Guardiani della Galassia 3 darà molte risposte, parola di James Gunn!

di -

James Gunn inizia a rivelare qualche piccolo dettaglio sul futuro dei Guardiani della Galassia e sogna di realizzare un film dedicato ai Ravagers!

James Gunn e i suoi personaggi in un'immagine

177 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Che James Gunn si fosse trovato perfettamente a suo agio dietro la macchina da presa dei cinecomic dedicati ai Guardiani della Galassia, lo si era capito benissimo. E dopo lo straordinario successo di pubblico e critica ottenuto dai primi due film, un terzo capitolo era praticamente scontato. Anzi, talmente scontato che l'annuncio ufficiale è stato dato in concomitanza con l'uscita della seconda incursione tra le stelle di Star Lord e soci.

Siamo ancora lontanissimi da una prima sinossi ufficiale. Ma se siete tra quelli che stanno già iniziando a chiedersi quali mirabolanti avventure attendono Peter Quill, Gamora, Drax, Groot e Rocket, in vostro soccorso interviene proprio il regista James Gunn, che in un'intervista rilasciata a Collider, senza mai sbottonarsi troppo, svela qualche dettaglio sul capitolo finale di uno dei franchise più remunerativi dei Marvel Studios.

È stato abbastanza semplice scrivere questo terzo capitolo. La verità è che il primo e il secondo film coincidono con il primo e il secondo atto e in questo terzo atto sto cercando di mescolare insieme tantissime cose. Avremo moltissime risposte su diversi aspetti. Ma mi piacerebbe fare tutto questo in modo ricercato. E per riuscirci c'è bisogno di un po' di grazia ed eleganza. Sotto questo punto di vista, scrivere questo terzo capitolo ha rappresentato una sfida maggiore rispetto al passato.

James Gunn sul set di Guardiani della Galassia

In seguito il buon Gunn annuncia quando partiranno le riprese del lungometraggio al momento noto con il suo titolo provvisorio: Guardiani della Galassia Vol. 3.

Inizieremo a girare tra poco più di un anno. Non abbiamo ancora una release ufficiale ma più o meno abbiamo un'idea della data di uscita.

Ma il sogno nel cassetto del regista nato a St. Louis è quello di dirigere un film dedicato a delle vere e proprie icone del Marvel Universe. Quando gli viene chiesto se gli piacerebbe essere coinvolto in un progetto sui Guardiani della Galassia originali, lui risponde così.

Se ne sta discutendo ma di sicuro sarebbe un film interamente dedicato ai Ravagers. Il titolo sarebbe The Ravagers. C'è sempre una possibilità e io ne sarei entusiasta!

Che ci sia davvero una chance che alla ciurma di terribili pirati spaziali di Yondu (Michael Rooker) e Stakar (Sylvester Stallone) venga dedicato un personalissimo solo movie? Ai fan non resta che incrociare le dita.

Infine, il filmmaker classe '70 ci confessa qualche piccolo segreto sul suo modo di affrontare il processo creativo durante la stesura dello script di tutti i suoi lavori.

Ogni volta che inizio a scrivere un film, faccio un lavoro estremamente approfondito. Penso che scrivere una sceneggiatura sia come creare un corpo umano. Bisogna cominciare dallo scheletro, creando l'ossatura. Bisogna prendersi un sacco di tempo perché questa è la parte principale della pellicola e se fai casino qui, in seguito avrai tantissimi problemi. Creare una base davvero solida per la storia è la cosa più importante. Così scrivo un copione di circa 70 pagine che include immagini e cose del genere. Ho sempre lavorato così e l'ho fatto anche stavolta.

E voi cosa ne pensate? Vi è piaciuto Guardiani della Galassia Vol.2? Cosa vi aspettate dal terzo Awesome Mix?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.