FoxLife   

Powers Boothe è morto ad appena 68 anni: addio a Gideon Malick

di -

Domenica 14 maggio, l'attore Powers Boothe ci ha lasciato. I portavoce della famiglia hanno dichiarato che si è trattato di decesso per cause naturali.

Powers Boothe

51 condivisioni 0 commenti

Condividi

Powers Boothe è morto nel sonno per cause naturali. Se n’è andato così uno dei cattivi della TV e del cinema. Aveva 68 anni e una lunghissima carriera alle spalle, iniziata come attore teatrale.

Powers ha cominciato a lavorare nel cinema nel 1977 e ha ottenuto il primo importante riconoscimento dopo solo tre anni. Nel 1980 ha portato a casa un Emmy per il suo ruolo nella serie La tragedia della Guyana, in cui interpretava il diabolico Jim Jones. Il sanguinario predicatore è stato solo il primo ruolo di una carriera costellata da personaggi scomodi, sia per il piccolo che per il grande schermo.

È stato il Senatore Roark nel film Sin City e nel sequel Sin City – Una donna per cui uccidere, ha interpretato il sindaco Lamar Wyatt in 26 episodi della serie Nashville e ha vestito i panni del giudice Hatfield nella serie Hatfields & McCoys.

Powers Boothe nel film Sin CityHDIMDB

La lista dei ruoli per cui ricordarlo non è finita qui. Nel suo curriculum professionale spiccano anche il Presidente Noah Daniels della serie TV 24, il proprietario del saloon di Deadwood per 34 episodi e Gideon Malick prima nel film The Avengers (2012) e poi nella serie TV Agents of S.H.I.E.L.D.

Powers Boothe nella serie TV Agents of S.H.I.E.L.D.HDCBR

Tra gli altri ruoli da ricordare sono inclusi anche il poliziotto alleato di Brandon Lee nel film Drago d’Acciaio, lo sceriffo psicopatico nel film U-Turn – Inversione di marcia di Oliver Stone e l’agente FBI nell’horror Frailty – Nessuno è al sicuro.

I portavoce della famiglia hanno annunciato che l’attore verrà ricordato con una piccola cerimonia privata in Texas, il suo stato di origine. Ci sarà anche una funzione pubblica di commemorazione, con data ancora da stabilire.

Amici e familiari hanno espresso il loro cordoglio su Twitter e hanno invitato quanti volessero fare delle donazioni a rivolgersi alla fondazione dell’attore Gary Sinise, che si occupa del sostegno ai veterani di guerra e alle loro famiglie. Noi lo ricordiamo con le parole dell'attore Beau Bridges che lo ha definito "un caro amico, un grande attore e un padre e marito devoto".

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.