto nel vivo dell'azione: dalla postazione di controllo, il team di Scottie si accorge che sul volo c'è un meccanico che non dovrebbe esserci e alcuni soldati di truppe addestrate che erano spariti dalla circolazione dopo alcune operazioni in Medio Oriente.

L'attacco con armi speciali (in grado di sfuggire ai controlli) si compie subito e scatta l'emergenza: Tom cerca di trarre in salvo i passeggeri e Solomon è costretto a buttarsi col paracadute: atterrerà tra i ghiacci e qui racconterà una breve fiaba, un inserto "alla The Blacklist" nel ritmo serrato dell'attacco sull'aereo.

La risoluzione arriva alla fine: il vero obiettivo era un'agente sotto copertura perseguitata dall'ex fidanzato in una disperata manovra di stalking.

Ci chiediamo quale sia il legame con la storia orizzontale: probabilmente l'amore sbagliato, l'amore nonsense, la riflessione che introduce Scottie mentre parla con Trevor (peccato che in amore molto spesso non si disponga del paracadute e della storiella di Solomon).

C'eravamo tanto amati

La controversa guerra fredda della dinastia Halcyon prosegue e Tom si sente sempre più lacerato tra il padre (Howard è paranoico?) e la madre (Scottie sta cercando di far passare Howard per paranoico?). Il risultato è un'indecisione totale del protagonista, che mostra tutte le proprie debolezze e quasi confessa la propria identità alla Hargrave, che sospetta di lui da tempo.

Howard è pazzo, finge di esserlo o è l'unico che dice la verità?

The Blacklist: Redemption, una scena in cui Susan parla di HowardHDFOX
Howard è paranoico?

Difficile capirlo, anche perché Tom non è più così sicuro che lavorare per lui sia una buona idea: ora l'uomo gli chiede di rubare dei documenti dalla cassaforte di Scottie e decifrarli. Tom è sempre più scisso e vediamo come una parte di lui non veda l'ora di svelare alla madre la propria identità.

The Blacklist: Redemption, Howard contro ScottieHDFOX
Howard dichiara di non essere paranoico

L'altra parte, più fredda e smaccatamente "blacklistiana", ruba il fascicolo segreto con molta perplessità sulle istruzioni del padre: sarà un fumetto a fargli cambiare idea e dubitare nuovamente della madre (è praticamente una partita di ping pong). I fumetti sono un momento leggero e colorato nell'episodio e proiettano all'ennesimo colpo di scena finale.

The Blacklist: Redemption si sta configurando sempre più come una "guerra di Roses", come se Tom fosse un bambino chiamato a scegliere tra papà e mamma. Chi dei due ha ragione? Chi dice la verità?

Verso qualche possibile colpo di scena

Le accuse reciproche di Scottie e Howard, che proseguono dal primo episodio, potrebbero essere funzionali a svelare un'ulteriore sorpresa: qualcuno che lavora nell'ombra, qualcuno che trama per metterli uno contro l'altro, un supercriminale della "lista nera" che voleva distruggere un matrimonio e la Halcyon.

Non si sa, ogni pista è probabile ma confidiamo in un degno colpo di scena per i prossimi episodi.

Ultima nota: una madre sexy come Scottie il trentenne medio se la può scordare e immaginiamo i (per nulla approfonditi) turbamenti interiori del protagonista, triturato da un conflitto in cui apparentemente sembra impossibile trovare la verità.

Toy boy, sesso e famiglia

Non manca un inserto hot sulle avventure della protagonista che ha trovato in Trevor un giocattolo con orecchie molto sviluppate: chissà se il toy boy è coinvolto più di quanto Susan si aspetti nella storia della sua famiglia...

Intanto lei si accontenta di parlare. E di sesso a cinque stelle.

Con te posso parlare. E a letto sei sconcio.

Neanche questo è tipico di una nonna con figlio trentenne e nipotina appena nata. 

The Blacklist: Redemption, un primo piano di Susan HargraveHDEveryeye
Famke Janssen

A questo proposito, la famiglia di Tom (finalmente) viene quasi inavvertitamente nominata. Liz e la bambina riappariranno prima del season finale?

Che ne pensate di questo quinto episodio?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.