FOX

Tom Holland tra presente e futuro, da Spider-Man a Uncharted!

di -

In una lunga intervista, Tom Holland, il nuovo Spider-Man del MCU, rivela quanto sia stato emozionante lavorare accanto a Robert Downey Jr. nel film diretto da Jon Watts e parla del suo prossimo ruolo in Uncharted!

Prima Spider-Man con Robert Downey Jr. Poi Nathan Drake in Uncharted. I progetti di Tom Holland

2 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

I Marvel Studios sono pronti a entrare in una nuova era. Dopo aver creato un intero universo grazie a film come Iron Man, Thor e Captain America, è arrivato il momento di scrivere un nuovo capitolo della storia dei suoi eroi. E Kevin Feige e i suoi hanno deciso di farlo alla loro maniera.

Sarebbe stato molto semplice continuare a produrre film in sequenza, mettendo di fronte ai vari protagonisti dei nemici sempre nuovi, potendo attingere da una tradizione che ha alle spalle più di mezzo secolo di storia.

E, invece, hanno pensato di esplorare altri percorsi, per rendere sempre più interessanti i loro lavori.

Spider-Man: Homecoming, che debutterà nei cinema italiani il 6 luglio, è l'esempio perfetto della politica che la divisione cinematografica della “Casa delle Idee” ha deciso di intraprendere. Ci troveremo di fronte a qualcosa che si distanzierà decisamente da un cinecomic classico e che esplorerà delle nuove frontiere.

Al centro della storia non ci saranno solo le spettacolari acrobazie dell'arrampica muri ma verrà dato molto spazio al processo di crescita del giovane Peter Parker, che avrà il volto di Tom Holland e che dovrà imparare cosa significhi diventare un eroe. Ma non dovrà farlo da solo.

Come si sa già da tempo, al suo fianco avrà un mentore d'eccezione: il genio, miliardario, playboy, filantropo per eccellenza Tony Stark, che sarà interpretato, ancora una volta, da Robert Downey Jr.

In una recente intervista rilasciata a Yahoo Movie, di cui potete trovare il video più in basso, Tom Holland ha voluto spendere parole d'elogio per il suo illustre maestro.

Non avrei potuto essere più fortunato di così. Robert è l'uomo più gentile e umile al mondo. È molto bello lavorare con lui perché lo considero il top in questo ambiente. Se sarò abbastanza fortunato da farcela anche io, mi piacerebbe essere esattamente come lui. È un grande modello per me ma soprattutto un grande amico.

Quando gli viene chiesto che cosa differenzi questo reboot dalle precedenti pellicole dedicate a Spider-Man, il giovane talento britannico sfodera una risposta da attore navigato.

Tutto quello che Peter ha fatto fino a questo momento, l'ho ha fatto soprattutto per impressionare Stark e diventare un Avenger. Adesso è finalmente riuscito a raggiungere il suo obiettivo. Al cinema non è mai stato possibile vedere Spider-Man con questo tipo di motivazione. Per la prima volta nel Marvel Cinematic Universe verrà mostrato che cosa succede quando è un ragazzo a dover gestire dei superpoteri e le responsabilità che ne conseguono.

In seguito Holland si sofferma a parlare del tono che il regista Jon Watts ha voluto dare a Homecoming.

Jon ci ha dato i titoli di tantissimi film anni '80 come Bella in Rosa, Ritorno al Futuro, Breakfast Club, Una Pazza Giornata di Vacanza e ha voluto che li guardassimo prima dell’inizio delle riprese. Volevo a tutti i costi cercare di essere il Marty McFly della nostra generazione e mi ha fatto tanto piacere quando un giornalista mi ha paragonato a lui.

Uncharted: dopo Spider-Man, Tom Holland si prepara a un nuovo franchise!

Dopo essersi soffermato lungamente su Spider-Man: Homecoming, Tom Holland decide di concludere la chiacchierata con il presentatore Kevin Polowy, accennando al suo ruolo all'interno di Uncharted, il primo adattamento cinematografico dedicato alla leggendaria serie di videogames Sony.

A dire il vero, non ne so ancora molto. Parlando con Tom Rothman, il capo di Sony Pictures, mi è venuta in mente l’idea che al pubblico potrebbe interessare un film sul giovane Nathan Drake. In seguito, ho incontrato il regista Shawn Levy agli MTV Movie & TV Awards e abbiamo avuto una breve chiacchierata. Ci piacerebbe sviluppare una storia originale piuttosto che copiare i giochi. E nel ruolo di Sully vedrei benissimo Jake Gyllenhaal o Chris Pratt.

E voi cosa ne pensate? Tom Holland sarà all'altezza delle aspettative o sfigurerà accanto a mostri sacri come Robert Downey Jr. e Chris Pratt? Uscirebbe vivo da un ipotetico scontro con il Venom di Tom Hardy?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.