Justice League: i reshoot servirebbero ad alleggerire i toni del film!

di -

Dopo il parere di Ben Affleck sui reshoot di Justice League è il turno di Joe Morton, che nel film sarà il Dr. Silas Stone, di darci la sua opinione riguardo alle riprese aggiuntive affidate a Joss Whedon.

La Justice League e Joss Whedon, il regista a cui sono stati affidati i reshoot

40 condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

Solo ieri vi avevamo riportato l'opinione di Ben Affleck in merito ai reshoot di Joss Whedon che si sono resi necessari per completare le riprese di Justice League lasciate incompiute da Zack Snyder. Oggi, invece è stato Joe Morton a prendere la parola e a esprimere la sua opinione, prontamente ripresa da ComicBook, su un argomento che sembra destinato a durare ancora a lungo.

Nel nuovo cinecomic del DCEU, che farà il suo debutto nelle sale italiane il prossimo 16 novembre, l'attore newyorkese classe '47, che in molti ricorderanno nei panni di Miles Dyson in Terminator 2 - Il giorno del giudizio, interpreterà nuovamente il Dr. Silas Stone. Il padre/creatore di Victor Stone/Cyborg (Ray Fisher), che aveva già fatto una breve apparizione in Batman v Superman: Dawn of Justice, è stato richiamato sul set di Justice League per girare alcune scene aggiuntive.

Ho sentito che gli studios avevano la necessità di rendere Justice League un po' più leggero. Per loro il film era troppo cupo. Non so in che modo questo bisogno si traduca in termini di reshoot ma è quello che ho sentito. Quindi penso che alcune riprese aggiuntive siano servite a questo.

E visto che il personaggio di Morton è strettamente legato a quello di Ray Fisher è lecito ipotizzare che l'obiettivo dei piani alti della divisione cinematografica del publisher di Burbank, fosse quello di rendere il ruolo di Cyborg meno oscuro e un pochino più digeribile. La conferma a questa ipotesi arriva direttamente nella stessa intervista.

Beh, il mio lavoro si è limitato a piccoli frammenti e a qualche battuta, niente che avesse a che fare direttamente con il tono del film. Ma so che con Ray Fisher, il ragazzo che interpreta Cyborg, sono stati fatti alcuni aggiustamenti per cercare di sistemare il tono del suo personaggio.

Probabilmente questa querelle non si esaurirà nemmeno dopo che la pellicola avrà terminato la sua corsa al box office, quindi non ci resta che metterci comodi e attendere il prossimo capitolo.

E voi cosa ne pensate? Vi piace l'idea di stemperare un pochino i toni oscuri di Justice League? O avreste preferito che il DCEU continuasse a distinguersi dal MCU?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.