FOX

Il sequel di Karate Kid si farà, con i protagonisti originali!

di -

A breve vedremo Daniel-San e Johnny lottare ancora dopo 30 anni. Cosa sarà cambiato dal 1984? Si sentirà la mancanza del maestro Miyagi?

I protagonisti di Karate Kid del 1984

1k condivisioni 83 commenti 5 stelle

Share

Dai la cera, togli la cera!

Chi ha più di trent'anni non può non emozionarsi sentendo questa frase. E se avete provato almeno una volta nella vita a fare la mossa della gru, risultando ridicoli e inquietanti agli occhi degli altri, avete avuto un’infanzia stupenda.

Stiamo parlando di alcune delle citazioni più iconiche del film del 1984 The Karate Kid. La pellicola, diretta da John G. Avildsen (Rocky), divenne un cult delle commedie per ragazzi degli anni ’80.

Nel film, cui ne seguirono altri 3, veniva narrata l’amicizia tra Daniel LaRusso, sedicenne sfigato e vittima del bullo Johnny Lawrence, e del saggio e pacato maestro Kesuke Miyagi. La Russo, ribattezzato Daniel-San dal maestro Miyagi, impara l’antica arte del karate per poter affrontare e vincere Johnny del dojo Kobra Kai in un torneo ufficiale.

E se ancora non è scesa una lacrimuccia vi accontentiamo subito. YouTube Red ha ottenuto i diritti per un sequel del fortunato Karate Kid, in cui verranno narrate le vicende dei protagonisti trent'anni dopo il famosissimo torneo. Non vi basta? Ad interpretare i protagonisti saranno gli stessi attori di 30 anni fa. Volete di più? Il sequel non sarà un film, ma una serie TV intitolata Kobra Kai e la prima stagione prevede già 10 episodi di 30 minuti ciascuno.

Insomma, ci sono tutti presupposti per fare un tuffo nel passato, rimettersi una fascia in testa e imitare qualche mossa di karate.

Ma vediamo adesso chi erano gli attori del 1984, cosa hanno fatto in questi 30 anni e che ruolo ricopriranno in questo sequel.

Daniel LaRusso era Ralph Macchio

A vestire i panni del sedicenne di origini italiane era l’attore, anch'esso di origini italiane, Ralph Macchio. Daniel-San era un ragazzino gracile e molto insicuro, desideroso di apprendere tutto ciò che il suo anziano maestro aveva da insegnarli. Lo rese saggio, attento ascoltatore e affascinante con le ragazze.

Ralph Macchio, dopo la trilogia di Karate Kid, non fece film di grandissimo successo. L’ultimo risale al 1992 insieme a Joe Pesci, intitolato Mio cugino Vincenzo. Un’altra partecipazione degna di nota risale al 2010 nelle ultime due stagioni di Ugly Betty in cui Macchio interpreta il ruolo di Archie Rodriguez. Inoltre ha preso parte ad una puntata di How I Met Your Mother in un cameo insieme al collega e “rivale” Johnny Lawrence.

Johnny Lawrence era William Zabka

Biondo ossigenato, sguardo di sfida e un ciuffo con vita propria… stiamo parlando del bulletto Johnny Lawrence interpretato da William Zabka.

Primo allievo del dojo Kobrai Kai, gestito con principi violenti e vendicativi dal sensei John Kreese, Johnny inizierà questa guerra contro Daniel già a scuola e per strada, concludendosi poi con la finale del torneo di karate. La mossa della gru darà la vittoria a Daniel-San e uno sconfitto Johnny consegnerà personalmente il trofeo al campione.

Anche la carriera di Zabka non è mai completamente decollata, si ricorda la sua interpretazione nella serie di fine anni ’80 Un Giustiziere a New York e nei due film Shootfighter e Shootfighter 2. Anche Johnny Lawrence, come il collega Macchio, ha interpretato se stesso in How I Met Your Mother, diventando però un’apparizione più ricorrente nelle ultime due stagioni della serie.

Maestro Miyagi era Pat Morita

Il maestro Mesuke Miyagi, saggio e di poche parole, era interpretato dal compianto Pat Morita. Apparentemente innocuo e tranquillo, aveva in realtà un autocontrollo ed un equilibrio da fare invidia. Trasmetterà tutta la sua conoscenza delle arti marziali e del rispetto dell’avversario a Daniel-San, portandolo anche nel suo paese natio, e facendolo rimorchiare anche laggiù.

Pat Morita, già conosciuto per la sua interpretazione di Matsuo “Arnold” Takahashi in Happy Days, fu l’attore che trasse maggior successo dalla fortunata trilogia di Karate Kid. Prese parte anche al quarto capitolo dedicato alle arti marziali, insegnando il karate ad una giovanissima Hilary Swank. Le ultime apparizioni risalgono al 2002 nel film The Biggest Fan e al 2004 in Last Shot, in cui interpretava se stesso.

Nel 2005 il grande Pat Morita morì e con lui anche il mito del maestro Miyagi.

Le 5 cose che avremmo voluto imparare dal maestro Miyagi

Come ogni film cult che si rispetti, anche Karate Kid ha lasciato in molti ragazzi la voglia di saper fare qualcosa vista sullo schermo. Nella trilogia potremmo elencarne almeno 5:

  1. Bloccare una mosca con due bacchette
  2. Sfregare le mani in modo inquietante e curare un ginocchio rotto
  3. Ricevere un’imbarazzante macchina gialla per il proprio compleanno
  4. Imparare l’arte del karate grazie ai lavori domestici
  5. Incutere timore anche solo “prendendo il naso” dell’avversario

Cosa vedremo nel sequel Kobra Kai

Si sa ancora molto poco del sequel che vedremo nel 2018, le uniche anticipazioni riguardano i due protagonisti, Daniel LaRusso e Johnny Lawrence, e i loro destini dopo quel torneo del 1984. Johnny è caduto in un baratro di perdizione e per risollevare le sorti della sua vita decide di riaprire il dojo Kobra Kai. Daniel-San invece, ha avuto successo nella vita, ma si ritrova a dover andare avanti e a trovare un equilibrio difficile dopo la morte del suo mentore maestro Miyagi. I dissapori tra i due torneranno in auge dopo ben 30 anni e l’unico modo per risolvere le cose sarà sempre quello… a colpi di karate.

Siamo pronti a vedere due cinquantenni darsele di santa ragione? E che effetto farà vedere la mossa della gru senza lo sguardo di approvazione del maestro Miyagi? Lo scopriremo nel 2018.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.