FOX

Ennesimo arresto (e rilascio) per l'attore Shia LaBeouf [UPDATE 13/07/2017]

di -

Ancora guai con la giustizia statunitense per l'attore Shia LaBeouf. L'interprete di Trasformers è stato arrestato nella notte di sabato 8 luglio 2017.

L'attore Shia LaBeouf

349 condivisioni 26 commenti 5 stelle

Share

[UPDATE della Redazione 13/07/2017] In seguito alla diffusione del video del suo arresto, Shia LaBeouf si è scusato pubblicamente per le sue azioni. In un messaggio diffuso attraverso i social, l'attore ha detto di vergognarsi profondamente di quanto è accaduto e ha ammesso di avere dei problemi non indifferenti con l'autorità.

LaBeouf ha anche confessato di star combattendo contro la dipendenza e di star facendo il possibile per tornare sobrio. 

Mi vergogno profondamente del mio comportamento e non cercherò scuse. Non so se queste dichiarazioni siano troppo frequenti o non vengano condivise abbastanza, ma sono certo che le mie azioni richiedano delle scuse davvero sincere agli agenti che mi hanno arrestato. Sono grato per la loro compostezza. Capisco la severità con cui hanno risposto al mio comportamento.

La mia mancanza di rispetto per l'autorità è problematica per dirla con un eufemismo e completamente distruttiva al suo peggio. È un nuovo punto basso. Un nuovo punto basso che spero sia l'ultimo. Sto combattendo contro la dipendenza in modo pubblico da troppo tempo e sto attivamente facendo dei passi verso la sobrietà. Spero di poter essere perdonato per i miei errori.

[UPDATE della Redazione 12/07/2017] La polizia ha rilasciato un video dell'arresto di Shia LaBeouf in Savannah. Nel filmato, si sente l'attore imprecare contro le forze dell'ordine, e in particolare contro alcuni agenti afroamericani, chiedendo ripetutamente il perché sia finito in manette.

Sono un fottuto americano, pago le tasse. Toglietemi queste cose dalle braccia... Adesso me le togliete o siete fottuti! Per cosa state combattendo? Al vostro presidente non gliene frega un cazzo di voi, fate parte di una polizia che se ne sbatte di voi, e adesso volete arrestare della gente bianca a cui invece importa, che si limita a chiedere delle sigarette?! [...] Perché vi avrei chiesto una sigaretta se fossi razzista? Ho chiesto una sigaretta, avete detto 'No' e io ho detto 'Ok!' e poi mi avete arrestato, imbecilli! Ci sono telecamere ovunque, idioti. Ho degli avvocati milionari che sapranno fare i conti con voi, stronzi!

Segue l'articolo originale.

Pare che ci siano nuove grane legali nel futuro dell'attore statunitense Shia LaBeouf, arrestato nella notte di sabato da una pattuglia della polizia metropolitana di Savannah-Chatham. La star è impegnata in città per le riprese di un film indie intitolato The Peanut Butter Falcon, insieme a Dakota Johnson e Bruce Dern. L'ironia del destino ha voluto che in questo progetto interpreti proprio un bandito fuorilegge! 

Shia LaBeouf indossa un completo scuro e una camicia a quadretti durante un red carpetHDGettyImages
L'attore Shia LaBeouf alla premiere di Transformers

L'arresto non ha niente a che vedere con le rapine e i furtarelli del suo personaggio, dato che si tratta dell'ennesimo brutto episodio causato da un tasso alcolemico troppo alto. Nella dichiarazione rilasciata dallo sceriffo si legge che alle 4 di mattina di sabato 8 luglio 2017, Shia LaBeouf ha chiesto una sigaretta ad un passante. Quando non ha ottenuto ciò che voleva, ha manifestato una reazione violenta e disordinata, urlando oscenità e utilizzando un linguaggio volgare di fronte alle donne e ai bambini presenti. Quando gli è stato intimato di andarsene, si è rifiutato ed è diventato aggressivo anche nei confronti dell'ufficiale di polizia presente. 

L'attore è stato accusato di ostruzione, condotta violenza e ubriachezza molesta. È stato rilasciato 7 ore più tardi, dopo aver pagato la somma di 3500 dollari. 

La lunga fedina penale di Shia LaBeouf

Shia LaBeouf non ha un rapporto facile con la legge e l'ordine statunitense, tanto da non poter di certo vantare una fedina penale immacolata. All'inizio del 2017 l'attore è stato arrestato per un litigio dai toni violenti nei pressi della sua istallazione artistica a New York, anche se in seguito le accuse sono state ritirate. Noto per il suo carattere brusco e incline ad eccessi di rabbia (come testimonia il video della sua litigata a un bowling), LaBeouf è stato arrestato anche nel 2014 durante un tafferuglio scoppiato a uno spettacolo di cabaret a Broadway; più tardi è stato accertato che l'attore era ubriaco. 

Shia LeBeouf partecipa alle proteste anti Trump a New YorkHDGettyImages
Shia LeBeouf immortalato con un amico durante le proteste anti Trump

Non sempre però LaBeouf è stato nesso nei guai dal brutto carattere o da un bicchiere di troppo. Nel 2017 è stato fermato durante le proteste anti Trump. Come la collega Shailene Woodley, l'attore è noto per il suo costante impegno politico e sociale. 

fonte THR

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.