Dopo Red Dead Redemption 2, Rockstar Games farà uscire Bully 2?

di -

Rockstar Games potrebbe essere pronta a riaprire le porte della Bullworth Academy. La casa di Grand Theft Auto sarebbe infatti al lavoro su Bully 2, stando ad un rumor.

Il protagonista di Bully alle prese con un severo professore

1k condivisioni 88 commenti 5 stelle

Share

Rockstar Games è, a ragione, una della software house più amate dai videogiocatori e apprezzate dalla critica specializzata. 

La mamma di Grand Theft Auto ci ha regalato, negli anni, capolavori senza tempo, ed è attualmente al lavoro su Red Dead Redemption 2, seguito delle avventure western di John Marston per PlayStation 4 e Xbox One, in uscita - almeno è quello che speriamo! - entro la fine del 2017. 

La "R stellata" ha però confezionato anche produzioni meno blasonate, ma non per questo meno coinvolgenti. Tra queste, è impossibile non ricordare Bully - conosciuto in Europa con il titolo Canis Canem Edit -, videogioco di avventura open world del 2006, che ci metteva nei panni del giovane quindicenne Jimmy Hopkins, rinchiuso dalla madre nella Bullworth Academy, scuola privata situata nel New England governata da bande di bulli.

Ebbene, stando ad una voce di corridoio diramata nelle ultime ore da Yan2295, admin del portale GTA Forums, il ragazzino ribelle potrebbe tornare. Rockstar Games potrebbe infatti essere al lavoro su Bully 2, seguito diretto del titolo originale. 

Sempre secondo la fonte, il sequel di Bully sarebbe in cantiere già da alcuni anni, ma lo sviluppo sarebbe stato fermato per permettere alla compagnia americana di concentrarsi a dovere sul già citato Red Dead Redemption 2. 

La possibile uscita di Bully 2 slitterebbe così al 2019, prevedibilmente su PlayStation 4, Xbox One, PC, Xbox Scorpio e PlayStation 4 Pro. 

Voi cosa ne dite, vi piacerebbe varcare ancora una volta le porte della Bullworth Academy?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.