FOX

Godzilla vs. Kong, horror XXL: Adam Wingard sarà il regista del film!

di -

L'atteso crossover Godzilla vs. Kong sancirà l'incontro tra il sauro radioattivo e lo scimmione preistorico. A dirigere il film sarà Adam Wingard.

Godzilla vs. Kong, l'atteso monster crossover

258 condivisioni 23 commenti 0 stelle

Share

È l'incontro più atteso, quello fra i pesi massimi del cinema. Fuori i secondi, quindi, ma pure il nome del regista. Warner Bros. e Legendary Entertainment hanno così rivelato che sarà Adam Wingard colui che stazionerà dietro la macchina da presa di Godzilla vs. Kong, l'atteso crossover che riunirà il kaiju radioattivo e lo scimmione preistorico.

Il blockbuster - dopo il Godzilla di Edwards (2014), Kong: Skull Island e Godzilla: King of the Monsters (in uscita nel 2019) - sancirà il momento più epico dell'universo cinematografico meglio conosciuto come MonsterVerse.

Godzilla vs. Kong, horror XXL?

Azione ipertrofica e un uso massiccio degli effetti speciali: ecco cosa promette un blockbuster XXL qual è Godzilla vs. Kong. A ciò va aggiunto un altro fattore: Wingard vanta un passato da regista dell'orrore. Tra i suoi lavori spiccano titoli quali You're Next e Blair Witch (oltre all'ottimo The Guest).

È probabile, quindi, che il film che riunirà i predatori alpha si tinga di atmosfere decisamente horror. Non che ci sia bisogno di un grosso sforzo, visti i mostruosi protagonisti.

I precedenti

L'incontro/scontro che avverrà in Godzilla vs. Kong, per i fan dei kaiju movie, non è certo una novità. Le due massime espressioni di un ecosistema primordiale vantano un illustre precedente cinematografico: Il trionfo di King Kong, threequel del Godzilla del 1954 firmato ancora una volta dallo specialista Ishiro Honda.

Il cineasta realizzò il film di mostri come una raffigurazione allegorica dello scontro USA-Giappone. L'articolazione narrativa della pellicola, tra un'esplosione di un sottomarino nucleare e una spedizione di una casa farmaceutica in una sperduta località esotica, fu all'epoca un banale pretesto per una mega rissa fra gli aberranti alfieri delle produzioni statunitensi (Kong) e nipponiche (Godzilla). Ad impersonare i mostri, quando non si ricorse ai modellini in scala, furono in verità due stuntman/attori che indossavano costumi in gommapiuma realizzati ad hoc.

L'ostacolo maggiore del crossover di Honda fu quello di "adeguare" le misure del Re dei primati a quelle del sauro radioattivo, dal momento che Godzilla era alto circa 50 metri. Kong fu quindi "dopato" grazie a bacche radioattive e, per contrastare l'Alito Atomico di Godzilla, gli venne conferita la facoltà di maneggiare l'elettricità.

Resta da vedere come verrà giustificata, all'interno del MonsterVerse, la rivalità tra i due bestioni del cinema. La coerenza narrativa tra gli accadimenti di Godzilla - ambientato ai giorni nostri - e le vicende narrate in Kong: Skull Island (il cui contesto storico politico è quello degli anni '70 e della Guerra in Vietnam) sarà il punto più delicato dell'ambiziosa operazione.

Godzilla vs. Kong arriverà nelle sale americane il 22 maggio 2020.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.