FOX

Dirk Gently, Agenzia di Investigazione Olistica Vol.2: il Dirk a fumetti è sempre più convincente

di -

La seconda uscita di Dirk Gently, Agenzia di Investigazione Olistica si intitola Un cucchiaio troppo corto e, ancora una volta, esplora in modo entusiasmante il personaggio creato da Douglas Adams.

Cover di Dirk Gently, Agenzia di Investigazione Olistica Vol.2

7 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Dirk Gently è un detective olistico che crede che tutto sia interconnesso: per risolvere i suoi casi (assurdi) usa metodi che nessun altro investigatore nemmeno prenderebbe in considerazione. E il bello è che i casi li risolve, a suo modo ma li risolve.

Partorito dalla fervida - quanto bislacca - mente di Douglas Adams (Guida Intergalattica per gli autostoppisti, Ristorante al termine dell'Universo), Dirk Gently si è conquistato una serie TV tutta sua con Elijah Wood e curata da Max Landis. Quest'ultimo, inoltre, è stato coinvolto anche da IDW in un interessantissimo progetto a fumetti che rispecchia in tutto e per tutto la vena narrativa dello scrittore britannico.

Il primo numero, già recensito su MondoFox in occasione della sua uscita, è subito risultato molto convincente. Questo secondo volume, intitolato Un cucchiaio troppo corto, è ancora meglio, sotto tutti i punti di vista.
Ecco la recensione.

Tavola di Dirk Gently Vol. 2HDsaldaPress

In questa seconda storia, Dirk viaggia tra l'Inghilterra, l'Africa e e viene in contatto con degli Alieni affamati di sesso. Sesso umano e suoni umani.
Assurdo vero? Beh, questo è il puro stile Adams che viene trasposto su carta in modo eccellente dal trio Arvind Ethan David (sceneggiatura), Ilias Kyriazis (matite) e Charlie Kirchoff (colori).

Si parte dalla sempre grigia e uggiosa Londra, in occasione di Halloween. Dirk viene chiamato d'urgenza da una sua avvenente amica che lavora come infermiera: all'investigatore viene sottoposto il bizzarro caso della famiglia Kingdom-Brown, che ha perso di botto l'uso della parola dopo un viaggio in Africa.

Poco dopo, una donna di origine proprio africana e studiosa di antropologia - Tamasha - invita Dirk a studiare una particolare tribù che ha perso l'uso delle parole. Proprio come i Kingdom-Brown. È una coincidenza? Non per Dirk.

Tavola di Dirk Gently Vol.2 con Dirk e TamashaHDsaldaPress

Arrivato nel Continente Nero, Dirk si muove con agilità fra bracconieri, elefanti e rinoceronti. Nessuno, ovviamente, capisce il suo operato ma la spiegazione è sempre quella (se di spiegazione possiamo parlare): tutto è interconnesso e il metodo olistico richiede appunto una visione più ampia dei fatti. Talmente ampia da risultare incomprensibile ai più.

Quando però, sia la tribù che la famiglia inglese senza parole cominciano a reagire alla musica, Dirk mette in atto il suo piano per risolvere il caso. Grazie ad una cena afrodisiaca, Tamasha e il dottor Madluck - un corpulento studioso dedito alla lotta al bracconaggio - finiscono a letto insieme e, grazie al loro "esplosivo" incontro, vengono alla luce i veri "ladri" di parole: degli alieni che vivono in una fantomatica quarta dimensione.

Tavola di Dirk Gently vol.2 con il dottor Madluck e TamashaHDsaldaPress
Non tutti riescono a interpretare i disegni... di un elefante?!??

La trappola, abilmente orchestrata da Dirk, scatta non appena i due amanti cominciano la loro "danza": con un'intera orchestra al seguito, il nostro detective interrompe in un colpo solo Tamasha e Madluck e mette fine al furto di voci.
I maledetti alieni bracconieri di suoni e sesso sono messi in fuga.

Il mistero è dunque risolto, in un modo come sempre inaspettato. Ma che ne vogliamo capire noi, del metodo olistico?

Tavola con gli Alieni di Dirk Gently vol.2HDsaldaPress

Durante tutta la storia, David compie un eccellente lavoro nel lasciare il lettore all'oscuro: il narratore non è onnisciente, solo Dirk lo è (pare). Ogni indizio o prova che i nostri eroi trovano sembra sollevare più domande che risposte.

Questo espediente funziona molto bene per il plot twist finale, davvero inatteso. Si può dire che lo sceneggiatore abbia applicato il metodo olistico anche alla scrittura del fumetto.

Vanno citati anche i diversi flashback inseriti nell'arco narrativo, che ci fanno conoscere l'oscuro passato di Dirk: lo stile di Kyriazis si adatta a questi momenti mutando in una specie di tratto alla Calvin e Hobbes. Questi excursus, piuttosto oscuri in verità, ci mettono davanti ai primi passi dell'approccio olistico di Dirk alla vita. E non sono certo felici.

Tavola di Dirk Gently 2 con Dirk bambinosaldaPress

Insomma l'immagine dei pezzi di un puzzle apparentemente nel caos permeano tutto il volume: dentro e fuori la storia.

Ancora una volta, come nel numero 1 della serie, troviamo numerosi e affettuosi riferimenti a Douglas Adams: dal capito 3 intitolato Un salmone di dubbio gusto ai MacDuff, dal significato di 42 al ruolo di primo piano affidato ai rinoceronti africani, che Adams amò fino al punto di creare - dopo un viaggio in Congo - l'associazione benefica Save the Rhino International.
Sono tutti amorevoli omaggi allo scrittore senza cui questa storia non sarebbe potuta esistere.

A livello di matite e colori, Ilias Kyriazis e Charlie Kirchoff creano un mondo colorato e vivo, in cui un Dirk caratterizzato benissimo è sempre al centro dell'azione: le basette, il ciuffo esagerato e il fisico non proprio prestante riflettono benissimo l'idea di Adams, ovvero quella di un uomo britannico di mezza età dotato di un'intelligenza e una parlantina eccezionali. Non siamo certo davanti a un supereroe ed è giusto così.

Cover di Dirk Gently vol.2saldaPress

Questo secondo capitolo di Dirk Gently, Agenzia di Investigazione Olistica è un esempio lampante di come si omaggia un autore e di come si possa, di fatto, espandere un universo narrativo in modo brillante e rispettoso.
Plauso a saldaPress per aver portato in Italia questa geniale serie a fumetti.

Dirk Gently, Agenzia di Investigazione Olistica Vol.2, 128 pagine a colori brossurato, è in vendita presso le librerie, le fumetterie e sullo shop online di saldaPress.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.