FOX    

Le 10 Serie TV da una sola stagione che avrebbero meritato un rinnovo

di -

Nonostante il gradimento del pubblico, i nomi prestigioni e, in qualche caso, anche premi importanti, queste serie TV sono state cancellate dopo una sola stagione. Ma noi avremmo voluto che continuassero...

Il cast di Firefly

205 condivisioni 88 commenti 5 stelle

Share

Le abbiamo viste per una sola stagione, eppure hanno lasciato il segno. Ecco 10 serie TV che avremmo tanto voluto poter seguire molto, molto a lungo.

10. My So-Called Life

Mi ero ripromessa di inserire in questa selezione solo serie trasmesse anche in Italia, ma ho deciso di concedermi un’eccezione. Una sola.

Ho avuto occasione di vedere il teen drama con Claire Danes grazie al mio lavoro e, come molti altri telespettatori, ne sono rimasta affascinata.

Una giovane protagonista che ti catturava dalla sua prima apparizione in scena e argomenti “tosti” per l’epoca (la serieà fenne trasmessa da ABC fra il 1994 e il 1995). Forse proprio per questo venne osteggiata molto dalle associazioni dei genitori, che non capirono come inserire alcolismo, dipendenze e omofobia in una serie rivolta ai ragazzi li avrebbe aiutati ad affrontare tematiche con cui si confrontavano ogni giorno. Peccato...

9. Pan Am

Le protagoniste di Pan Am
La prima e unica stagione di Pan Am

Premesso che ho un debole per le serie ambientate nell’America degli anni ’60, avevo apprezzato Pan Am per molti motivi: attraverso le vite delle protagoniste, hostess dell’allora ammiratissima compagnia aerea, la serie raccontava - fra un viaggio all’estero e una relazione sentimentale - i cambiamenti nella condizione femminile in quel periodo.

Quattro protagoniste incantevoli (Christina Ricci, Margot Robbie - prima del successo mondiale con The Wolf of Wall Street e Suicide Squad, Kelli Garner e Karine Vanasse) per un’atmosfera capace di ricostruire alla perfezione quegli anni. Purtroppo solo per una stagione.

8. The Lone Gunmen

Ho avuto la fortuna di essere fra i primi a vederla in Italia, a un Telefilm Festival di molti anni fa. Non mancava nulla: il mitico trio dei Guerrieri Solitari di X-Files, la consueta aura di mistero, l’impagabile ironia di Chris Carter e la teoria del complotto. Eppure, non è bastato a farla rinnovare.

Peccato, perché la mitologia della serie partiva già avvantaggiata, ricchissima e con potenzialità pressoché infinite...

7. I Muppet

La cancellazione è arrivata come un fulmine a ciel sereno. La nuova serie de I Muppet aveva su di me - e su qualche altro milione di persone in tutto il mondo - il potere di far viaggiare indietro nel tempo, ai tempi in cui il Muppet Show era il programma per ragazzi (ma non solo: già allora parte delle battute veniva capite solo da un pubblico più adulto) più in voga dell’epoca.

Nonostante i pupazzi più celebri della TV e una schiera di ospiti eccellenti “in carne e ossa”, il ritorno in TV dei Muppet non ha dato i risultati sperati. E io ci sono rimasta davvero molto, molto male.

6. Wonderfalls

Wonderfalls
Un'immagine da Wonderfalls

Trasmessa in Italia da FOX, e rivolta principalmente a un pubblico giovane, Wonderfalls era un'interessante variante fantasy di una comedy irriverente.

La protagonista, Jaye Tyler (Caroline Dhavernas, Hannibal) lavora in un negozio di souvenir alle cascate del Niagara. La routine quotidiana è noiosa e sempre uguale, fino a quando i souvenir iniziano ad animarsi e a parlarle.

Prima di Una notte al museo, insomma, c’erano state le bizzarre avventure di Jaye. Peccato averne viste così poche.

5. The Chicago Code

Il cast di The Chicago Code

Ci sono state tante cancellazioni che mi hanno infastidita, ma questa è una di quelle che bruciano ancora. Ho sperato a lungo che il tam tam dei fan in rete costringesse la produzione a ripensarci: mi ero davvero appassionata alla storia e avrei tanto voluto sapere come sarebbe andata a finire.

Jennifer Beals nei panni del capo della polizia - in un distretto difficile - incantava. E il detective Wysocki (Jason Clarke, Terminator Genisys) era il classico poliziotto che tutti noi avremmo voluto avere a disposizione nel momento del bisogno: coraggioso, onesto ma pronto a capire quando bisognava mediare perché la situazione lo richiedeva.

Evidentemente, la corruzione annoia il pubblico statunitense. Soprattutto quando la si racconta mentre si annida fra i vertici più alti delle autorità cittadine…

4. American Gothic

American Gothic
I protagonisti di American Gothic

Una delle migliori serie horror mai viste in TV. La cui cancellazione, dopo la prima stagione di 22 episodi che non vennero nemmeno trasmessi tutti, arrivò prima di una nomination agli Emmy, fatto rarissimo per una serie del genere più snobbato dai critici. Trinity, la cittadina che faceva da sfondo alla vicenda, era il teatro del classico ed eterno scontro fra Bene e Male.

Indimenticabile il personaggio del malvagio sceriffo interpretato da Gary Cole (The West Wing).

Nel 2016 è stata trasmessa una serie omonima, ma che nulla ha a che vedere con la trama dell’originale: non si tratta di un remake, ma solo dello stesso titolo.

3. FlashForward

FlashForward
Un'immagine da FlashForward

Misteriosi e improvvisi blackout causano una perdita di coscienza collettiva. Le indagini conducono a luoghi lontani, a personaggi misteriosi ed eventi spaventosi.

Ciononostante, la serie viene cancellata - con grande disappunto del pubblico - quando ha ancora molto da svelare.

La dura legge dell’audience, che guarda solo ai numeri e non ai contenuti, colpisce ancora. E l’appassionante storia di FlashForward rimane per sempre sospesa, con un cliffhanger finale indimenticabile.

Per fortuna, ci sono i romanzi di Robert J. Sawyer da cui la serie era tratta. E quelli non li hanno "cancellati"...

2. Studio 60 on the Sunset Strip

Il cast di Studio 60 on the Sunset Street

Non sei al sicuro nemmeno se ti chiami Aaron Sorkin. Nemmeno se una delle tue guest star, il grande John Goodman, vince un Emmy per il ruolo che gli hai assegnato e ottieni una nomination perfino ai Golden Globes.

E non sei al sicuro nemmeno se ti chiami Matthew Perry e il pubblico televisivo ti ha idolatrato per un decennio in Friends. Niente da fare: l’ottima serie ambientata dietro le quinte di uno show chiaramente ispirato al Saturday Night Live è stata cancellata dopo 22 episodi. Una sola stagione, datata 2006. Apprezzatissima dal pubblico e insensatamente caduta sotto i colpi della dura legge dei numeri.

1. Firefly

“Sergio Leone incontra Guerre Stellari”. Così, all’epoca dell’arrivo in Italia, era stata definita la serie di Joss Whedon che mescolava alla perfezione western e fantascienza.

Una serie di cui avremmo voluto vedere molte, molte stagioni. Ma che venne cancellata ancor prima che tutti gli episodi girati potessero andare in onda. Il resto, come si dice, è storia: prendendosi una rivincita non da poco, nei contenuti speciali del DVD di Serenity, il sequel cinematografico di Firefly, Joss Whedon rivendica il grande successo del film, che ha sbancato i botteghini, e le potenzialità della serie. A ragione. E con il sostegno di chiunque abbia visto la serie.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.