FoxLife

Quello che i tuoi occhi nascondono, recensione del romanzo di Serena Nobile

di -

La penna di Virginia De Winter ci ha portato in mondi lontani e immaginari, ma è con il nome di Serena Nobile che l’autrice vuole far riscoprire il dolce sapore dell’amore nella città romana che in sé cela un romanticismo lontano dagli occhi.

Primo piano di un occhio azzurro e un fiore rosso

129 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Prendete Desperate Housewives, aspirate un leggero aroma di Sex and the City e aggiungeteci una scorrazzata in motorino in vecchio stile Vacanze Romane: è questa l’essenza astratta di Quello che i tuoi occhi nascondono.

Nata con il nickname di Savannah sulle lontane piattaforme di EFP (sito online di fanfiction) e battezzata con lo pseudonimo Virginia De Winter forgiando storie in diversi spazio-tempo, l’autrice si spoglia di un ennesimo bozzolo e si trasforma in Serena Nobile per la casa editrice HarperCollins Italia. Quello che i tuoi occhi nascondono è il primo romanzo made in Italy della serie “5 sensi”, romanzi che abbracciano il genere romantico con una leggera spennellata di mistery.

Copertina del romanzo d'amore di Serena NobileAmazon
Quello che i tuoi occhi nascondono, il romanzo di Serena Nobile

Quattro sembra essere il numero perfetto. Lo era in Desperate Housewives, lo è stato in Sex and the City, lo è perfino in Pretty Little Liars e lo è anche in Quello che i tuoi occhi nascondono. Quattro potrebbe essere il numero perfetto per intrappolare la storia in un quadrilatero di emozioni sfuggenti, ma la verità è che il numero perfetto sarà cinque, come i sensi: vista, olfatto, udito, tatto e gusto.

Di cosa parla Quello che i tuoi occhi nascondono?

Un segreto unisce quattro amiche dai tempi dell’università. Un segreto, che dopo quattordici anni sembra ancora tormentarle con ironia sottile e presenza costante. Il prologo apre le porte sul mondo di Bianca, Catherine, Vittoria ed Eleonore, un mondo il cui fulcro del mistero sembra essere Ludovina Lanfranchi.

Così come in Desperate Housewives Gabrielle, Bree, Susan e Linette vissero tormentate dal fantasma di Marie Alice e i segreti annidati nelle belle case pastello di Wisteria Lane, nel romanzo della Nobile le quattro amiche hanno forgiato un’amicizia il cui punto di forza è scaturito in una stanza di collegio, tanti anni prima.

Chi è Bianca Mornier?

Vive in un mondo talmente perfetto che, a confronto, il Mulino Bianco è un lager nazista.

Quello che gli occhi nascondono è il romanzo d’apertura con protagonista Bianca Mornier, una fotografa tanto poetica quanto cinica nei confronti dell’amore. Bianca nell’obiettivo intrappola degli squarci di vita che in realtà fungono da ricerca. Ha trascorso tutta la vita a raccogliere cocci di cuori rotti ed è ben intenzionata a proteggersi dagli uomini. Finché non incontra Federico Vallesi e le crepe iniziano a distruggere lentamente lo scudo d’acidità e cinismo dietro il quale ha cercato di proteggersi.

È sempre strano quando vedi le copie tutte insieme per la prima volta.

A post shared by VydeWIstagram (@virginiadewinter) on

Qualcuno avrebbe dovuto spiegargli che interpretare la parte di un avvocato in una fiction della Rai non equivaleva a prendere una laurea in legge.

Bianca nasconde la propria debolezza dietro una lingua affilata che sguaina come la spada di Re Artù. Battutine irriverenti al vetriolo sono il suo biglietto da visita, una ragazza che per troppo tempo è stata abituata a proteggersi anziché attaccare. Bianca vive la vita soltanto tramite l’obiettivo della fotocamera. Bianco e nero è tutto ciò che permette al suo occhio di vedere, le sfumature non sono concesse. Con l’arrivo di Federico, i colori le esplodono davanti agli occhi e l’incertezza diventa il suo tallone d’Achille.

“Una donna bambina”. È così che la definisce Federico, un ragazzo con cui divide ben otto anni di differenza, ma che in compenso sembra vivere la vita con meno insicurezza e più passione.

Tra citazioni di Baudelaire, Rugantino, Verlaine ed Émile Zola, Serena Nobile dipinge un quadro di sfumature di Bianca Morner le cui debolezze si tramutano in grandi punti di forza. Bianca è spaventata dall’amore, ma ne è così bisognosa che sarebbe disposta ad esorcizzare quella paura. Ha soltanto bisogno di qualcuno che la tenga per mano durante il processo.

Lo stile di Serena Nobile

Non si tratta di una caccia alla spia, né di una ricerca nel mausoleo, ma lo stile dell’autrice è ben riconoscibile. Serena Nobile trasporta il lettore con la sua penna delicata in un mondo moderno quanto fiabesco, andando alla ricerca di quell’amore che almeno per un istante ha dato a noi tutti l’idea di avere una vita piena, degna di essere vissuta.

A differenza di quanto credi, i miei sentimenti sono fatti di vetro, non d’acciaio.

Serena Nobile narra la storia di una principessa che si ribella al proprio titolo. Non vuole essere Biancaneve, Cenerentola o Aurora. Bianca vuole essere soltanto Bianca e vivere di ciò che le fa battere il cuore. Quando capisce che ciò potrebbe in realtà combaciare con Federico Vallesi, il suo mondo di finte certezze si sgretola come un dente di leone nel vento.

Le descrizioni meticolose di un sentimento in fiore, le sbavature dei personaggi che cercano d’incastrare i loro cocci rotti per formare un nuovo puzzle d’avventure e la presenza magica - a tratti quasi soffocante - della città hanno confezionato un romanzo d’amore contemporaneo che non ha nulla da invidiare alle firme straniere.

Roma si lascia amare sotto le stelle

Roma è la fata madrina di Bianca. La sua essenza è in ogni pagina, un mentore silenzioso che la insegue durante le sfrecciate in scooter, nelle passeggiate sotto le stelle e i sorrisi alle prime luci dell’alba.

È una strana città. Disinvolta e provinciale allo stesso tempo. Le manca la modernità di pensiero della grandi capitali come Parigi e Londra e ha sempre un piede nel passato.

L’autrice dà l’impressione di voler portare il lettore a braccetto per la capitale romana, mettendo in luce ciò che soltanto chi respira appieno l’aria di Roma può conoscere. Roma non è soltanto la Fontana di Trevi tra mille selfie, ma è anche il cornetto caldo alle quattro del mattino, le gite in Scooter, le esplorazioni dei vicoletti con le strade di sanpietrini e l’atmosfera che odora di casa tra le pareti di un vecchio appartamento scrostato.

Desperate Housewives incontra Sex and the City

Bianca è una trentenne che vive Roma a trecentosessanta gradi: svegliarla di mattina diventa improvvisa pena capitale così come sottrarla all’alcool è pura utopia. Il mondo di Desperate Housewives s’intacca con l’aroma promiscuo di Sex and the City non appena Bianca si lascia andare a una profonda e travolgente libidine con Federico.

Il sale della vita, pensò, è quello intorno al bordo di un bicchiere di Margarita.

La Nobile è attenta a ogni dettaglio. Le sue descrizioni accurate e prolisse, soprattutto durante i primi incontri, si focalizzano più sulle sensazioni nascenti che sull’atto in sé. Finché il desiderio non prende il sopravvento e l’erotismo sfocia in una quintessenza del piacere.

La serie 5 sensi: cosa ci aspetta nei sequel?

Copertina del secondo volume della serie 5 sensiAmazon
In arrivo il secondo volume della serie, La musica nelle tue parole

HarperCollins Italia pubblicherà il secondo volume della serie “5 sensi”, che vedrà come protagonista Vittoria: napoletana, spumeggiante e decisamente la Samantha-Gabrielle del gruppo, Vittoria animerà le pagine di “La musica nelle tue parole”, disponibile dal 22 giugno.

Il mistero, che sembrava essere il fulcro principale del romanzo (il prologo apre le danze con quell’incipit), in realtà è il collante dell’intera serie e ci permetterà di esplorare le avventure di Bianca e le sue amiche da diversi punti di vista (e del mondo).

Lei si muoveva con la sicurezza di chi considera un angolo di mondo casa sua.

Quello che gli occhi nascondono è una storia d’amore adatta per quelle sognatrici e sognatori che spesso non riescono a individuare le sfumature dell’amore perché troppo abituati a vedere la vita in bianco e nero.

Una perfetta lettura da divorare sotto l’ombrellone: l’importante è che siate preparati a lasciarvi trasportare dall’aria frizzante ed estiva di Roma.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.