FoxCrime  

American Crime Story, interrotte le riprese di Katrina

di -

Il capitolo Katrina di American Crime Story sta attraversando un momento tempestoso. Le riprese sono state interrotte e non si sa se e quando riprenderanno.

Un'immagine di Katrina

10 condivisioni 0 commenti 3 stelle

Share

L'uragano Katrina avrebbe dovuto essere il protagonista del terzo capitolo di American Crime Story, serie antologica sui grandi fatti che hanno spaccato l'America.

La prima stagione era stata dedicata al caso giudiziario di O.J. Simpson, mentre la seconda (in arrivo) alla morte di Gianni Versace.

Lo stop a Katrina

L'uragano Katrina, che doveva proseguire l'antologia di episodi cruciali per gli Stati Uniti, al momento si è calmato e attende un semaforo verde (che potrebbe non arrivare mai) per ripartire. A spiegare questo snodo è stato il regista Anthony Hemingway, che ha dichiarato che al momento è tutto fermo e le sorti dell'uragano televisivo dipendono solo e unicamente da Ryan Murphy.

Hemingway ha parlato con The Hollywood Reporter dello stato dei lavori.

È stato tutto messo in pausa. Nessuno sa cosa succederà. Ancora non abbiamo iniziato, non è stata fatta nessuna preparazione. E non so se si farà, è tutto in mano a Ryan Murphy [creatore e produttore della serie, n.d.r.].

L'uragano potrebbe non arrivare mai. Originariamente il progetto sembrava forte: era stato annunciato all'inizio del 2016 da Ryan Murphy, che nel suo viaggio antologico tra i crimini a stelle e strisce aveva voluto esaminare anche l'uragano Katrina e le responsabilità umane che aveva coinvolto.

Voglio che questo show sia un'analisi dei reati commessi in America dal punto di vista della loro consapevolezza sociale.

Il caso Katrina

E Katrina poteva offrire molti spunti a riguardo. L'uragano, che infuriò dal 23 agosto 2005 sul Golfo del Messico, è stato inserito tra i cinque più gravi degli Stati Uniti d'America. Causò la morte di 1836 persone, decessi che secondo Murphy si sarebbero potuti evitare.

La furia dell'uragano KatrinaHDCNN
Lo spaventoso impatto dell'uragano Katrina

Secondo me Katrina è stato un f*** crimine! Un crimine contro persone che non avevano una grande facoltà di opporsi. Questo vorrei raccontare nel mio programma televisivo.

Ma questo, a quanto pare, non è il momento per parlare dei Katrina. Murphy, dopo Il caso O. J. Simpson, aveva parlato del secondo e del terzo capitolo che sarebbero stati lavorati in contemporanea: Katrina, appunto, e il caso della morte di Versace, ucciso da un giovane serial killer a Miami.

La pausa di Katrina è dovuta a Versace?

Ora però la produzione sembra proiettata solo su Versace e Katrina è stato accantonato. 

Primo piano di Ryan MurphyHDGetty Images
Ryan Murphy si sta occupando dei capitoli di American Crime Story

A cosa è dovuta la pausa?

A dare una possibile risposta è stato lo stesso Hemingway, che ha dichiarato che Versace ha una complessità tale da richiedere un'attenzione esclusiva. A giugno FX ha annunciato che la morte dello stilista italiano avrebbe sostituito Katrina nei palinsesti televisivi, ma che il progetto sull'uragano non sarebbe stato cancellato, ma solo rimandato.

È possibile che la produzione abbia rinunciato alla lavorazione in contemporanea dei due progetti, come ha accennato lo stesso regista a THR.

Penso che il progetto Versace necessitasse di molta concentrazione, ecco perché Katrina è stato rimandato.

Penelope Cruz in fucsia per VersaceHDFX
Penelope Cruz nei panni di Donatella Versace

Attendiamo di scoprire quando verranno ripresi i lavori. Dopo Katrina, il successivo capitolo potrebbe essere dedicato allo scandalo di Clinton e Monica Lewinsky.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.