FOX

Joel Schumacher torna a chiedere scusa per Batman & Robin

di -

Sembra non darsi pace il regista del comic movie più deludente degli ultimi 20 anni, e chiede nuovamente scusa ai fan.

Primo piano di George Clooney nei panni di Batman

358 condivisioni 54 commenti 5 stelle

Share

Joel Schumacher proprio non riesce a trattenere l’imbarazzo e la mortificazione per aver dato vita al film Batman & Robin, la pellicola dedicata all'Uomo Pipistrello più chiacchierata di sempre.

E proprio in un’intervista a Vice, a 20 anni dalla sua uscita, il regista procede col mea culpa fatto già in passato da Batman in persona… George Clooney.

Durante la lunga intervista Schumacher inizia a scusarsi con tutti i fan che ha deluso con il suo capitolo conclusivo.

Mi scuso per Batman & Robin. Voglio scusarmi con tutti i fan che ho deluso perché glielo devo.

A 20 anni di distanza gli amanti del genere non perdonano la leggerezza e la presunzione di quel capitolo conclusivo di una saga iniziata per mano di Tim Burton. Dopo i primi due film diretti dal creatore di Nightmare Before Christmas, Batman (1989) e Batman-Il Ritorno (1992), le redini passarono in mano a Joel Schumacher che confezionò un ottimo Batman Forever (1995).

Dopo l’accoglienza del terzo capitolo, spiega ancora il regista durante l’intervista, e i successi de Il Cliente e Il Momento di Uccidere, Warner Bros era pronta per un sequel sull'Uomo Pipistrello.

Sapevo di non dover fare un sequel. Se sei fortunato una volta, vattene.

Complice l’ego smisurato del momento e la necessità di alleggerire un po’ l’atmosfera generata dal Pinguino di Danny DeVito, Joel Schumacher decide di mettersi nuovamente dietro la macchina da presa… e sappiamo tutti ciò che ne è venuto fuori.

I capezzoli di Batman

Durante la lunga confessione il regista, che non perde occasione per elogiare tutto lo staff che ha lavorato alla creazione del film ed esonerarlo dal risultato, si scusa anche per i raccapriccianti capezzoli di Batman. Proprio così, chi ha avuto la sfortuna di imbattersi in un fotogramma di quel film ricorda quelle due protuberanze uscire prepotentemente fuori dalla tuta in gomma del supereroe della notte.

Il costume di George Clooney nel film Batman & Robin

Fu proprio il regista a commissionare una nuova tuta per il corpo statuario del giovane Clooney, e ispirandosi alle sculture greche, venne fuori la tuta dai "bottoni" sporgenti.

Per fortuna, nonostante il disastroso tentativo di troncare la carriera dell’Uomo Pipistrello, la fama di Bruce Wayne è cresciuta sempre di più, grazie anche alla trilogia, più oscura e sicuramente più credibile, di Christopher Nolan iniziata nel 2005 con Batman Begins (Il Cavaliere Oscuro nel 2008 e Il Cavaliere Oscuro: Il Ritorno nel 2012).

Sarà ancora lungo il cammino del perdono per Joel Schumacher, ma ce la sta mettendo tutta. Non dimenticheremo facilmente quei capezzoli, così come non abbiamo dimenticato il primo Batman sul grande schermo del 1966 interpretato magistralmente dal compianto Adam West.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.