FOX  

Abuso di alcol e droghe dietro la morte di Nelsan Ellis? Lo svela il padre

di -

L'improvvisa e prematura morte di Nelsan Ellis, il cuoco Lafayette di True Blood, ha lasciato tutti senza parole. Pochi giorni dopo la famiglia ha deciso di rivelare la vera causa della sua scomparsa.

Un primo piano di Nelsan Ellis

66 condivisioni 2 commenti 0 stelle

Share

Il cordoglio collettivo e il dolore per la scomparsa scioccante e prematura di Nelsan Ellis sono ancora nell'aria.

Il cuoco Lafayette di True Blood si è spento l'8 luglio a causa di un infarto, secondo quanto inizialmente riportato.

La vera causa della morte di Nelsan Ellis

Ora, dopo un paio di giorni dalla sconcertante notizia, la famiglia dell'attore ha deciso di rivelare pubblicamente la vera causa della morte di Nelsan: un inferno di autodistruzione e disperazione in cui il ragazzo sarebbe precipitato da anni e da cui stava cercando con tutte le proprie forze di uscire.

A rompere il silenzio è stata la manager di Nelsan, Emily Gerson Saines, con un comunicato inviato a The Hollywood Reporter.

La rivelazione sarebbe una decisione del padre di Nelsan, che vuole che la morte del figlio sia un'occasione per riflettere e agire.

Un primo piano di Nelsan EllisHDGetty Images
Una foto recente di Nelsan Ellis

Il padre di Nelsan ha coraggiosamente concordato con me di condividere le circostanze del problema cardiaco. Nelsan ha sofferto di abuso di alcol e droga per anni. Dopo molto tempo trascorso in rehab, Nelsan ha cercato di disintossicarsi da solo.

La difficile disintossicazione di Nelsan Ellis

A quanto riporta la nota, la disintossicazione di Nelsan Ellis sarebbe stata lunga e difficile, tanto da provocargli ulteriori problemi.

Secondo suo padre, durante la sua disintossicazione, ha avuto un'infezione al sangue, i reni hanno smesso di funzionare, il suo fegato è aumentato di volume, la sua pressione sanguigna è crollata e il suo caro cuore ha corso senza controllo.

Un'immagine di Nelsan Ellis nel ruolo di LafayetteHDHBO
L'indimenticabile Lafayette

Il comunicato prosegue onorando la memoria di Nelsan.

Nella mattina di sabato 8 luglio, dopo 4 giorni al Woodhull Hospital, Nelsan è stato dichiarato morto. Nelsan era un'anima gentile, generosa e cortese. Era un padre, un figlio, un nipote, un fratello, un nipote e un amico grandioso per chi è stato così fortunato da conoscerlo.

Nelsan aveva fatto di tutto per lottare contro il suo problema, tanto che i suoi parenti hanno deciso di divulgare la sua coraggiosa battaglia come monito ed esempio per gli altri.

Nelsan si vergognava della sua dipendenza ed è per questo che non ne parlava volentieri quando era in vita. La sua famiglia, tuttavia, crede che nel momento della propria morte avrebbe voluto che la sua vita servisse come monito per aiutare gli altri.

Nelsan Ellis in primo pianoHDGetty Images
C'è molta commozione intorno alla morte di Nelsan Ellis

Un ricordo commosso

Sul fatto che Nelsan Ellis avesse un grande cuore e un'anima sensibile e profonda, sono d'accordo anche i suoi colleghi che hanno lavorato con lui in True Blood e che, il giorno dopo la sua morte, hanno voluto ricordarlo sui social con qualche commossa parola d'addio.

Gli amici e la famiglia hanno perso una persona cara in un modo atroce.

Secondo voi questa storia potrebbe davvero aiutare chi si trova nelle difficili condizioni in cui versava Nelsan? Siete d'accordo con la decisione della famiglia?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.