FOX

I nuovi riconoscimenti di Stan Lee: Leggenda Disney e Walk of Fame

di -

A Stan Lee, noto fumettista di Marvel Comics, è stato riconosciuto il titolo di Leggenda Disney e ritagliato un posto sulla celebre Walk of Fame.

23 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

A 94 anni Stan Lee è un artista inarrestabile e, dopo aver ottenuto il titolo di Leggenda Disney, martedì 18 luglio Lee ha lasciato il proprio segno sulla celebre Walk of Fame.

Padre di supereroi Marvel come Spider-Man, gli X-Men, Iron Man e Hulk, Stan Lee ha contribuito a rendere Marvel Comics un incredibile successo e l’ennesima ricompensa per una strabiliante carriera sembra è arrivata dritta da Hollywood.

Stan Lee sulla Walk of Fame

Dinanzi il Chinese Theatre di Los Angeles, Stan Lee ha impresso le impronte di mani e piedi nel firmamento hollywoodiano, ricavandosi un celebre spazio sulla Walk of Fame.

Alla veneranda età di 94 anni, Stan Lee continua a presentarsi al lavoro ogni giorno, tanto da aver creato nel 2016 un nuovo prodotto televisivo all'avanguardia (la serie fantascientifica criminale Stan Lee's Lucky Man) con James Nesbitt ed Eve Best.

Il fumettista, durante l'evento a Los Angeles, ha dichiarato a Variety:

Vorrei provare a creare un nuovo tipo d'intrattenimento. Ciò che conta è continuare a lavorare e inventare, sperando di creare qualcosa di buono.

Stan Lee è la nuova Leggenda Disney

Durante il D23 Expo, tenutosi in California dal 14 al 16 luglio, Disney ha riconosciuto - tra le tante celebrità - a Stan Lee il titolo di Leggenda Disney.

Oltre a Lee, sono stati premiati anche la tanto amata Carrie Fisher (scomparsa lo scorso dicembre), Clyde Geronimi (regista di La carica dei 101), Jack Kirby (fumettista e collaboratore di Stan Lee), Manuel Gonzales (fumettista di Topolino) e Mark Hamill (interprete di Luke Skywalker in Star Wars).

Durante il panel Disney Legend, l'amministratore delegato di Disney Bob Iger ha condotto la cerimonia di premiazione. Stan Lee ha ritirato il suo nuovo premio con commozione, dichiarando:

Adoravo [Walt] Disney, era un'ispirazione e volevo diventare come lui. Sapere di essere qui, nella casa di Disney, a parlare di Jack Kirby [noto come Il re dei fumetti, n.d.r.] e ritirare un premio… è molto emozionante e non posso andarmene senza dire: excelsior!

La carriera di Stan Lee

Stan Lee conobbe i primi successi negli anni '60 a New York, creando prodotti come i Fantastici Quattro.

Nel corso della sua carriera, il fumettista ha creato diversi personaggi che, nonostante i superpoteri, sono piuttosto distanti dal concetto di perfezione. Basti pensare all'insicurezza di Peter Parker in Spider-Man o all'arroganza di Doctor Strange: sono entrambi supereroi dalle eccelse abilità, eppure con debolezze tipicamente umane.

Ed è proprio grazie a queste debolezze che il pubblico può sentirsi più vicino alle storie dei supereroi. 

È il lato supereroistico ad essere finzione, ma ho cercato di rendere tutto il resto il più realistico possibile. Ho cercato di pensare: se avessi un superpotere, come sarebbe la mia vita?

Grazie al supporto della moglie, venuta a mancare di recente, Stan Lee ha realizzato molti progetti finché è passato da fumettista a presidente e direttore editoriale della casa editrice Marvel Comics. Il passo da New York a Los Angeles è stato un effetto collaterale di questo colossale cambiamento. Arrivato a Los Angeles nel 1981, Stan Lee ha iniziato a sviluppare le proprietà televisive e cinematografiche di Marvel.

Per inaugurare il nuovo millennio, il fumettista ha poi fondato nel 2001 POW! Entertainment, una compagnia di produzione di media statunitense, con Gill Champion e Arthur Lieberma. 

A 94 anni, Stan Lee è ancora una macchina di creatività e, finché sarà alimentato dal carburante dell’immaginazione, potremo sperare in nuovi prodotti d’intrattenimento.

Congratulazioni a Stan Lee!

Fonte del video: Matteo Ghidoni, Kikapress.com

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.