FOX

Niente Fase 4? Ecco come cambierà l'Universo Marvel dopo Avengers: Infinity War

di -

L'Universo Marvel cambierà dopo Avengers: Infinity War e il sequel. Kevin Feige ha rilasciato alcune stringate ma succose anticipazioni sul futuro dei Vendicatori.

I Vendicatori in Avengers: Age of Ultron

1k condivisioni 16 commenti 5 stelle

Share

Che cosa accadrà all'Universo Marvel dopo Avengers: Infinity War?

La decisione degli studi di non rivelare i titoli dei film in arrivo a partire dal 2020 e le voci di un possibile addio al franchise da parte di Chris Evans e Robert Downey Jr. hanno mandato in fibrillazione i fan, che ora devono fare i conti pure con nuove dichiarazioni di Kevin Feige che annunciano grandi cambiamenti alla fine della Fase 3.

La nuova era del MCU e la (probabile) cancellazione della Fase 4

All'uscita di Avengers: Infinity War manca un anno (e 2 a quella del suo seguito), ma l'arrivo al cinema di Guardiani della Galassia Vol. 2 (previsto in Italia il 25 aprile) in un certo senso ha accelerato il conto alla rovescia.

Non a caso, Kevin Feige ha parlato del futuro del MCU proprio in occasione della presentazione del film alla stampa USA.

In un'intervista a Collider, il presidente degli Studi Marvel ha rilasciato alcune dichiarazioni che - per quanto vaghe e nebulose - lasciano intendere che il mondo dei supereroi di celluloide che i fan hanno conosciuto finora è destinato a cambiare:

Siamo stati fortunati che le scadenze contrattuali non abbiano inciso molto. Abbiamo avuto attori sotto contratto per alcuni film, poi ci sono venute nuove idee e abbiamo voluto intraprendere nuove direzioni - come nel caso di Civil War - e abbiamo avuto la fortuna di chiudere nuovi accordi. Oppure [pensiamo a, n.d.r.] Spider-Man: Homecoming: il cast è stato fantastico per l'entusiasmo che ha dimostrato per la strada che volevamo percorrere e la storia che avevamo intenzione di raccontare. Per farla breve, a questo punto tutto dipende da dove vogliamo andare. Di sicuro, mano a mano che ci avviciniamo ad Avengers: Infinity War, percepiamo un senso di climax - se non di conclusione - delle 3 prime fasi del MCU, [che culminerà in, n.d.r.] Avengers 4. E quello che accadrà dopo sarà molto diverso.

Soprattutto, non è detto che il "dopo" sia un prosieguo del "prima":

Non so se si tratterà della Fase 4. Potrebbe essere qualcosa di nuovo.

I protagonisti di Avengers: Infinity WarHDMovieweb/Marvel Comics
Avengers: Infinity War sarà l'ultimo atto del MCU che i fan hanno conosciuto finora?

D'altra parte, Kevin Feige ci ha tenuto a precisare che per adesso è prematuro parlare di che cosa succederà dopo Avengers 4, spiegando che al momento tutta l'attenzione degli studi è rivolta ai progetti in essere e in fase di sviluppo:

Non stiamo discutendo attivamente di nulla di ciò che arriverà dopo Avengers 4. Piuttosto, abbiamo fissato la data di uscita di Spider-Man: Homecoming 2 (che non è il titolo ufficiale), perché fa parte dell'accordo che abbiamo con Sony per fare partecipare Spidey ai film degli Avengers, e stabilito che più avanti James Gunn farà Guardiani della Galassia 3. Ma quello su cui ci stiamo concentrando ora sono gli 8 film che abbiamo in programma nell'immediato, incluso Guardiani della Galassia Vol. 2.

Tuttavia, questo non esclude che la strada dell'Universo Marvel sia già tracciata:

Abbiamo un'idea dell'aspetto che avrà il MCU dopo Avengers: Infinity War e sarà molto, molto diverso.

Una notizia che trova ulteriore conferma nella decisione degli Studi Marvel di girare separatamente i 2 nuovi film dei Vendicatori (diversamente da quanto pianificato e annunciato in precedenza), come spiegato da Kevin Feige a Collider:

Li gireremo uno dopo l'altro. Era diventato troppo complicato gestirli insieme e avremmo rischiato di pagarla cara. Vogliamo concentrarci su un film alla volta.

Chris Evans e Robert Downey Jr. in Capitan America: Civil WarHDMarvel Studios
Lo scontro tra Capitan America e Iron Man ha dato il via al cambiamento (inevitabile) del MCU

Il futuro del MCU: in arrivo nuovi... "vecchi" volti

Il Marvel Cinematic Universe è in continua evoluzione e dopo Avengers 4 a quanto pare sarà molto diverso, ma una cosa è destinata a non cambiare: la partecipazione ai film dei veterani di Hollywood.

Il primo a mettere piede nel MCU è stato William Hurt ne L'Incredibile Hulk e ben presto il suo esempio è stato seguito da altri illustri colleghi. Nelle successive pellicole sono comparsi Anthony Hopkins, Mickey Rourke, Robert Redford, Michael Douglas e ora Kevin Feige ha deciso di portare la tradizione al livello successivo.

Dopo che è stata svelata la presenza in Guardiani della Galassia Vol. 2 di Kurt Russell e Sylvester Stallone, in un'intervista a Fandango Kevin Feige ha soffiato sul fuoco, annunciando che nei prossimi film compariranno altri "pezzi da 90":

Per dirla tutta, qualcuno sta arrivando. Non voglio rivelare nulla, ma posso assicurare che ci saranno altre sorprese di grosso calibro che entreranno a fare parte del MCU nei prossimi film.

Tra i nomi circolati ci sono anche quelli di Robert De Niro e Al Pacino. L'interprete de Il Padrino avrebbe incontrato gli Studi Marvel, ma per il momento sarebbe solo una suggestione e Kevin Feige starebbe puntando su altri (misteriosi) "mostri sacri":

Un giorno, un giorno. Adesso sto pensando ad altri.

Guardiani della Galassia Vol. 2: Kurt Russell aka EgoHDMarvel Studios
Kurt Russell è Ego in Guardiani della Galassia Vol. 2

Insomma, forse il futuro del Marvel Cinematic Universe ha in serbo qualche perdita dolorosa per i fan, ma di certo si prepara ad accogliere tanti volti nuovi di grande carisma che sapranno "addolcirle". 

E voi, chi tra i grandi di Hollywood vorreste vedere nei panni di supereroe o villain?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.