FOX

Dylan O'Brien sulle sfide di American Assassin dopo l'incidente sul set di Maze Runner 3

di -

American Assassin ha richiesto un grande impegno fisico da parte del suo attore protagonista, ma il film ha anche aiutato O'Brien a superare l'incidente che l'aveva coinvolto a marzo 2016.

Primo piano di Dylan O'Brien

0 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

A marzo 2016, Dylan O'Brien se l'era vista davvero brutta sul set di Maze Runner - La Rivelazione.

Durante le riprese, uno stunt andato male l'aveva lasciato con una contusione e diverse ferite e lacerazioni al viso (alcune fonti parlano di fratture all'osso occipitale) che, in un primo momento, avevano addirittura fatto temere per la sua vita. Per fortuna, dopo qualche settimana di riposo, l'attore si è ripreso egregiamente ed è stato in grado di rispettare i suoi impegni sui set di Teen Wolf e di Maze Runner 3.

Ma è stato un altro film, American Assassin, a rivelarsi fondamentale per il suo recupero. All'epoca dell'incidente, O'Brien aveva già firmato come protagonista nell'action-thriller di Michael Cuesta. Il suo ruolo sarebbe stato quello di Mitch Rapp, un uomo assetato di vendetta dopo la perdita della fidanzata in un attacco terroristico. Tra scene di combattimento ed esplosioni, è quasi inutile ribadirlo: la parte avrebbe richiesto notevoli sforzi fisici.

Lo stato in cui ti ritrovi dopo un incidente del genere ti fa venire voglia di scappare da tutto. Non volevo nemmeno alzarmi dal divano una volta che mi era stato permesso... perciò sì, [prendere parte al film n.d.R.] è stato un grande passo.

Dopo la titubanza iniziale, O'Brien ha deciso di non rinunciare all'opportunità offerta da American Assassin. Le riprese principali del film iniziarono proprio alla fine del suo periodo di recupero e, secondo l'attore, l'allenamento fisico e psicologico richiesto dal ruolo si sono rivelati terapeutici, aiutandolo a trovare un nuovo slancio dopo l'incidente.

Michael Keaton, il cui personaggio nel film si occupa dell'addestramento di Mitch Rapp, ha spiegato che le coreografie degli stunt hanno dovuto cambiare radicalmente per accomodare le nuove necessità del suo giovane collega.

Non volevo fargli domande o infastidirlo su quanto era successo, ma dovevo sapere quanto vicino potevo andargli e da che parte potevo rovesciarlo a terra perché non volevo colpirlo nell'area [dove si era fatto male n.d.R.]. Perciò era più difficile del solito, ma in un certo senso un'esperienza migliore. Dovevi essere molto accurato in ogni movimento.

Durante le riprese Roger Yuan, che si è occupato di allenare O'Brien per le intense scene d'azione del film, aveva commentato il recupero dell'attore elogiando il suo lavoro sul set:

American Assassin arriverà nei cinema italiani il 23 novembre 2017. Dopo essere slittato di qualche mese in seguito all'incidente sul set, il capitolo finale di Maze Runner ha un debutto previsto nel nostro paese per l'8 febbraio 2018.

O'Brien, nel frattempo, comparirà negli episodi finali della sesta e ultima stagione di Teen Wolf, che vedremo prossimamente anche su FOX.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.