FOX

Legend of Conan è cancellato: potrebbe arrivare una serie TV?

di -

Universal ha rinunciato a realizzare il film Legend of Conan, ma il progetto di una saga sull'iconico guerriero è vivo e vegeto e potrebbe ripartire da una serie TV.

Arnold Schwarzenegger in Conan Il Barbaro

52 condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

Legend of Conan sembrava cosa fatta. In un'intervista di qualche tempo fa, lo sceneggiatore Will Beall (tra gli autori di Castle) non solo aveva lasciato intendere che il copione del sequel del film del 1982 fosse pronto (esautorando di fatto il seguito "ufficiale", Conan il Distruttore, e l'imbarazzante reboot del 2011), ma aveva anche dichiarato che la pellicola si sarebbe aperta esattamente con la stessa immagine che chiudeva l'originale: Conan seduto sul trono con aria pensierosa. 

Invece, in queste ore è arrivata la notizia che Universal ha cancellato il progetto. A rivelarlo è stato l'altro autore di Legend of Conan, Chris Morgan, a margine di un'intervista a Entertainment Weekly sulla sua ultima fatica, ovvero Fast 8:

Alla fine, Universal ha deciso di non produrre il film. Sinceramente, è stato un colpo al cuore. Conan il Barbaro mi piace da morire. È una delle mie pellicole preferite. Will Beall e io avevamo pronta una bozza della sceneggiatura di Legend of Conan e spaccava. La nostra idea era un Conan 30 anni dopo, una storia tipo Gli Spietati di Clint Eastwood. Era eccezionale. Ma il budget stimato era molto elevato e Universal non era sicura che il film avrebbe avuto successo. Così ha deciso di lasciare stare.

Ma a quanto sembra, non tutto è perduto. Morta sul grande schermo, la saga di Conan potrebbe "risorgere" come serie TV:

Penso che vogliano fare una serie TV o qualcosa di simile. [...] Non è detto che non ci rivedremo!

Conan il Barbaro: Arnold Schwarzenegger
Arnold Schwarzenegger è il re Conan

La saga di Conan: dal cinema alla TV

Dopo avere a lungo accarezzato l'idea di riavviare la saga di Conan, Universal ha rinunciato, gettando i fan del celebre guerriero nello sconforto.

Ma la notizia potrebbe non essere pessima. Anzi. 

In un'intervista a The Arnold Fans, il Presidente e CEO di Cabinet Entertainment (la società che detiene i diritti del franchise di Conan con il marchio Conan Properties Inc.) oltre che produttore di The Legend of Conan, Fredrik Malmberg, ha spiegato che la rinuncia dello studio apre la strada a nuove elettrizzanti possibilità:

Eravamo entusiasti all'idea di realizzare Legend of Conan e abbiamo lavorato a lungo con Chris Morgan. Ma alla fine, Universal ha deciso di far scadere l'usufrutto dei diritti della saga. La buona notizia è che Conan Properties Inc. ora controlla di nuovo tutto e può produrre sia serie TV che film esercitando un controllo maggiore di quello che aveva in passato. Tutti vogliono Legend of Conan e così sarà.

Non solo. Malmberg ha anche dichiarato che se (quando) verrà realizzata, la serie TV non sarà un prodotto per famiglie e rispetterà stile e atmosfere delle storie di Robert Ervin Howard (ovvero il "papà" di Conan):

Si tratterà di uno show su un canale a pagamento, destinato a un pubblico adulto.

Ma le buone notizie non finiscono qui. Parlando con The Arnold Fans, il Presidente e CEO di Cabinet Entertainment ha lasciato intendere che ci siano i presupposti per lo sviluppo di un "universo condiviso" della saga di Conan, con collegamenti tra il (i) film e lo show televisivo, libri e videogiochi.

Un'ipotesi che fa sognare gli appassionati a occhi aperti.

Arnold Schwarzenegger e Paul Verhoeven: chi farà parte della saga di Conan?

Quando sono trapelate le prime voci sul sequel di Conan il Barbaro, Arnold Schwarzenegger si è detto interessato a (s)vestire di nuovo i panni del potente guerriero diventato re.

E solo pochi giorni fa, nel corso di un'intervista con Yahoo Movies, l'attore ha ribadito la propria disponibilità:

Sono state scritte 2 sceneggiature e questo significa che c'è del materiale pronto e di ottima qualità. Va solo messo a punto. Una volta che questo aspetto sarà definito, si potrà iniziare a girare il film. Ma sì: mi piacerebbe farne un altro.

L'ex Governatore della California va per i 70 (li compirà a luglio), ma il fisico non gli manca e se anche il nuovo film (o serie TV) sarà ambientato 30 anni dopo la prima avventura di Conan, la sua credibilità nel ruolo sarà garantita.

In caso contrario, il sito TV Overmind si è spinto a ipotizzare 2 possibili sostituti, puntando su Dwayne Johnson e John Cena.

Il regista Paul VerhoevenHDGetty Images
Ai fan di Conan non dispiacerebbe se fosse Paul Verhoeven a dirigere il sequel (o la serie TV)

Piuttosto, dopo l'eccezionale prova di John Milius (che ha contribuito in maniera rilevante al successo della pellicola del 1982), le preoccupazioni degli appassionati sono tutte per il regista.

Al momento non ci sono notizie ufficiali (del resto, neppure si sa come verrà sviluppato il progetto dopo l'abbandono di Universal), ma i fan avrebbero un loro preferito: Paul Verhoeven. E secondo The Arnold Fans, il "papà" di Basic Instinct sarebbe ben disposto all'idea:

Mettiamola così: se mi chiedessero di dirigere Conan, mi farebbe molto piacere. Ma non conosco la sceneggiatura e non so che cosa voglia Arnold. Io sono un grande fan di Conan. È un film eccezionale e il compositore delle musiche, Basil Poledouris, ha ispirato le colonne sonore di molte delle mie pellicole, come L'Amore e il Sangue, RoboCop, Starship Troopers e Atto di Forza. Conan ha enormi potenzialità. Lo stile usato da Milius per il montaggio è bellissimo e Arnold ha fatto un gran lavoro. È semplicemente perfetto.

Sarà davvero lui a dirigere il nuovo film o la serie TV di Conan?

Per saperlo, non resta altro da fare che aspettare. Il dado è tratto ed è lecito pensare che a breve arriveranno nuove notizie.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.