Hideo Kojima: "Il Wolverine di Logan somiglia al mio Old Snake"

di -

Hideo Kojima parla della somiglianza tra Metal Gear Solid 4 e Logan, l’ultimo film di Wolverine con Hugh Jackman. E dimostra ancora una volta il suo grande amore per il cinema.

Un primo piano di Hugh Jackman in Logan

457 condivisioni 7 commenti 0 stelle

Share

Hideo Kojima non è solo un talentuoso e visionario game designer.

Il "papà" della saga di Metal Gear è anche un grandissimo appassionato di cinema. Lo si capisce dal taglio cinematografico delle sue produzioni, dalle sue storie complesse ed intricate, dai continui tweet sulle ultime uscite al botteghino e dal coinvolgimento di diversi attori nel suo prossimo gioco - Death Stranding

Ed è proprio il fascino che il grande schermo esercita sul buon Kojima ad averlo portato a rintracciare una somiglianza tra il suo personaggio più iconico - Snake - e il Wolverine visto in Logan, ultimo film supereroisitco con protagonista Hugh Jackman. Analogia che non ha nulla a che fare con l'aspetto fisico tra i due antieroi, ma con il messaggio più intimo del lungometraggio, lo stesso che Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots diffuse tra il pubblico di gamer nel lontano 2008:

Pur essendo un piccolo frammento di un ecosistema narrativo molto più grande, Logan riesce a lasciare il segno pure come storia autonoma, portando a termine un ciclo che altrimenti sarebbe andato per le lunghe. Questo lo rende un film speciale.

Si tratta, come già sottolineato, dello stesso proposito del quarto capitolo regolare di Metal Gear Solid:

Nel 2008 ho provato qualcosa di simile con Metal Gear Solid 4. Nell'introduzione, Snake dice che la Guerra è cambiata. Anche il suo nome in codice è cambiato in 'Old Snake'. Le lettere 'I' ed 'S' sono state rimosse dalla parola SOLID: 'is' - in altre parole 'l'esistenza' [dal verbo inglese] - è stata portata via dal personaggio. Nello stesso modo, sia Solid Snake che Logan avevano il loro posto nel mondo, che alla fine gli viene sottratto. Cosa rimane di questi personaggi? Tutto ciò che resta è la fine della loro storia - la storia della loro partenza.

Una splendida analisi, quella di Hideo Kojima ai microfoni di Glixel.com, per il film diretto da James Mangold e liberamente ispirato alla serie a fumetti Vecchio Logan. D'altronde Wolverine ha rappresentato per ben 17 anni l'incarnazione stessa del concetto di X-Men al cinema, e Logan è riuscito nel difficile compito di terminare un ciclo, pur evitando l'estinzione del franchise. Con Metal Gear Solid 4 e la fine di Old Snake, Hideo Kojima ha fatto la stessa cosa: non ha posto fine all'universo da lui creato, ma ha conferito la giusta fine al suo eroe principale.

Ora non ci resta che attendere al varco Death Stranding: siamo sicuri che anche nella sua prossima creazione Kojima non mancherà di omaggiare la settima arte. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.