FOX

La morte preferita di Sean Bean? Quella di Boromir

di -

Io ti avrei seguito fratello mio, mio capitano, mio re.

La scena della morte di Boromir ne Il Signore degli anelli

1k condivisioni 17 commenti 5 stelle

Share

Sean Bean, nei suoi ruoli al cinema e in TV, è morto in un'infinità di modi: decapitato, smembrato da cavalli, infilzato su un'ancora e preso a fucilate, tanto per citarne alcuni.
Ma di tutte le sue "morti celebri", ce n'è una che l'attore preferisce. Sì stiamo parlando di quella di Boromir, ne Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell'Anello.

Nel ruolo del figlio di Denethor II, come sappiamo, Bean difende gli Hobbit da un violento attacco da parte degli Uruk-hai e perisce con tre frecce nel petto. La scena - davvero epica - è una sorta di redenzione per il guerriero di Gondor, dopo essere caduto sotto l'effetto malefico dell'Unico Anello e aver minacciato Frodo.

A Entertainment Weekly, Bean ha dichiarato: "È la mia scena di morte preferita e ne ho fatta qualcuna nella mia carriera", ha detto ridendo. "Non c'è morte più eroica di quella", ha concluso.

Ecco la famosa scena in cui Boromir sussurra le sue ultime parole di speranza e conforto ad un affranto Aragorn.

Anche a voi sono venuti i brividi? Beh, non siete i soli e potete capire perché l'attore conservi nel cuore - scusate il gioco di parole - questa particolare scena.

Per realizzarla, il regista Peter Jackson dapprima aveva considerato la CGI salvo poi ricorrere al metodo tradizionale: fissare le frecce ad una corazza metallica sotto ai vestiti di scena.
Dopo il ciak, Bean ha dovuto solo fingere di venire colpito dai micidiali dardi.

Per scrivere lo scambio di battute finali fra Boromir e Aragorn, invece, l'attore e Viggo Mortensen (Aragorn nei film) si sono incontrati con il regista e il co-sceneggiatore Fran Walsh, la notte prima di girare la scena.
Dopo diverse birre e una bottiglia di vino, si sono inventati la famosa battuta "Io ti avrei seguito fratello mio, mio capitano, mio re".

GIF della battaglia fra Boromir e gli Uruk-hai
Un vero guerriero non smette mai di lottare, nemmeno se è ferito.

Ma come si gira una perfetta scena di morte? Bean ha svelato alcuni suggerimenti per rendere memorabile quei drammatici istanti.

Non puoi esagerare. Non devi sembrare vanitoso o troppo finto... Perché ogni volta che muori, è un momento fo***tamente importante!

E se lo dice l'esperto...

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.