FOX

Blade Runner 2049: il nuovo teaser svela il collegamento con il primo film

di -

Direttamente dal Comic-Con 2017, ecco un breve teaser di Blade Runner 2049 che fa luce sui tre decenni che intercorrono fra il film di Scott e il sequel.

Ryan Gosling in una scena del trailer di Blade Runner 2049

6 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Progresso e schiavitù. Blade Runner 2049 inizia esattamente come terminava l'originale a firma Ridley Scott. I replicanti sono esseri creati a immagine e somiglianza della razza umana, chiamati a lavori di fatica o ad alto tasso di rischio nelle colonie extra-mondo.

Dal 2019, anno in cui sono ambientate le vicende del primo film, nel sequel viene compiuto un salto temporale di tre decenni. 30 anni in cui sono accaduti diversi fatti, come testimonia il breve teaser del film con Ryan Gosling e Harrison Ford presentato durante il panel Warner al Comic-Con 2017.

"Ho coperto le mie tracce"

L'elemento più interessante su cui è stato costruito Blade Runner 2049 è senza dubbio il ritorno di Rick Deckard, detective in forza alla "Blade Runner" del LAPD. L'iconico personaggio di Ford rivela all'agente K di Gosling di essere un fuggiasco e di essere stato costretto a far perdere le proprie tracce durante questi anni (nel finale dell'originale Deckard, assieme alla replicante Rachel di Sean Young, fuggiva da Los Angeles).

Ma c'è di più in Blade Runner 2049: più azione, tanto per cominciare. La pellicola di Scott denotava una certa staticità, non riscontrabile invece nel sequel affidato a Denis Villeneuve che, dopo le prove generali con l'ottimo Arrival, è pronto per la definitiva consacrazione nell'ambito della fantascienza.

I replicanti? Come gli iPhone

Il nuovo sguardo al sequel offerto dal Comic-Con 2017 permette di scoprire i link tra l'originale datato 1982 e il sequel in arrivo nelle sale italiane il prossimo 5 ottobre. A far luce sulle vicende ci pensa, inoltre, il sito ufficiale del film, roadto2049.bladerunnermovie.com.

Si scopre che, dopo la morte del fondatore Eldon Tyrell (avvenuta per mano del Roy Batty di Rutger Hauer), la Tyrell Corporation nel 2020 lanciò una nuova linea di replicanti, i Nexus 8. A differenza della serie 6, i nuovi androidi non avevano un'aspettativa di vita limitata a 4 anni e disponevano inoltre di un impianto oculare che permetteva una loro facile identificazione, senza scomodare il test Voight-Kampff.

Nel 2022 ci fu un blackout globale che mise in ginocchio l'economia. La colpa ricadde sui nuovi replicanti, che furono nuovamente dichiarati illegali dal Governo. Più tardi - nel 2028 - lo scienziato/imprenditore Neander Wallace (Jared Leto) rilevò la Tyrell Corporation, sull'orlo della bancarotta. In seguito Wallace perfezionò la tecnologia dei replicanti (rendendoli più obbedienti) e lanciò sul mercato i Nexus 9.

La linea temporale fornita dal teaser di Blade Runner 2049 e dal sito virale indica come data finale il 2040, mettendo tre punti di sospensione vicino al '48. Cosa sarà accaduto in questi ultimi anni?

La pellicola sci-fi diretta da Villeneuve vanta un cast stellare: oltre ai già citati Ford, Gosling e Leto, anche Dave Bautista (è fin troppo evidente già dal trailer il suo ruolo da replicante), Robin Wright, Ana de Armas, Sylvia Hoeks, oltre al ritorno di Edward James Olmos nei panni di Gaff.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.