FOX

James Franco ha aperto un canale YouTube dove tiene lezioni di filosofia

di -

James Franco ha pensato che filosofia e rete non fossero due mondi così lontani e ha aperto un canale YouTube dove si parla di bellezza, metafore e senso della vita.

Un primo piano di James Franco

664 condivisioni 48 commenti 5 stelle

Share

Attore, regista, sceneggiatore, poeta, letterato, modello e anche filosofo: si può dire tutto di James Franco, tranne che sia prevedibile.

Ormai a Hollywood anche essere antidivo fa parte del divismo mainstream, ma James Franco è troppo radical chic per essere "banalmente radical chic". Ed ecco che, dopo la sorpresa di vederlo in Alien: Covenant tra creature orrorifiche e snodi agghiaccianti, ora Franco si è trasformato in un Platone 2.0 che prova a parlare di filosofia da un canale YouTube.

James Franco, letterato controcorrente (anche rispetto a chi è controcorrente)

L'esperimento è potenzialmente rivoluzionario e probabilmente sarebbe stato fallimentare se non fosse stato ideato proprio da James Franco, che riesce a fondere sensualità e cultura come nessun altro.

Franco nella sua carriera è stato molte cose: è stato James Dean, è stato Jake Epping, il professore di Stephen King che viaggiava nel tempo per salvare Kennedy, è stato anche Harry Osborn nella triologia di Spider-Man e l'iconico Alien in Spring Breakers.

Ma non tutti sanno che Franco, nato a Palo Alto, è figlio di una poetessa e nipote di una scrittrice e di una gallerista, mentre il padre (scomparso recentemente), dopo aver conseguito un master MBA, si era messo a lavorare nella creatività e nel progresso della Silicon Valley.

James Franco ha ereditato l'estro letterario dal ramo materno: si è laureato in letteratura inglese e ha conseguito un dottorato a Yale, nel 2008, sempre nella stessa materia. In più ha frequentato corsi di scrittura alla Columbia University e di regia alla New York University's Tisch School of the Arts.

Saturday avo vibe ☕🍳 #jamesfranco #saturdayvibe #jamesfrancotv #jamesfrancolove ❤

A post shared by All things James Franco (@francofeen) on

La figura di James Franco si è nutrita di letteratura, carisma antihollywoodiano e seducenti ambiguità. Ora l'attore e regista ha pensato di unire la realtà virtuale con la filosofia e l'ha fatto aprendo un canale su YouTube che ha chiamato semplicemente Philosophy Time, l'ora della filosofia.

L'ora della filosofia, delle metafore e della bellezza

Nella video-rubrica c'è una figura fissa, il professor Eliot Michaelson, che Franco ha conosciuto alla UCLA. Assieme a loro troveremo una girandola di ospiti a rotazione, per lo più docenti universitari, che parleranno di diversi temi: la bellezza, il senso della vita, l'immaginazione, l'ontologia, la metafora.

Il canale sta avendo successo: l'ultimo video sulla bellezza conta 35mila visualizzazioni. Franco, in prima persona, discute con altri intellettuali di tematiche filosofiche spettinato e con la giacca in pelle.

Forse ormai James Franco sta diventando il cliché del proprio cliché, ma è bello pensare che qualcuno riesca a rimanere coerente con sé stesso, anche se la figura del letterato bello e dannato è un retaggio che negli anni '10, impalpabili e veloci, può apparire sorpassato.

Intanto su YouTube, fluttuando tra i tutorial sulle sopracciglia e le scene top di Friends, qualcuno può lasciarsi andare a un'ora di riflessioni 2.0 in mood filosofico.

Mentre apprezziamo il Franco filosofo, attendiamo l'arrivo sul piccolo schermo di The Deuce, nuova serie HBO in cui l'attore interpreta due gemelli coinvolti con la malavita durante i decenni della nascita e ascesa del genere porno.

Dopo la bellezza, il porno, gli alieni e la filosofia, attendiamo con ansia quale sarà la prossima idea dell'attore-letterato.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.