Robert Pattinson smentisce la scena di sesso col cane sul set di Good Time: 'Stavo scherzando'

di -

Robert Pattinson fa dietrofront: quanto affermato durante la sua ospitata al Jimmy Kimmel Live! era soltanto uno scherzo.

Robert Pattinson alla prima di Good Time

53 condivisioni 1 commento 0 stelle

Share

Robert Pattinson ha fatto scalpore con un aneddoto rivelato durante una sua recente apparizione al Jimmy Kimmel Live!. In quell'occasione l'attore aveva infatti raccontato che durante le riprese di Good Time, il film diretto dai fratelli Josh e Benny Safdie, gli era stato chiesto di masturbare un cane. Pattinson si era rifiutato ed era stato quindi utilizzato un pene finto. La scena incriminata era stata poi eliminata dal montaggio del film visto in anteprima a Cannes 2017, ma avremmo forse potuto ritrovarla nei contenuti extra nell'edizione Home Video.

In seguito al suo racconto, sui social (e non solo!) si sono scatenate le reazioni violente degli animalisti. Un esito comprensibile ma che l'attore, tuttavia, non aveva previsto.

Così Pattinson ha deciso di riprendere il discorso facendo chiarezza su questa storia.
Rilassatevi: stava scherzando!

Pattinson ha così spiegato la sua intenzione di condividere la storia, a suo dire uno scherzo:

La storia che ho raccontato a Jimmy Kimmel la scorsa notte sembra essere andata fuori controllo.

Dice l'attore nelle dichiarazioni rilasciate ad Entertainment News.

Quello che non è stato capito è che questo doveva essere uno scherzo. Nessuno di noi pretendeva o immaginava che qualcosa di simile [masturbare un cane, n.d.r.] dovesse accadere sul set di Good Time.

Pattinson quindi ha difeso a spada tratta il team di Good Time, assicurando che si tratta di stimati professionisti e amanti degli animali che di certo non si sarebbero mai permessi neanche solo di immaginare una cosa del genere.

Siamo tutti amanti degli animali e chiaramente non faremmo mai niente per danneggiare un animale. Tutte le persone coinvolte in Good Time sono professionisti incredibili e hanno unito le forze per fare un film di cui sono estremamente orgoglioso.

L'attore si è inoltre preso la responsabilità di quanto è accaduto a causa del suo spiacevole scherzo:

Mi sento in imbarazzo perché in quel momento cercavo di far ridere Jimmy, solo per confonderlo e dargli un'impressione falsa degli eventi.

Purtroppo nessuno ha compreso l'humour inglese di Pattinson e in molti hanno invece creduto che stesse denunciando un lato oscuro della produzione di Good Time.

A cadere nell'inganno sono stati anche i membri della PETA (People Ethical Treatment for Animals), nota organizzazione americana no profit molto attiva nel campo della lotta contro la violenza e lo sfruttamento degli animali. Quest'ultima, dopo aver portato in tribunale il team di Qua la zampa! con l'accusa di aver obbligato un pastore tedesco a buttarsi in acque agitate contro la sua volontà (episodio tuttavia smentito dall'indagine), aveva infatti offerto il proprio sostegno a Pattinson proponendogli di lanciare un'inchiesta per verificare la legittimità dell'incidente.

A parlarne era stata la vice-presidente della PETA, Lisa Lange, che in una dichiarazione rilasciata allo stesso Entertainment News aveva detto:

La PETA dipende dagli attori e dai membri della troupe per poter intervenire quando vedono il maltrattamento, sia che coinvolga un cane che viene costretto a buttarsi in acqua come sul set di Qua la zampa! sia un attore di serie A a cui venga chiesto di molestare il suo cane co-protagonista.

La Lange aveva inoltre lodato il comportamento di Pattinson, sottolineando come nelle parole dell'attore si attribuisse parte della responsabilità all'addestratore del cane:

Robert Pattinson è un tipo che ci piace (come tutti coloro che hanno un cuore) perché ha rifiutato di masturbare un cane - che è come la violenza su un bambino - e perché ne ha parlato, in modo che il pubblico possa vedere che ancora una volta la priorità degli addestratori è il denaro e che gli interessi e il benessere degli animali vengono spesso ignorati.

Ma cosa aveva dichiarato Robert Pattinson durante la sua ospitata al Jimmy Kimmel Live?

Pattinson, come si può vedere nel video che segue, parlando del film Good Time aveva raccontato di una scena in cui il suo personaggio dormiva con il suo cane e, per dimostrargli il suo affetto, durante l'episodio l'uomo masturbava l'animale. All'origine di questa scena eliminata c'era, secondo quanto detto dallo stesso attore, un'affinità tra l'animale e il personaggio da lui stesso interpretato.

Tra lo sgomento dei telespettatori dello show, Pattinson ha poi continuato:

Ho chiesto consigli all'addestratore perché il regista mi diceva 'fallo sul serio, non fare la fighetta'. E il padrone del cane: 'Beh, è un animale da monta. Devi solo massaggiarlo in mezzo alle gambe'. E io: 'Massaggiarlo in mezzo alle gambe?' Non ero d'accordo a farlo davvero, quindi abbiamo usato una protesi.

È stato uno scherzo di cattivo gusto, che ha sollevato un polverone e ha rischiato di compromettere l'immagine di un film in Italia ancora inedito.

Eppure non è la prima volta che la "leggerezza" di Pattinson causa problemi alla produzione di un film. In precedenza, lo stesso attore aveva affermato di aver fatto un po' di capricci sul set di Twilight, al punto di rischiare il licenziamento. Robert aveva giustificato il suo comportamento in virtù della sua scarsa esperienza e della sua allora giovane età, definendosi tuttavia maturato. Ma a quanto pare non è così.

Forse Pattinson non si rende ancora conto dei problemi derivanti dalla sua celebrità? 

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.