FoxLife

È morta l'attrice Anita Pallenberg

di -

L'attrice ex compagna di Keith Richards è venuta a mancare martedì 13 giugno all'età di 73 anni.

Anita Pallenberg in posa sul set

40 condivisioni 1 commento 0 stelle

Share

Nacque come modella, ma divenne attrice e partner di musicisti. Anita Pallenberg è morta all’età di 73 anni, portando con sé ricordi di una vita passata da un riflettore all’altro e tra amori altalenanti nel mondo della musica.

A darne il triste annuncio è stato il post su Instagram dell’amica Stella Schnabel, figlia del pittore e regista Julian Schnabel, che come didascalia ha aggiunto commossa:

Non ho mai incontrato una donna come te, Anita.

Nacque a Roma nel 1944. Il padre, che era un agente del turismo italiano, la iscrisse a un collegio tedesco affinché la figlia ne padroneggiasse la lingua. Anita rimase nel collegio fino all’espulsione, che arrivò a sedici anni. Assaporando la libertà, avviò la propria carriera trasferendosi nella grande e caotica città di New York degli anni ’60. Fu allora che la sua carriera decollò.

I have never met a woman quite like you Anita.

A post shared by Stella Madrid 🍓 (@stella__schnabel) on

La carriera di Anita Pallenberg

Frequentando Andy Warhol, il rappresentante principale della pop-art, Anita entrò nel settore del modellismo da cui ne riemerse sotto le abili spoglie d'attrice.

Tutto iniziò nel 1968, anno in cui Jane Fonda recitò da protagonista in Barbarella, un film fantascientifico tratto dall'omonimo fumetto e diretto da Roger Vadim. Ad Anita toccò il ruolo di Black Queen che la consacrò nella carriera cinematografica.

L'esperienza successiva le permise di lavorare al fianco di Marlon Brando e Richard Burton: in Candy e il suo pazzo mondo, diretto da Christian Marquand, interpretò Nurse Bullock.

Warner Bros lavorò a Sadismo (in lingua originale Performance), una pellicola violenta e macabra (di fatto attese qualche anno per essere distribuita e ciò avvenne nel 1970) a cui non soltanto prese parte Anita, ma anche James Fox e Mick Jagger, il noto frontman dei Rolling Stones che ebbe un approccio amoroso e travolgente con Anita.

Negli anni a venire, Anita Pallenberg lavorò al fianco di Abel Ferrara, interpretando Sin nel film Go Go Tales (2007) e prendendo parte a Napoli, Napoli, Napoli. Nel 2009 invece si calò sia nelle vesti regali della Regina Elisabetta d'Inghilterra nel film Mister Lonely, diretto da Harmony Korine, sia nelle vesti di La Copine per il film Chéri, diretto da Stephen Frears.

La lunga vita amorosa di Anita Pallenberg a suon di Rolling Stones

Anita e KeithHDRolling Stone Italia
L'amore tumultuoso di Anita e Keith

Tutto ebbe inizio nel 1965. La modella italo-tedesca s'intrufolò nel backstage di un concerto dei Rolling Stones a Monaco di Baviera e l'incontro con il chitarrista Brian Jones fu fatale. Iniziarono una relazione amorosa che terminò nel momento in cui Anita reputò di maggiore interesse il collega Keith Richards, con cui fece una fuga d'amore in Marocco. La loro fu una relazione lunga e tumultuosa - entrambi ebbero infatti problemi di tossicodipendenza - che arrancò fino al 1978.

Keith e Anita e la loro famigliaHDnydailynews
La famiglia di Keith e Anita

Nel mezzo, ebbero tre figli: Marlon, Angela e Tara (quest'ultimo morì per un problema respiratorio). Nella biografia, il famoso chitarrista dei Rolling Stones ha parlato della sua relazione con Anita e della loro dipendenza, ma fu proprio ad Anita che dedicò la canzone Angie.

L’attrice era in dolce attesa del secondo figlio, di cui non conoscevano ancora il sesso, ma fortuna volle che fosse una femminuccia.

Modella, attrice e infine stilista. La vita di Anita Pallenberg fu vissuta a trecentosessanta gradi in giro per il mondo e noi non possiamo fare altro che porgere le condoglianze ai suoi cari.

Fonte: HollywoodReporter

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.