FoxLife

Bloccato l'ultimo spot con Cara Delevingne sul mascara

di -

Vorreste avere delle ciglia come Cara Delevingne? Purtroppo non basta il prodotto che pubblicizza la modella per Rimmel: lo spot è stato ritirato per pubblicità ingannevole.

Un primo piano di Cara Delevingne

377 condivisioni 29 commenti 4 stelle

Share

Uno spot di Rimmel che pubblicizza un mascara indossato dagli splendidi occhi di Cara Delevingne è stato ritirato per aver usato tecniche di post-produzione che ingannano l'effettivo risultato del make-up.

Lo spot presentava Cara Delevingne con i suoi occhi blu in primo piano che sponsorizzavano il mascara Rimmel con il cosiddetto effetto "Scandaleyes Reloaded", ovvero quello di regalare ciglia così lunghe ed evidenti da essere quasi "scandalose".

Lo scandalo, invece, l'ha suscitato lo spot stesso, che è stato già ritirato.

La voce fuori campo decantava nel breve video le qualità del prodotto: una spazzola super-densa con lo scopo di unire e cementare insieme le singole ciglia e dare a ogni donna uno sguardo da diva.

Estremo volume... estrema facilità... veloce da rimuovere.

Nello spot vediamo Cara Delevingne in primo piano, con giubbotto in pelle costellato di borchie, top rosso sgargiante e altissima ponytail mentre fugge da un gruppo di uomini eleganti. Cara raggiunge un bagno dove indossa uno spolverino lucido e rimuove in due passate di cotone il trucco.

Secondo l'Advertising Standards Authority, ente regolatore britannico per la pubblicità, però lo spot non rappresentava uno scenario abbastanza verosimile: i ritocchi di post-produzione hanno aumentato le ciglia in modo sproporzionato rispetto a quello che può fare realmente il cosmetico.

La nota diffusa dall'ASA è perentoria.

Abbiamo preso atto dell'affermazione di Coty [Coty Inc., azienda proprietaria del marchio Rimmel, n.d.r.] sul fatto che le tecniche di post-produzione non servivano ad allungare le ciglia della modella. Tuttavia, abbiamo constatato che sono lunghe il doppio nel ritocco post-foto.

L'ente è convinto che, pur ammettendo le "buone intenzioni", il risultato sia una pubblicità ingannevole.

Cara Delevingne nello spot RimmelHDYouTube
Cara Delevingne e le ciglia innaturali

Dato che la pubblicità parlava di un effetto volumizzante, di allungamento e ispessimento delle ciglia, abbiamo considerato che gli effetti di post-produzione sono in grado di aumentare l'effetto al di là di quanto fosse possibile per un consumatore con il prodotto stesso.

In conclusione, lo spot è stato ritirato.

Coty ha replicato che gli effetti digitali sono stati aggiunti solo per colmare "un buco" nelle ciglia della Delevingne e che sono assolutamente rispettosi degli standard industriali. Ma il verdetto sembra definitivo: i consumatori non sono in grado, con questo video, di capire quale sia il reale effetto del prodotto Rimmel.

La pubblicità non potrà più ripresentarsi in questa forma: il consiglio dell'ente è riproporre lo spot con un effetto-ciglia che non faccia pensare che possa essere stato "esagerato" dalle tecniche di post-produzione.

Il prodotto Rimmel London pubblicizzato da Cara DelevingneRimmel London
Il prodotto della pubblicità ritirata

Da Cara Delevingne non sono arrivate dichiarazioni: la modella si sta dedicando al suo nuovo hairstyle corto e dai riflessi rosati e ai numerosissimi nuovi impegni lavorativi e mondani.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.