FOX

[Spoiler!]

Deadpool: dal set del sequel arriva una nuova foto e il primo film fa il record... di proteste!

di -

Ryan Reynolds condivide una nuova immagine dal set di Deadpool 2 e intanto il primo film si aggiudica il record... di proteste per la violenza gratuita e i contenuti espliciti.

Ryan Reynolds è Deadpool

524 condivisioni 7 commenti 5 stelle

Share

Le riprese di Deadpool 2 sono iniziate e dal set continuano ad arrivare immagini che svelano piccoli e (forse) grandi dettagli del film.

L'ultima nuova foto è stata pubblicata da Ryan Reynolds sulla sua pagina Facebook e rivela un altro (gradito e atteso) ritorno nel sequel.

E mentre l'hype dei fan per il secondo capitolo aumenta (il 2018 sembra più lontano che mai), il primo film sul Mercenario Chiacchierone fa il record... di proteste!

Ryan Reynolds condivide una nuova foto dal set

Attenzione! Possibili spoiler!

Come è stato ampiamente preannunciato, in Deadpool 2 la famiglia del Mercenario Chiacchierone si allarga, con l'ingresso di Josh Brolin nel ruolo di Cable, di Zazie Beetz e Jack Kesy in quelli di Domino e Black Tom Cassidy e di Shioli Kutsuna in una parte che (al momento) è avvolta nel mistero.

E oltre che sulle new entry, il film può contare sul ritorno dei volti noti di Morena Baccarin (Vanessa), Stefan Kapičić (Colosso), Brianna Hildebrand (Testata Mutante Negasonica), T. J. Miller (Weasel) e Karan Soni (Dopinder).

Tutti presenti? Non proprio: all'appello manca ancora un nome, ovvero quello di Leslie Uggams, interprete di Blind Al, l'improbabile "compagna di stanza" di Wade Wilson.

Ma i fan possono stare tranquilli. La terribile vecchietta cieca tornerà anche nel secondo capitolo della saga dedicata a Deadpool. A confermarlo è stato Ryan Reynolds con una foto su Facebook, accompagnata da una inequivocabile (e come sempre scorretta il giusto) didascalia:

Un altro giorno con questa meravigliosa signora. Persi l'una nelle orecchie dell'altro.

Del resto, immaginare un sequel senza Blind Al sarebbe stato impossibile. Non solo per l'interpretazione carismatica del personaggio offerta da Leslie Uggams, vincitrice del Tony Award per Hallelujah, Baby! e candidata al Golden Globe per la parte di Kizzy Reynolds in Radici, ma anche perché l'anziana donna cieca è parte integrante dell'universo di Deadpool ed è apparsa regolarmente nei primi 25 numeri del fumetto (scritti da Joe Kelly).

Deadpool: record di proteste per il film sul Mercenario Chiacchierone

Ogni anno, la British Board of Film Classification (ovvero l'organizzazione responsabile della classificazione dei film nel Regno Unito) redige una relazione sulle lamentele che riceve dai frequentatori dei cinema e (manco a dirlo) quella relativa al 2016 ha registrato un "vincitore" assoluto: Deadpool!

Come riporta Comic Book, il film sul Mercenario Chiacchierone ha suscitato un'ondata di indignazione tra gli spettatori, che si è concretizzata in 51 proteste diverse, stabilendo il record per una pellicola vietata ai minori di 15 anni. La maggior parte delle segnalazioni è arrivata per la violenza gratuita della pellicola, ma non sono mancate le denunce per il linguaggio e le scene di sesso:

Alcuni spettatori si sono detti preoccupati per il livello di violenza nel film. Ma benché sia esplicita e sanguinosa, viene mostrata in azioni frenetiche, con poca attenzione per i dettagli. Inoltre ha un tono comico e il taglio fantastico della pellicola fa sì che non sia realistica. Secondo le linee guida della BBFC, nei film vietati ai minori di 15 anni la violenza può essere esplicita, ma non deve soffermarsi su torture o ferite.

Il sequel di Deadpool cambierà registro?

I fan ovviamente sperano di no e, per come è fatto il Mercenario Chiacchierone, possono stare tranquilli. Per Wade Wilson, il report della BBFC non è affatto motivo di vergogna, ma una vera e propria medaglia al valore...

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.