Geostorm e gli altri: quando il blockbuster è da 'fine del mondo'

di -

In occasione del lancio del primo trailer ufficiale di Geostorm, action con protagonista Gerard Butler, celebriamo il genere dei disaster movie.

Una scena apocalittica di Geostorm

256 condivisioni 5 commenti 4 stelle

Share

Più caldi dell'inferno, più glaciali di un'era geologica, spettacolari come nient'altro: sono i cosiddetti natural disaster movie del cinema, kolossal dal budget elevato che uniscono il gusto per l'action al fascino perverso delle calamità naturali. È il caso di Geostorm, thriller ad alto tasso di spettacolarità con protagonista Gerard Butler.

In occasione del lancio del trailer ufficiale della pellicola diretta da Dean Devlin - all'esordio dietro la macchina da presa dopo aver sceneggiato blockbuster quali Independence Day e Godzilla - andiamo alla riscoperta dei titoli più significativi del genere catastrofico.

L'era glaciale

Le immagini del trailer di Geostorm la dicono lunga sulla natura fanta-avventurosa del film: in sala, dal prossimo novembre, una raffica di strepitosi effetti speciali condurrà lo spettatore all'interno di uno scenario apocalittico fatto di maremoti e chicchi di grandine grandi quanto una Smart, che richiama alla memoria alcune sequenze di The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo

In seguito ad una terribile serie di disastri naturali che hanno messo in serio pericolo il pianeta, i capi di stato dei vari Paesi della Terra hanno unito le forze per creare una complessa rete di satelliti con il fine di controllare - o almeno tentare di farlo - il clima globale e garantire quindi la sicurezza mondiale. Peccato però che il sistema di protezione non dia gli effetti desiderati, contribuendo ad aggravare invece la situazione, con il globo terracqueo minacciato da una maxi tempesta.

Aerei di linea che precipitano al suolo, intere città spazzate via dalla forza distruttrice di Madre Natura, scenari di devastazione totale: il Cinema - come nel caso di Geostorm - spesso ha regalato momenti di drammatico entertainment. Nel film di Devlin, Butler è lo scienziato Jake incaricato - assieme al fratello Max (Jim Sturgess) - di risolvere la situazione.

L'attore di 300 verrà catapultato nello spazio come il Matthew McConaughey di Interstellar (o il Bruce Willis di Armageddon). Niente warmhole o asteroidi da fronteggiare stavolta. Occorre "solo" ripristinare una serie di satelliti, con il tempo a disposizione per farlo giunto ormai agli sgoccioli.

Matthew McConaughey in una scena di Interstellar

Geostorm prosegue la tradizione di un genere - quello del blockbuster catastrofico - che vanta numerosi titoli cult. Se ne L'inferno di Cristallo il fireman Steve McQueen affronta un incendio di proporzioni inaudite scoppiato nel grattacielo più alto del mondo, ne Le avventure del Poseidon Gene Hackman ed Ernest Borgnine se la vedono con l'inferno in alto mare, ovvero uno tsunami di oltre 50 metri che colpisce - rovesciandolo - il transatlantico che dà il nome al film.

Se parliamo poi di temperature roventi, come non menzionare allora Dante's Peak - La furia della montagna, con l'ex 007 Pierce Brosnan impegnato nel salvataggio di alcuni cittadini dopo l'esplosione di un vulcano. Stesso scenario quello vissuto da Tommy Lee Jones in Vulcano - Los Angeles 1997, un titolo che è già tutto un programma.

A che ora è la fine del mondo?

Quali sono i film, in attesa di vedere sul grande schermo Geostorm, che hanno sconvolto l'immaginario collettivo con sequenze action sbalorditive? Il maestro del genere, assieme a Michael Bay, è senza dubbio Roland Emmerich, che con 2012 ha filmato la fine del mondo. Non è da meno Brad Peyton col suo San Andreas, disaster movie che vede Dwayne Johnson nei panni di un pilota di elicotteri determinato a salvare la propria figlia da un terremoto di magnitudo 7.1 che ha sconquassato la Faglia di Sant'Andrea.

Tra i titoli che hanno fatto la fortuna del genere è impossibile non menzionare Twister, pellicola del 1996 che esplora il mondo dei tornado. Il genere catastrofico, poi, ha virato in questi anni sul trash grazie ai film della Asylum: è il caso del fenomeno Sharknado, di cui uscirà a breve il quinto capitolo.

Dwayne Johnson in San Andreas

Disastro d'autore

Tra riuscitissimi effetti speciali e sensazionali soluzioni visive, il genere vanta alcuni esempi che coniugano spettacolarità e autorialità: The Impossible di Juan Antonio Bayona racconta in maniera intima e toccante il dramma dello tsunami del 2004 che ha devastato la Thailandia. Segnali dal futuro, invece, vanta una delle sequenze più spettacolari di sempre: un piano sequenza di un disastro aereo vissuto dalla soggettiva di Nicolas Cage. Il premio originalità va invece a Cercasi amore per la fine del mondo, dramedy dal sapore più agro che dolce con protagonisti Steve Carell e Keira Knightley.

Il prossimo novembre sarà la volta di Geostorm, pronto ad invadere le sale italiane con un cast all star: oltre a Butler, figurano anche anche Abbie Cornish, Andy Garcia ed Ed Harris.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.