FoxCrime  

Il finale di stagione di The Blacklist si preannuncia rivelatore

di -

Questo venerdì alle 21:05  su FoxCrime verrà svelato il mistero che da 4 anni affligge Elizabeth e tutti i fan di The Blacklist. Raymond Reddington è il padre dell’agente Keen?

105 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Si prevede un finale ricco di rivelazioni e sorprese per The Blacklist,che vedremo questo venerdì su FoxCrime. Dal promo andato in onda si intuiscono tre grandi nodi che verranno sciolti. Ma prima di capire quali siano questi tre interrogativi facciamo il punto della situazione.

Dove li avevamo lasciati?

Nell'episodio andato in onda venerdì 21 luglio, intitolato Mr. Kaplan, abbiamo visto con quanta abilità la fidata confidente di Reddington metteva in atto la sua vendetta. Dopo avergli fatto terra bruciata intorno, allontanato i suoi storici alleati, prosciugato tutti i suoi conti e consegnato tutti i cadaveri che aveva “ripulito” per lui in 30 anni, la “mite” Kate si apprestava a sferrare il colpo di grazia.

Come siamo stati abituati in queste 4 stagioni, a volere la fine di Ray non è mai una sola persona. Infatti, oltre alla sua ex assistente, sulle tracce del criminale più ricercato d’America c’è l’agente Julian Gale.

Il personaggio interpretato da Enrique Murciano è come ossessionato dall'elegante criminale e, dopo aver scoperto l’accordo tra l’FBI e Reddington, farà di tutto per dimostrare in tribunale la connivenza da parte della Task Force sui crimini commessi dal latitante col cappello, e mandare tutti in galera.

In mezzo a tutte le rocambolesche azioni di Red e Dembe per ottenere l’esatta collocazione della nemica, c’è spazio anche per i dilemmi morali di Aram. L’agente Mojtabai, esperto in informatica ma ingenuo con le donne, viene messo dinanzi ad una scelta: tradire la Task Force ottenendo l’immunità o rifiutarsi di parlare e finire nei guai?

Nel frattempo spuntano fuori anche due elementi nuovi: il nonno di Masha, interpretato da Brian Dennehy, e la chiave della “prigione dorata”, via di fuga per eccellenza preparata da Ray in caso di pericolo. La chiave di questo paradiso (un’isola dotata di ogni comfort a vita) rappresenta il ramoscello d’ulivo offerto da Reddington a Kate per evitare ulteriori spargimenti di sangue. Ma Mr. Kaplan è accecata dalla vendetta e rifiuta categoricamente l’offerta di pace.

La puntata termina con l’ultimo colpo sferrato all’ex amico e datore di lavoro: consegnarsi all’agente Gale per testimoniare contro Raymond Reddington.

 Cosa scopriremo nel finale di stagione?

Ed eccoci tornati al tanto atteso finale di stagione e agli interrogativi posti nel promo. Aram tradirà la sua squadra pur di salvare la sua carriera? Mr. Kaplan porterà a termine la sua vendetta o Ray riuscirà a fermarla in tempo? Ma l’interrogativo che più di tutti ci poniamo da 4 anni è: Raymond Reddington è il padre dell’agente Elizabeth Keen?

Dal video pare che finalmente avremo una risposta anche grazie al capo di Lizzie, Harold Cooper. Ma allora Mr. Kaplan di quale verità parla all'agente Keen? Cos'altro potrebbe rivelarle? Come al solito abbiamo mille dubbi e poche certezze. L’unica è che sarà un finale di stagione al cardiopalma, come tutti i finali ai quali ci ha abituati Jon Bokenkamp in questi 4 anni.

Forse scopriremo se Reddington (James Spader) è il padre di Elizabeth (Megan Boone), giustificando quindi rischi e pericoli corsi in questi anni per lei, o forse no. Ma se la risposta dovesse davvero giungere (finalmente), siamo sicuri che altri interrogativi più allettanti e compromettenti si presenteranno alla porta della Task Force e a quella dell’agente Keen. Raymond Reddington ci ha abituati a vedere saltar fuori scheletri da armadi senza fondo e non ci deluderà neanche stavolta.

Attendiamo, quindi, di mettere qualche punto fermo venerdì 28 luglio alle 21:05 su FoxCrime per il finale della quarta stagione. Pregustandoci già l'arrivo della quinta stagione il prossimo anno.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.