FOX  

Misfits tornerà in TV: il reboot è realtà

di -

I supereroi più disadattati della televisione si trasferiscono in America. Misfits sta per tornare con un nuovo reboot in casa Freeform.

I protagonisti inglesi di Misfits

2k condivisioni 224 commenti 5 stelle

Share

L’America ha acquisito dei nuovi supereroi. Mentre Marvel si destreggia tra grande e piccolo schermo, Freeform ha voluto produrre un nuovo progetto estrapolandolo dalla televisione inglese del 2009.

Misfits fu un capolavoro della produzione britannica che portò sullo schermo la vita sconclusionata di cinque giovani disadattati (termine da cui prende spunto la scelta del titolo) uniti dalla loro pessima condotta civile. Dopo cinque anni dalla conclusione della serie originale, Misfits torna a far parlare di sé oltreoceano. E il reboot è diventato realtà.

Il cast tecnico fa scintille

A comporre la squadra del Misfits americano è un cast tecnico da brividi. Diane-Ruggero Wright (iZombie, Veronica Mars) sarà show runner e produttrice esecutiva di Misfits assieme a Josh Schwartz e Stephanie Savage, nomi che abbiamo imparato a conoscere per la realizzazione di serie TV come Gossip Girl e The O.C.

Inoltre, parte integrante del progetto saranno anche i creatori originali di Misfits, quali Howard Overman e Murray Ferguson. A dirigere il pilot sarà Victoria Mahoney (Grey's Anatomy).

Tenendo presente il Background di questi professionisti, la garanzia dovrebbe (quasi) essere assicurata.

I Misfits americani

Secondo HollywoodReporter, sono stati già annunciati quattro dei protagonisti che interpreteranno i disadattati con superpoteri di Misfits.

Ashleigh LaThrop (Sirens) sarà Alicia, una versione viziata e festaiola che dalla vita vorrà soltanto tre cose: divertirsi, apparire sempre sexy e collezionare ragazzi. Tre Hall (Ten Days in the Valley) sarà Curtis, un talentuoso giocatore di calcio con una carriera promettente davanti a sè che sembra essere abituato a vedere le cose soltanto dal suo punto di vista.

A interpretare Kelly sarà Allie MacDonald (Orphan Black), una ragazza dura dal temperamento irascibile con un costante desiderio di picchiare la gente. E infine Jake Cannavale (Nurse Jackie) sarà Nathan, un genio della truffa dai tratti narcisistici per la sua bellezza, intelligenza e potenzialità.

L'assenza del casting di Simon, il più mite del gruppo, non sappiamo se significhi che il personaggio non sarà inserito nella versione americana o se semplicemente non sia ancora stato scritturato.

La versione britannica di Misfits

Nathan, Simon, Kelly, Alicia e Curtis appesi al soffittoHDVignette3
Il cast originale di Misfits

Era il 2009 e il canale E4 mandò in onda la prima stagione di Misfits. Il destino incrocia la vita di cinque giovani disadattati con i servizi socialmente utili. Nathan, Simon, Alicia, Kelly e Curtis sono stati i primi protagonisti che hanno dato vita alla serie televisiva.

In seguito a una particolare tempesta in cui piovono grandi palle di grandine, i cinque vengono colpiti da un fulmine che conferisce loro particolari poteri: Kelly (Lauren Socha) legge nella mente, Simon (Iwan Rheon) ha il dono dell’invisibilità, Curtis (Nathan Stewart-Jarrett) può manipolare il tempo e Alicia (Antonia Thomas) suscita reazioni sessuali con un semplice contatto fisico. Il potere di Nathan (Robert Sheehan) verrà fuori soltanto nell’episodio speciale a cavallo tra la seconda e la terza stagione, Webisodio:Vegas Baby!,  in cui realizza di poter alterare la realtà.

Il ritmo della serie TV è stato intaccato da un cambio repentino di cast che ha ben presto eliminato tutti gli attori originali per far posto a delle nuove proposte che, nonostante la somiglianza, hanno tramutato lo spirito dello show in una sorta di reboot al suo interno.

Alex, Jess, Rudy, Finn e AbbeyHDScreenaddicts.com
I secondi protagonisti originali di Misfits, dalla quarta stagione

Dalla quarta stagione, al posto di Simon, Nathan, Alicia, Kelly e Curtis sono comparsi Jess (Karla Crome), il cui superpotere è quello di vedere attraverso le pareti tramite una vista a raggi X, Finn (Nathan McMullen), dotato del potere della telecinesi, Abbey (Natasha O'Keeffe) che in realtà è la rappresentazione fisica di un’immaginazione, e infine Rudy (Joseph Gilgun). Quest’ultimo ha fatto la sua comparsa già nella terza stagione affiancando ciò che restava del cast originale, ma è dalla quarta stagione che avrà un ruolo più marcato andandosi a scontrare con il proprio clone. Infine, nella quinta stagione per completare il quadro arriva Alex (Matt Stokoe), il barista di cui Jess s’infatua nella stagione precedente che tramite un trapianto di polmone eredita l’abilità di rubare i poteri altrui tramite rapporti sessuali.

Ciò che ha reso Misfits un cult della televisione è stato il modo in cui ha analizzato le tematiche sociali. Tra scene spesso violente, altamente erotiche e con un linguaggio prettamente sboccato, Misfits ha creato una serie di circostanze all’interno delle quali sono emerse ben cinque personalità con scarsa dote morale per le quali è stato difficile non tifare ugualmente.

Freeform, che discusse il progetto già nell’aprile dell’anno scorso, per ora sembra aver ordinato soltanto la produzione del pilot.

La preoccupazione per chi ha seguito la versione originale potrebbe riguardare soprattutto il canale di distribuzione, poiché Misfits si è contraddistinto ai tempi per la messinscena di un contesto sociale tramite scene e linguaggi violenti che non appaiono essere inerenti alla linea costituzionale di Freeform.

Per cui la domanda che ci poniamo è: la sci-fi britannica potrebbe trasformarsi in un ennesimo teen drama soprannaturale americano?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.