FOX

Star Wars: il film stand-alone su Han Solo perde i due registi

di -

Phil Lord e Chris Miller lasciano la regia dello spin-off di Guerre Stellari dedicato a Han Solo per "divergenze creative", ma sul set tirava una brutta aria. È partita la caccia al sostituto.

Phil Lord e Chris Miller in occasione della Star Wars Celebration

56 condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

Quando Phil Lord e Chris Miller sono stati a chiamati a dirigere il film stand-alone su Han Solo, c'era grande attesa per quello che avrebbero potuto fare. I due sono stati scelti per infondere il loro stile scanzonato e ironico nell'universo di Star Wars, ma le cose non sono andate come previsto.

Nel bel mezzo delle riprese (iniziate a febbraio 2017), i registi hanno lasciato il set con la più classica delle motivazioni, ovvero per "divergenze creative".

L'annuncio è stato fatto a mezzo stampa, con un comunicato pubblicato tra gli altri da Variety:

Purtroppo, la nostra visione e il nostro modo di lavorare non sono allineati con quelli dei nostri partner in questo progetto. Non siamo grandi fan della formula 'divergenze creative', ma stavolta calza a pennello. Siamo orgogliosi del lavoro fantastico e di primo'ordine fatto dal nostro cast e dalla troupe.

Han Solo: i motivi dell'addio di Phil Lord e Chris Miller

L'addio di Phil Lord e Chris Miller allo spin-off di Star Wars dedicato a Han Solo è arrivato come un fulmine a ciel sereno per i fan, ma non per gli addetti ai lavori. Stando a quanto ha riferito una fonte a Variety, sul set la tensione era palpabile da tempo.

I due registi sarebbero entrati in conflitto con la produttrice Kathleen Kennedy, con lo sceneggiatore Lawrence Kasdan (autore de L'Impero Colpisce Ancora, Il Ritorno dello Jedi e Il Risveglio della Forza) e con altri membri di LucasFilm, segnando di fatto la propria condanna.

Han Solo: il cast e i registiHDLucasFilm/Disney Studios
Il cast e i registi di Han Solo in una foto dal set

In particolare, Phil e Chris non sono mai entrati in sintonia con Kathleen Kennedy:

È stato uno scontro culturale fin dal primo giorno. A lei non piaceva neppure il loro modo di piegare i calzini.

Una fonte ha spiegato che benché i due fossero stati scelti per offrire una nuova visione dell'universo di Star Wars, durante la lavorazione la produttrice non ha mai approvato il loro stile, né il modo di interagire con gli attori e la troupe:

Non hanno avuto la libertà di fare quello che dovevano fare.

Kathleen Kennedy ha trovato l'appoggio di Lawrence Kasdan, che forte della sua lunga esperienza con il mondo fantastico di George Lucas, ha messo più volte in discussione le scelte di regia della coppia:

Kathy, la sua squadra e Lawrence hanno fatto a modo loro per lungo tempo. Sanno come fare le cose ed è così che vogliono che siano fatte. Sono diventati un gruppo molto polarizzante.

Secondo quanto scrive Variety, Phil e Chris si sono opposti alle continue ingerenze - agendo probabilmente in modo diverso da altri due loro giovani colleghi, Gareth Edwards (Rogue One: A Star Wars Story) e Rian Johnson (Star Wars: The Last Jedi) - e alla fine non hanno potuto fare altro che prendere atto che non avrebbero potuto continuare la loro avventura in una "galassia lontana lontana".

Il futuro del film di Han Solo dopo l'addio di Phil Lord e Chris Miller

L'addio di Phil Lord e Chris Miller al film di Han Solo non è cosa da poco. Le riprese sono iniziate da mesi (con una tappa in Italia a maggio) e ora LucasFilm e Disney devono riprendere rapidamente in mano le redini del progetto se - come dichiarato da un loro portavoce - l'intenzione è di mantenere la data di uscita della pellicola negli USA il 25 maggio 2018.

Per questa ragione, non stupisce che la produzione abbia deciso di non sollevare un polverone e di mantenere i toni più civili possibili:

Phil Lord e Christopher Miller sono due registi di talento, che hanno messo insieme un cast e una crew incredibili. Ma è diventato chiaro che abbiamo una visione creativa del film diversa e perciò abbiamo deciso di separarci.

Al momento non è noto se e come i due saranno accreditati nella pellicola, mentre di certo c'è che erano già state pianificate diverse settimane di riprese e altre ulteriori a fine estate per i reshoot.

E alla luce di questi fatti, appare evidente che sia urgente trovare un nuovo regista.

Donald Glover e Billy Dee WilliamsHDLucasFilm/Disney Studios
Donald Glover, Chewbacca e Billy Dee Williams: due generazioni di Star Wars a confronto

La "notizia bomba", riportata da Deadline, è che alla guida dello spin-off dedicato a Han Solo potrebbe arrivare nientemeno che Ron Howard.

Per il momento si tratta solo di voci di corridoio, ma la sensazione è che il nome non sia uscito per caso.

In primo luogo, perché si tratta di un personaggio di grande rilievo a Hollywood e tirarlo in ballo a sproposito per LucasFilm e Disney non sarebbe certo buona pubblicità. E in seconda battuta perché se è vero, come sembra, che tra Phil Lord, Chris Miller e la produzione i dissidi duravano da tempo, è probabile che Kathleen Kennedy e la sua squadra avessero già iniziato a progettare un "dopo".

Per sapere come andrà finire, non si può fare altro che aspettare. Restate sintonizzati per non perdervi nessun aggiornamento!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.