L'hashtag compie 10 anni e Twitter festeggia il proprio simbolo iconico

di -

L'hashtag di Twitter compie dieci anni: il simbolo iconico entrato nei dizionari e nel linguaggio comune di tutto il mondo festeggia oggi la prima decade.

Hashtag

1 condivisione 0 commenti 0 stelle

Share

Era il 23 agosto 2007 quando Chris Messina (Google, Uber, BarCamp) proponeva per la prima volta l’hashtag. Da quel giorno sono trascorsi 10 anni durante i quali il cancelletto è diventato un simbolo iconico.

Il primo hashtag della storia è stato dunque il #barcamp di Messina. La sua idea era di usare quel simbolo per organizzare tutti i messaggi riguardanti i gruppi. In effetti, la sigla BarCamp indica una rete internazionale di conferenze in cui i partecipanti suggeriscono i temi da trattare.

Più tardi, il simbolo si è trasformato in una etichetta per raggruppare i messaggi inerenti lo stesso argomento o lo stesso evento. In poco tempo, ha persino varcato i confini di Twitter per diventare di uso comune anche su altri social come Instagram e Facebook.

Nel 2012 è risultata la parola più utilizzata nel mondo e oggi gli utenti di Twitter usano ogni giorno circa 125 milioni di hashtag. Insomma, una vera e propria invasione che ha ottenuto la consacrazione linguistica nel 2014, quando la parola hashtag ha fatto il suo ingresso nelle pagine dedicate alla lettera H dell’Oxford Dictionaries. Twitter ha deciso di festeggiare proponendo il proprio #Hashtag 10, oggetto di infiniti retweet!

Gli hashtag da record

Volete sapere qual è l’hashtag più usato in Italia? Nel nostro Paese il record è stato vinto da #Expo2015, #MafiaCapitale, #Referendum, #FamilyDay e #Petaloso.

Quelli più usati a livello internazionale, invece, sono legati a eventi drammatici come #JeSuisCharlie (in ricordo delle vittime dell’attentato del 7 gennaio 2015 nella redazione del giornale satirico Charlie Hebdo), #PrayForParis (lanciato per esprimere solidarietà dopo l’attentato terroristico al Bataclan del 1 novembre 2015) oppure #LoveisLove usato persino da Barack Obama. Il Presidente usò #LoveisLove per festeggiare l’abrogazione del DOMA, la legge federale che impediva i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Uno degli hashtag più famosi, però, è stato #TheDress nel 2015. Ve lo ricordate? Si riferiva all’assurda diatriba per stabilire il colore di un vestito. La questione divenne un vero e proprio caso con migliaia di persone impegnate a stabilire se il suddetto abito fosse blu e nero oppure oro e bianco. Persino personaggi noti come Taylor Swift diedero il loro contributo per rendere virale il tweet.

Tra i profili con il maggior numero di follower di Twitter non si può non citare quello di Papa Francesco con i suoi milioni di seguaci. Proprio grazie all'ingente numero di fedeli che segue il profilo @Pontifex, il Papa ha decretato il successo di hashtag come #LaudatoSi.

Infine, non possiamo non menzionare gli hashtag più citati nelle categorie cinema e TV. L’hashtag cinematografico più usato è #StarWars, mentre la serie televisiva più twittata è #TheWalkingDead.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.