FoxLife

Le 20 migliori commedie romantiche sulla guerra tra i sessi

di -

C’è un genere brillante e specifico di commedie in rosa in cui i protagonisti all’inizio si detestano e poi finiscono inevitabilmente per innamorarsi. Ecco i 20 migliori.

Una scena di Ricatto d'amore

518 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Associata spesso ai fasti e agli splendori brillanti del cinema classico hollywoodiano, la guerra tra i sessi nelle commedie ha incarnato un sottogenere specifico, quello della screwball comedy.

La screwball (detta anche “sophisticated comedy”, la commedia sofisticata) racconta favole costruite su una linea di battibecchi e schermaglie amorose in grado di portare, alla fine, al coronamento del grande amore.

L’etimologia della screwball deriva – l’avreste mai detto? – dal mondo sportivo, in particolare del baseball: il termine significa “palla girata a vite” e sta a indicare una palla a effetto, quindi irregolare, imprevedibile. È proprio questa la struttura delle commedie sull’amore litigarello: lo spettatore si trova davanti a una palla che salta da una parte all’altra della barricata. La partita amorosa passa attraverso scherzi, battute, dispetti, attacchi e sabotaggi reciproci finché la tensione sessuale non si incanala nella lieta conclusione. 

La commedia romantica sulla guerra tra i sessi nasce a Hollywood nel 1934: i film capostipite che sono stati identificati come apripista sono Accadde una notte, di Frank Capra e Ventesimo secolo di Howard Hawks. 

Era una fase di splendore per il cinema: gli USA erano sotto il regime Roosvelt e il New Deal e a Hollywood era arrivato il Codice Hays a gestire la censura.

Tecnicamente, stando ai manuali di cinema, il genere è declinato con lo scoppiare della Seconda Guerra Mondiale e il diffondersi di un bisogno di stabilità, di restaurazione della famiglia tradizionale e dell’angelo del focolare dopo il caos della guerra.

In realtà però il sottofilone “guerra tra i sessi” ha continuato a regalare commedie romantiche e frizzanti fino ai giorni nostri.

Le caratteristiche di questo genere sono lampanti: nascendo in regime Hays, l’umorismo è molto leggero e sofisticato, così come le scene e le allusioni sessuali. Il fulcro di queste commedie è proprio il dialogo che si mantiene su livelli alti di humor, giochi di parole e – letteralmente – schermaglie amorose che mascherano a malapena un interesse crescente e reso impossibile da diversi fattori: o uno dei due è fidanzato, o i due sono rivali in campo professionale o, semplicemente, non si sopportano.

Molto spesso la donna è estrosa, stravagante e svitata (avete presente Katherine Hepburn in Susanna?) e l’uomo, più tranquillo e abitudinario, si fa coinvolgere in un vortice che gli stravolgerà la vita.

Ecco le 20 migliori commedie sulla guerra tra i sessi.

20- Notte brava a Las Vegas (2008)

Cosa fareste se, dopo una notte di follie ed eccessi a Las Vegas, vi ritrovaste… sposati con un quasi-sconosciuto? È esattamente quello che succede a Jack, scapolo abituato a perdere tempo, e a Joy, sofisticata broker appena lasciata dal fidanzato.

I due si ritrovano marito e moglie con 3 milioni di dollari vinti da Jack al jackpot: il giudice non è così disposto a farli divorziare e ripartire la somma e i due dovranno vivere per 6 mesi come marito e moglie fino alla sentenza.

Solo alla fine i due capiranno che sono proprio le grandi differenze tra loro a costituire la miccia per una possibile storia d’amore. Ashton Kutcher e Cameron Diaz sostengono il ritmo brillante, gli inserti slapstick e i momenti di comicità più scorretta del film che con qualche scivolata nel demenziale arriva all’happy ending.

19- Come tu mi vuoi (2008)

Cenerentola incrocia The Big Bang Theory al femminile in questa commedia di Volfango De Biasi con protagonisti Cristiana Capotondi e Nicolas Vaporidis. Ambientata nella facoltà romana di Scienze della Comunicazione, la storia racconta di Giada, una secchiona compassata con la media del 30, e Riccardo, un compagno di università bello, mondano e poco studioso. Giada deve dare ripetizioni (controvogloia) a Riccardo, che ritiene una sorta di parassita. Riccardo cerca di sedurre Giada per avere le lezioni gratis.

Succede l’irreparabile ma Giada non è abbastanza sexy e trendy per stare con uno come Riccardo… finché non deciderà di dare uno restyling alla propria immagine dando una svolta imprevista alla guerra contro il belloccio svogliato.

‘Non ti piace guardarci?’
‘Preferisco esserci...’

18- Sballati d’amore (2005)

È una storia d’amore, di odio, di incontri, di incomprensioni e di occasioni mancate, quella di Oliver ed Emily, che si conoscono a New York e continuano a incontrarsi e re-incontrarsi prima di capire che, forse, tra loro c’è qualcosa di più profondo di un’amicizia superficiale.

La presa di consapevolezza passerà attraverso una guerriglia fatta di ripicche, di momenti morti, di assenze e di ripensamenti.

17- Una coppia alla deriva (1987)

Goldie Hawn e Kurt Russell interpretano, in questa irresistibile commedia di Garry Marshall, Joanna e Dean. Lei è una donna dell’alta società e lui un falegname: conosciutisi su uno yatch (dove lui lavorava per lei), dopo aver litigato aspramente per la realizzazione di una scarpiera, si trovano a essere una coppia. Come mai?

Perché Joanna ha un incidente in mare, perde la memoria, viene scaricata dal marito che finge di non conoscerla e “agguantata” da Dean, che è vedovo e ne approfitta per avere qualcuno che si occupi della casa e dei figli. Dean ne approfitta per vendicarsi di Joanna e assegnarle tutti i compiti peggiori.

La storia è costellata di scontri e litigi finché Joanna non recupera la memoria e… capisce di chi è davvero innamorata.

Guardi che hanno inventato le posate per permettere agli uomini di far almeno finta di non essere degli animali.

16- Ti odio, ti lascio, ti…(2006)

Jennifer Aniston (Brooke) e Vince Vaughn (Gary) interpretano una coppia sull’orlo di una crisi di nervi.

Il salotto, il divano, i cuscini, la camera da letto e lo spazio borghese dell’appartamento diventano il campo di battaglia di una guerra amara, fatta di colpi bassi innescati da un unico incidente scatenante: Gary, dopo una cena, si è rifiutato di lavare i piatti, innescando la furia di Brooke. Spostandosi tra letto, il divano, le piante, l’ingresso e le schiere di amici comuni, i due – già marito e moglie – dovranno attraversare la trincea per riuscire a ri-amarsi.

15- La signora del venerdì (1940)

Lei è una giornalista indipendente, intelligente e emancipata, nonché ex moglie del direttore del giornale. Lui sta cercando un modo per farla fuori ma piano piano si rende conto che perderebbe una collaboratrice preziosa… e non solo. Tra scontri, battute fulminee, frecciate al vetriolo e dialoghi assolutamente brillanti, il film di Howard Hawks porta lo spettatore allo zuccheroso finale in un baleno.

Prendete Hitler e sbattetelo alla pagina delle barzellette! 

14- Abbasso l’amore (2003)

Il film, ambientato negli anni ’60 dei colori pastello, è di Peyton Reed, lo stesso regista di Ti odio, ti lascio, ti… Renée Zellweger è una scrittrice di provincia che si veste di rosa e ha appena scritto un romanzo sull’emancipazione femminile strategica, ottenuta con la rinuncia all’amore.

Ewan McGregor è un giornalista maschilista che finisce inesorabilmente attratto dalla bionda scrittrice che ricorda Doris Day. Sono gli anni ’60 dello swing e del boom e tutto ricorda le commedie d’amore dell’età dell’oro.

13- Il letto racconta (1959)

Doris Day e Rock Hudson danno vita a un’irresistibile commedia dei primi anni ’60 ambientata in una New York già sfavillante. La Day interpreta Jan Morrow, arredatrice di interni pura e casta, che però si ritrova a condividere la linea telefonica con il suo vicino Brad Allen, che comunemente si potrebbe definire il playboy della porta accanto. Jan non lo sopporta perché lui rappresenta la nemesi di tutto ciò in cui lei crede, ma lui la corteggerà improvvisandosi un ricco e romantico texano.

Cosa succederà? Il finale è già delineato, ma il modo in cui i due arriveranno ad innamorarsi è davvero esilarante.

12- Come farsi lasciare in 10 giorni (2003)

Lei è una giornalista di Composure che vorrebbe scrivere di argomenti impegnati ma che si deve occupare di conquiste, drink e leggi del cuore. Lui è un pubblicitario rampante che vorrebbe occuparsi della sponsorizzazione di diamanti molto costosi. Entrambi sono sotto scacco per una scommessa con i responsabili.

Lei dovrà interpretare una ragazza che commette tutti gli errori possibili per farsi lasciare in 10 giorni, lui dovrà far innamorare una donna in 10 giorni. Per i rispettivi ruoli da rispettare, entrambi scivoleranno in una vera e propria guerra con situazioni esilaranti e paradossali fino al lieto fine.

A dare vita agli sfavillanti protagonisti sono Kate Hudson e Matthew McConaughey

- Fermati un attimo! Scusa, non è per dire, ma non puoi chiamare il mio coso la principessa Sofia.
- Sì che posso.
- Senti, senti, senti se devi dare un nome al mio membro devi dargli un nome che sia ipermascolino, qualcosa del tipo Spada o Bruto o Cruel re dei guerrieri, non principessa Sofia.

11- Prima ti sposo e poi ti rovino (Fratelli Coen, 2003)

George Clooney e Catherine Zeta-Jones (che nella vita reale aveva appena sposato Michael Douglas) interpretano la storia "d'amore e di avvocati". L’abile matrimonialista Miles s’innamora di Marilyn, una mantide religiosa che sposa e distrugge finanziariamente le sue vittime. In un matrimonio il confine dell’amore finisce dove inizia quello dei contratti e degli avvocati.

Le parlerò della dannata legge. Noi serviamo la legge! Noi onoriamo la legge! E qualche volta, avvocato, osserviamo la legge! 

10- La guerra dei Roses (1989)

La guerra delle due Rose non è solo una metafora: in un matrimonio il sangue può scorrere a fiumi, più di quanto ci si possa aspettare. Danny DeVito interpreta un avvocato che racconta la storia di due coniugi, interpretati da Michael Douglass e Kathleen Turner, che rientrano nel filone “C’eravamo tanto odiati”.

Uno humor feroce (troppo feroce) discosta il film dall’atmosfera leggera e spumeggiante delle screwball (il genere sfocia nella tragicommedia e non è commedia pura), ma le vendette e le crudeltà di marito e moglie generano meccanismi da classico divertimento hollywoodiano.

9- E alla fine arriva Polly (2004)

Rigoroso e metodico lui, sfrenata ed esuberante lei: la struttura è quella classica del film sulla guerra tra i sessi e gli interpreti sono Jennifer Aniston e Ben Stiller. L’assicuratore Reuben si dirige verso un matrimonio noioso e tranquillo quando scopre di essere stato tradito poco prima delle nozze. Solo e sconsolato ritroverà per caso Polly, una vecchia compagna di scuola dal carattere anticonformista e intraprendente.

- Che cosa fai?!
- Sto, sto per…per mangiare delle noccioline.
- No, non si mangiano le noccioline nei bar, tutti lo sanno!

8- C’è post@ per te

La guerra tra i sessi passa attraverso la posta elettronica o, meglio, attraverso l’etere si modula in un delizioso flirt mentre nell’interazione faccia a faccia non può prescindere da un’insofferenza reciproca. I protagonisti Kathleen Kelly e Joe Fox si odiano perché sono rivali in campo professionale: lei ha un minuscolo e orgoglioso negozio di libri e lui vuole aprire un gigantesco franchise con una distribuzione massiccia.

Ma, quando sono a casa e chattano dalle rispettive postazioni, i due (inconsapevoli delle reciproche identità) iniziano a flirtare. Orgoglio e Pregiudizio e una duplice presa di consapevolezza porteranno l’amore a scoccare, ma dopo una guerra fatta di scontri, insulti e cattiverie.

Cult delle commedie rosa, C’è post@ per te abbraccia l’avvento delle realtà 2.0 (che ormai hanno sostituito quasi del tutto le vecchie interazioni) giocando sul paradosso di odiarsi fisicamente ma amarsi digitalmente. La guerra dei sessi in C’è post@ per te, che schiera i bravissimi Meg Ryan e Tom Hanks, passa attraverso la rivoluzione digitale e trova una meravigliosa e scoppiettante declinazione.

7- 10 cose che odio di te (1999)

Commedia teen sulla guerra tra i sessi ri-declinata dal celebre La bisbetica domata di Shakespeare. Le sorelle liceali Bianca e Kat hanno il divieto dal padre di uscire con ragazzi e questo creerà molti problemi a Bianca, che conoscerà un ragazzo di cui s’innamorerà perdutamente.

Le regole sono chiare: prima di lei toccherebbe a Kat, e la sorella fa di tutto per combinare un appuntamento alla rude e scostante ragazza. Nel cast, al fianco di Julia Stiles e Joseph Gordon-Levitt, figura anche un giovane Heath Ledger.

6- Qualcosa è cambiato (1997)

Più che l’amore litigarello, questo film mette in scena la misantropia apparentemente irrecuperabile.

Ne è affetto Melvin, scrittore interpretato da un Jack Nicholson completamente nella parte. Misogino e misantropo, detesta incontrare gente anche semplicemente alla tavola calda sotto casa: teme le persone, gli sguardi, i germi, il caos. Ma non ha messo in conto che proprio all’odiata tavola calda lavora Carol, cameriera dal cuore d’oro che, trasformando il conflitto in possibilità, spianerà la strada a una romantica e originalissima storia d’amore.

Il bisbetico può essere domato. 

5- Scandalo a Filadelfia (1940)

Katherine Hepburn è un’altezzosa ed esuberante ragazza di Filadelfia che vuole liberarsi del marito per sposare un arricchito.

Tra marito e moglie la convivenza era diventata impossibile per i continui battibecchi dovuti all’incompatibilità di carattere. Tuttavia, l’uomo vuole impedire a tutti i costi le seconde nozze convertendo all’amore la stravagante ex moglie. Battute fulminee, humor e dialoghi brillanti condiscono uno dei manifesti del genere screwball. Al fianco dell’istrionica Hepburn troviamo James Stewart e Cary Grant.

Lo champagne è un grande livellatore: la mette al mio stesso livello!

4- Orgoglio e pregiudizio (2005)

Il film tratto dal famoso romanzo di Jane Austen, che contrappone sul grande schermo l’orgogliosa Elizabeth e l’antipatico Darcy, tecnicamente non si potrebbe ascrivere al genere della guerra tra i sessi. Ma il conflitto verbale e ascensionale tra i due protagonisti è oggettivamente la colonna portante del romanzo e del racconto.

L’incomprensione e l’incompatibilità, come spesso succede, mascherano i primi segni di innamoramento: la strada che porterà Elizabeth e Darcy a innamorarsi è molto lunga e non priva di scenate, frecciate e provocazioni, una vera battaglia che precede il classico lieto fine disneyano (o quasi). 

3- Harry ti presento Sally (1988)

La terra di mezzo tra amore e “vorrei che fosse amore” è la friendzone, in cui piombano (in)consapevolmente Harry e Sally dopo un lungo e illuminante viaggio in macchina.

I battibecchi tra i due amici, che non sono ancora pronti a scoprirsi innamorati l’uno dell’altra, sono esilaranti e brillanti e rappresentano l’ancestrale guerra tra Marte e Venere su diversi modi di vedere la vità e incapacità di comprendersi. Nora Ephron, sceneggiatrice del film, è la regista di C’è post@ per te ed è sempre stata appassionata di grammatica del cuore.

È incredibile. Tu sembri una persona normale, ma sei l’angelo della morte.

2- Ricatto d’amore (2009)

Ambientata nell’originale Alaska, Ricatto d’amore è una divertente commedia in rosa che strizza l’occhio a Audrey Hepburn e i film bon-ton anni ’60 e racconta lo scoppiettante “odioamore” tra la capa Sandra Bullock e il sottoposto-vessato Ryan Reynolds.

Sarà il viaggio verso l’Alaska e la famiglia di lui a portare i protagonisti sulla strada dell’amore, ma passeranno attraverso una serie di gag surreali e grottesche, dal “lancio del cane” a una nonna impertinente e assolutamente consapevole.

1- Susanna (1938)

Tra i capostipiti della screwball, presenta una Katherine Hepburn in versione svitata (con tanto di leopardo chiamato Baby) che conquista a colpi di stravaganze un noioso paleontologo in procinto di sposarsi (con un’altra).

Situazioni grottesche, eventi concatenati in modo assurdo e repentini cambi d’idee della protagonista trascineranno il malcapitato David in un’avventura paradossale che, inaspettatamente, lo porterà a scoprire un mondo a colori e una donna che potenzialmente è in grado di trasformarlo.

Ho solo due cose da fare: completare il mio brontosauro e sposarmi alle tre del pomeriggio! 

Quali di questi film avete visto? Quali vorreste vedere?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.