FOX

Avatar dopo dieci anni: James Cameron parla del sequel

di -

Ormai certi dell'arrivo dei quattro sequel, il regista di Avatar spiega perché realizzarli dopo tutto questo tempo non sarà un problema.

Neytiri in primo piano in una scena di Avatar

801 condivisioni 4 commenti 5 stelle

Share

James Cameron realizzò il primo Avatar nel 2009 creando il mondo immaginario di Pandora. Oggi, dopo tanti anni, la finzione ha incontrato la realtà: Pandora è diventato un parco divertimenti a Disneyland nella città di Orlando, Florida.  

Gigantesche creature aliene dalla pelle blu, piante scintillanti e colori a effetto ricordano esattamente ciò che è stata Pandora: una grande, verde e lussureggiante luna abitata dalla specie dei Na'vi.

Pandora and the family. Boys hadn't been back since Everest opened!!

A post shared by Joe Rohde (@joerohde) on

Sei anni e mezzo miliardo di dollari: questo è quanto ha investito Disney per la realizzazione del progetto, affiancato dal regista che ha potuto vedere Pandora dentro e fuori lo schermo della telecamera.

L’intervista a James Cameron per l’inaugurazione di Pandora

Disney è venuta da me dicendo 'Vogliamo trasformare il tuo film in una vera e propria terra'. Un luogo da visitare, da respirare, che ti circondi.

CNN ha intervistato James Cameron in occasione dell’apertura del parco al pubblico. Il regista è sempre stato consapevole delle difficoltà a cui il progetto andava incontro. “Una sfida”, l'ha definita.

Avrebbe potuto prendersi tutti i crediti del grande lavoro Disney, ma James Cameron ha ammesso di essere stato semplicemente un supervisore e passa il testimone a Joe Rohde (team creativo).

Ha abbracciato e portato con sé la torcia dell’idea, i temi della cultura indigena, degli ecosistemi e la tutela dell’ambiente.

Pandora non è più una terra di lotte. In questa realtà, la guerra è finita. I conflitti tra gli esseri umani e i Na’vi sono storia vecchia e tutto ciò che Pandora chiede è di essere vissuta.

Avatar e i sequel

Bisogna fare attenzione quando si parla di Avatar con James Cameron. Il regista, infatti, ha corretto il giornalista quando gli è stato fatto notare che il film è uscito quasi un decennio fa. “Sette anni e mezzo” lo ha corretto Cameron.  

Ma il tempo non è suo nemico. Così come ci furono sette anni di distacco tra "Terminator" e "Terminator 2: Judgment Day," o tra "Alien" e "Aliens.", Cameron non ha negato che ci saranno dieci anni di distacco tra “Avatar” e “Avatar 2”, ma la differenza sta nel fatto che il pubblico è già a conoscenza della realizzazione di altri sequel.

Questo parco aiuterà a colmare quel divario nella coscienza del pubblico. Le persone verranno qui e diranno 'Cavolo, ho bisogno di altri Avatar'.

Tra videogiochi e fumetti, Avatar sembra essere pronto a decollare. Il secondo appuntamento sarebbe dovuto arrivare nei cinema a Natale 2018, ma il regista ha smentito la data, per cui restiamo in attesa di aggiornamenti. 

Con la realizzazione del parco Pandora, l’era di Avatar sembra essere appena (ri)cominciata. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.