FoxAnimation  

La Gattara dei Simpson: vagabonda da rinchiudere o zitella disperata?

di -

Uno dei personaggi più strampalati e incomprensibili dei Simpson è sicuramente lei, la Gattara pazza. Ma qual è la sua storia? Scopriamolo insieme.

La gattara e i suoi gatti per le strade di Springfield

777 condivisioni 27 commenti 5 stelle

Share

Eleanor Abernathy: è questo il vero nome della terrificante Gattara dei Simpson.

A rivelarlo è il gironalista Kent Brockman di Canale 6 durante l’episodio 18x13 “Come eravamo… a Springfield”, in cui viene rivelata la paradossale storia del personaggio.

La pluri-laureata Eleanor non ha retto la pressione, e con il passare del tempo ha avuto un esaurimento nervoso talmente profondo da lasciare la via della ragione per sempre.

Il personaggio si presenta a noi come una donna anziana, in abito rosa, con i capelli disordinati e grigi. Spesso con aria arrabbiata o confusa (sicuramente creata dal suo unico dente e dal suo occhio sbilenco) spinge un carrello della spesa pieno… di gatti.

Il lancio del gatto

La Gattara deve il suo nome probabilmente al suo sport preferito, il lancio del gatto.

Nella puntata 15x09 “Robot-Homer”, mentre i maschi della famiglia sono impegnati in una gara robotica, Lisa assiste impotente ad una moria felina. Sarà infine la Gattara a lanciarle il gatto che rimarrà definitivamente in casa Simpson.

Lisa viene colpita da un gatto lanciato dalla gattara

Malattia

Eleanor soffre chiaramente di schizofrenia: un'afflizione che le causa un’afasia espressiva, come scopre il dottor Frink attraverso una macchina in grado di tradurre le sue urla incomprensibili.

Nonostante la sua malattia cronica però, ogni tanto la Gattara ha dei momenti di lucidità grazie a delle pillole. Ma nel momento in cui Marge le farà notare che in realtà quelle pillole sono soltanto mentine, la donna riprenderà a lanciare gatti e ad urlare, cosa che avviene nell'episodio 16x8 "Homer annega nel suo diluvio universale".

Stereotipo

Ma che ruolo ha la Gattara nella serie? E che realtà stereotipata si vuole evidenziare? Come si può notare in ogni puntata, ogni personaggio secondario della serie non è altro che l’alter ego animato di uno stereotipo sociale. Basti pensare al nerd sovrappeso, solo e saccente, o ai mafiosi siciliani in stile Soprano. Abbiamo anche il poliziotto mangia ciambelle e il sindaco corrotto. E la Gattara? Senzatetto malata di mente o single disperata che ha sacrificato tutto per la carriera?

A far riflettere e a mettere in dubbio la sua natura è la presenza dei gatti. Sì, perché, sin dalla notte dei tempi, le donne che vivono da sole e hanno un gatto sono additate come zitelle disperate. La Gattara forse è l’uno e l’altro, ed è questo a renderla un personaggio pieno di sorprese e mai banale. Ricordate il flirt avuto la sera di San Valentino con l’uomo pazzo dei cani nell'episodio 22x13 "L'azzurro e il grigio"?

Probabilmente la Gattara non smetterà mai di urlare e lanciare incolpevoli felini contro le persone e a noi in fondo… va bene così.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.