FOX

Disney e Netflix: annunciato il divorzio dal servizio streaming

di -

Disney ha annunciato il divorzio da Netflix e il lancio di una piattaforma streaming entro il 2019. Il progetto prevede anche un canale di eventi sportivi.

Walt Disney Company

161 condivisioni 8 commenti 0 stelle

Share

Disney ha annunciato il lancio di un proprio canale streaming nel 2019. Si è consumato così il divorzio con Netflix, che potrà continuare a avere in catalogo le produzioni Disney fino al 2018.

Gli utenti del servizio non vedranno titoli come il sequel di Frozen, Toy Story 4 e il remake del Re Leone. L’annuncio è stato dato proprio in contemporanea con il comunicato Netflix riguardante l’acquisizione della società di fumetti Millarworld. Sembrerebbe quindi che all’interno della stessa Netflix siano in atto degli importanti cambiamenti.

Toy Story 4 Disney

In realtà, Disney aveva già testato un servizio di streaming in Gran Bretagna. Dal 2015, infatti, le famiglie inglesi potevano abbonarsi al costo di 9,99 sterline al mese. Il progetto attuale, invece, prevede il lancio di un servizio di streaming basato sulla programmazione del canale sportivo ESPN e il lancio della piattaforma con i contenuti Disney e Pixar nel 2019.

ESPN trasmetterà circa 10mila appuntamenti, tra cui i campionati americani di baseball, hockey, tennis e calcio. Per la realizzazione del suo progetto Disney ha acquisito il controllo di un gruppo tecnologico specializzato in servizi video. Si tratta della BAMTech, una società che ha creato il sistema video per il circuito della Major League di Baseball. Disney possedeva già parte della società e ha incrementato la propria quota pagando 1,58 miliardi di dollari, pari al 42% della compagnia. Quest’ultima quota si va a aggiungere al 33% già in possesso della Walt Disney Company e acquisito per 1 miliardo di dollari. Insomma, l’investimento è molto importante. Per il momento, però, non sono state prese decisioni sulle produzioni Marvel e Lucasfilm (la compagnia che produce i film di Indiana Jones e Star Wars).

Indiana Jones 5, Disney

Cosa succederà ora a Netflix? In realtà non è il primo divorzio che si consuma all’ombra del servizio di streaming. Nel 2011, Starz Entertainment aveva già ritirato il proprio catalogo di mille film da Netflix. Nei prossimi mesi non mancheranno sicuramente le novità, visto che la partita più importante per film e serie TV si sta giocando sulla piazza dei servizi di streaming.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.