FOX

Sarah Paulson si unisce a Glass, il sequel di Unbreakable

di -

M. Night Shyamalan ha svelato che l'attrice Sarah Paulson è entrata a far parte del cast dell'atteso Glass, il sequel dei film Unbreakable e Split.

Sarah Paulson in primo piano

0 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Sarah Paulson è entrata a far parte del cast di Glass, il sequel attesissimo dei film Unbreakable e Split.

Ad annunciarlo è stato il regista, M. Night Shyamalan, su Twitter.

Mi sento incredibilmente fortunato a completare il cast di attori di Glass con... Sarah Paulson che entra a far parte del film.

L'attrice, classe 1974, è apparsa in American Horror Story e American Crime Story e prossimamente la vedremo in Ocean’s 18 e in The Papers di Steven Spielberg.

M. Night Shyamalan in primo pianoHDGetty Images
M. Night Shyamalan, regista di Glass

Il thriller Glass sarà un sorta di anello di congiunzione tra Unbreakable e Split. L'uscita del film è prevista per il 18 gennaio del 2019 nelle sale americane. La pellicola avrà un budget più tradizionale dei canonici blockbuster con un ampio pubblico di riferimento.

Come confermato dal regista, oltre alla Paulson nel cast troveremo James McAvoy nel ruolo di Kevin Wendell Crumb e Anya Taylor-Joy in quello Casey Cooke (già visti in Split), Bruce Willis tornerà nel ruolo di David Dunn e Samuel L. Jackson in quello di Elijah Price ovvero Mr. Glass.

Unbreakable - Il Predestinato (2000), diretto sempre da M. Night Shyamalan, racconta la storia di un uomo (Bruce Willis) che dopo un terribile incidente scopre qualcosa di incredibile su sé stesso. Split invece racconta la storia di Kevin Wendell Crumb, affetto da un disturbo dissociativo della personalità (ne ha ben 23!), che rapisce tre adolescenti.

I produttori di Glass sono Jason Blum, Marc Bienstock, Ashwin Rajan e M. Night Shyamalan per Universal.

L'ingresso di Sarah Paulson conferisce ulteriore prestigio alla pellicola: l'attrice ha vinto un Emmy Award e un Golden Globe per l'interpretazione di Marcia Clark in American Crime Story - Il caso O.J. Simpson.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.