Call of Duty: WWII, tanti dettagli inediti scendono in guerra

di -

Sledgehammer Games ci parla dell'accuratezza storica della campagna single player e dei personaggi femminili.

Soldati in esplorazione in Call of Duty: WWII

105 condivisioni 1 commento

Condividi

Il prossimo 3 novembre gli appassionati di sparatutto in prima persona sono chiamati ad una nuova, epica guerra virtuale.

Quella che fa rima con i campi di battaglia della Seconda Guerra Mondiale, ricostruiti ad uso e consumo degli utenti PC, PlayStation 4 e Xbox One dai ragazzi di Sledgehammer Games, al lavoro su Call of Duty: WWII

Quello stesso Call of Duty: WWII che è già riuscito ad accontentare i veterani della saga sparacchina pubblicata da Activision, che in massa hanno apprezzato il trailer di annuncio su YouTube, complimentandosi con il team di sviluppo per questo tanto desiderato ''ritorno alle origini''.

E se l'uscita è ancora piuttosto lontana, in un recente livestream i componenti di Sledgehammer ci hanno regalato tantissimi dettagli inediti per World War 2, così come qualche dovuto chiarimento.

A partire da quello legato alle polemiche per l'inclusione di soldati donna nel gioco, elemento considerato storicamente poco realistico dalla community. Stando agli sviluppatori, erano molte le donne soldato tra le fila della Resistenza Francese durante la Seconda Guerra Mondiale. Non solo,  i soldati di sesso femminile saranno presenti nella campagna principale, nel multiplayer e nell'immancabile - e amatissima - modalità Zombie.

Call of Duty: WWII in uscita il 3 novembre 2017

Il team tiene particolarmente all'accuratezza storica della sua opera: sebbene il gioco punti ad avere un look cinematografico come i precedenti, vi è anche la forte volontà di mantenersi il più fedeli possibile alle reali vicende storiche della Seconda Guerra Mondiale. Andremo così a vivere, tra gli altri, lo Sbarco in Normandia, L'Operazione Cobra e l'Offensiva delle Ardenne, uno dei conflitti più grandi di tutti i tempi che ha mietuto oltre 170mila vittime.

Glen Schofield di Sledgehammer Studios ha poi rivelato che la modalità Zombie di Call of Duty: WWII sarà basata su eventi realmente accaduti durante la Seconda Guerra Mondiale. Le situazioni di questa modalità - ovviamente di fantasia - saranno riprese da quelle reali della Grande Guerra. 

Vi ricordiamo che Call of Duty: WWII arriverà il 3 novembre su PC, PS4 e Xbox One, mentre una versione per Nintendo Switch potrebbe essere in lavorazione negli studi di Beenox.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.