FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 7: recap di The Dragon and the Wolf, il finale di stagione

di -

La Grande Guerra è alle porte, ma chi ci sarà a combatterla?

Jon Snow turbato

1k condivisioni 88 commenti 5 stelle

Share

Attenzione! Possibili spoiler!

Con The Dragon and the Wolf siamo arrivati al traguardo di questa settima (strepitosa) stagione di Game of Thrones.

Abbiamo visto tante alleanze solidificarsi e altre sgretolarsi, abbiamo assistito a un epico incontro (o sarebbe meglio dire scontro?) tra le varie forze al potere e, infine, siamo tornati alla Barriera. In quest’ultimo episodio di Game of Thrones 7 ciò che ci siamo dovuti chiedere è stato: ma è davvero la morte l’unico e vero nemico?

Ci sono tante cose di cui parlare, per cui armatevi di caffè (o pazienza, a voi la scelta) e seguite le tappe di The Dragon and the Wolf con noi!

Fossa del Drago: tutti in arena

Tutti a fossa del Drago
L'incontro-scontro

Ad Approdo del Re si sono riunite le due grandi forze in lizza per il Trono di Spade: Cersei Lannister (spalleggiata dalla Montagna, Euron Greyjoy e il fido Jaime) e Daenerys Targaryen (preceduta dalla sua corte di fidi consiglieri, Jon Snow e il Mastino). Le due hanno dato vita, ognuna dall’alto del proprio trono (e stizza), a un incontro formale per discutere di una possibile tregua.

Daenerys arriva con Drogon a Fossa del drago
Ladies and gentlemen, Daenerys Targaryen!

Mentre Cersei è sembrata piccata per un mix di elementi (il ritardo di Dany, l’imponenza dei suoi draghi, suo fratello Tyrion e probabilmente anche l’assenza d’alcool nel sangue), Daenerys ha pensato di ingigantire la sua entrata in scena (altro che rullo di tamburi e alzate di sipario, meglio i draghi!) dopodiché ha lasciato che fosse Tyrion a intercedere in suo favore.

Dopo una sequenza poco piacevole (e ridicola) con protagonista Euron Greyjoy, le fazioni hanno dibattuto sull’importanza di una tregua, che si è fintamente prestabilita dinanzi l’evidenza. Il Mastino ha mostrato ciò che gli è costato un viaggio oltre la Barriera: un morto è balzato fuori dalla sua cassa di legno per strisciare verso Cersei. L’orrore sul suo viso (e quello dei presenti) ha reso ben chiara la sua posizione riguardo la tregua. La Grande Guerra è alle porte e bisogna combatterla tutti insieme. Il messaggio è stato chiaro a tutti (tranne a Euron che ha deciso di tirarsi indietro).

Peccato che Jon Snow non abbia mai imparato a mentire in vita sua (sembra quasi di sentire la voce di Ygrette fuori campo che grida “Non sai niente!”): quando Cersei gli ha chiesto di giurarle fedeltà, il povero Re del Nord ha ammesso di averlo già fatto con Daenerys (che poi, neanche la soddisfazione di vederlo inginocchiarsi).

"Ci vorrebbe proprio un bicchierino adesso"

Se a una donna incinta non si dovrebbe mai remare contro per puro principio, figurarsi quando la donna in questione è Cersei Lannister (per di più astemia da chissà quanto!). La regina è andata su tutte le furie dinanzi quella netta presa di posizione e se n’è andata in tutta la sua fierezza lasciando tutti da soli in un mare di morte e disperazione.

Tyrion alla riscossa: riunione di famiglia tra vino e minacce di morte

Nel caso avessimo avuto dubbi fino ad ora riguardo la loro appartenenza famigliare, Tyrion e Cersei hanno dimostrato di essere fratello e sorella dinanzi il calice di vino.

Il loro incontro-scontro è stato uno dei più attesi (quasi quanto l’incontro tra Jon e Daenerys o la riunione tra gli Stark) di questa stagione, e vederli finalmente nella stessa stanza - a discutere di probabili pene di morte - ha certamente ripagato l’attesa.

Sete di vendetta (e di vino)

Mentre Tyrion ha sfidato sua sorella in un duello di parole crude condite con un pizzico di sentimentalismo, Cersei è rimasta coerente con sé stessa: non le importa di nulla se non della sua famiglia, e il bambino che porta in grembo ne è una chiara testimonianza. Tyrion ha dedotto il suo stato interessante (forse perché lei non ha neanche sfiorato il bicchiere di vino?) e ha cercato di sfruttare questa novità a suo favore.

Ed ecco che poco dopo i Lannister sono tornati nell’arena, pronti ad accettare la tregua e a rendere disponibili le proprie truppe per combattere l’esercito dei Morti. Ottima poker face, Cersei!

La maledizione di Daenerys

La Madre dei Draghi ne aveva già discusso nel precedente episodio con Tyrion, eppure in The Dragon and the Wolf a riaprire l’argomento è stato Jon Snow: Daenerys non può avere figli, i draghi sono gli unici che mai avrà.

Daenerys spiga che non può avere figli
Non posso avere figli.

Aver perso Viserion è stato un duro colpo per la Targaryen (ignara del destino del suo povero drago), ma molti fan si sono posti una domanda: e se questa perdita avesse in qualche modo spezzato la maledizione? Ai tempi in cui la Khaleesi suggellò il patto per salvare Khal Drogo dalla morte, la sacerdotessa Mirri Maz Duur non soltanto le uccise il bambino che portava in grembo, ma le disse che non avrebbe potuto avere più figli. In seguito, Daenerys divenne madre dei tre draghi. E se la morte di Viserion avesse spezzato questo circolo vizioso? In fondo la sacerdotessa le disse:

Solo la morte può ripagare la vita.

In quest’episodio c’è stato un dolce epilogo per una coppia che ha diviso i fan in due fazioni nette: Jon Snow e Daenerys hanno finalmente reso giustizia alla chimica dei loro sguardi, suggellando questo nascente sentimento tra le lenzuola. Ed ecco che la teoria della maledizione spezzata ritorna.

Jon bacia Daenerys
Finalmente!

E se Daenerys aspettasse il figlio di Jon Snow?

Grande Inverno: il branco sopravvive

Sin dal suo ritorno a casa, Arya non ha fatto altro che battibeccare con sua sorella. Il loro rapporto bellicoso ha rovinato la tanto attesa rimpatriata e, dopo varie minacce di morte (a vuoto, ma forse non tanto), le due Stark hanno finalmente giocato d’astuzia per abbattere un nemico comune.

Arya uccide Ditocorto
ByeBye Lord Baelish

Ditocorto è sempre stato un abile burattinaio, soprattutto con Sansa, che si è dimostrata il perfetto burattino da manovrare finché non è arrivata Arya. Lady Stark ha giustiziato Lord Baelish con l’aiuto (e la spada) di sua sorella, condannandolo per i tanti (e chi li conta più!) crimini commessi. Un problema in meno.

D’inverno dobbiamo proteggerci gli uni con gli altri, condividere il calore, mettere assieme le nostre forze.

Una vera tregua sembra essere giunta anche a Grande Inverno. Le due sorelle hanno archiviato i rancori repressi e insieme sono tornate sul viale dei ricordi, guardando l’orizzonte imbiancato e ricordando le parole sagge di Ned Stark.

Quando la neve cade e i venti gelidi soffiano, il lupo solitario perisce mentre il branco sopravvive.

Sono stati lupi solitari per sette stagioni e ne sono usciti vivi a stento, perché è insieme che gli Stark riusciranno a sconfiggere ciò che li aspetta. E non sarà facile.

La verità su Jon Snow

Il bastardo di Grande Inverno presto scoprirà le sue vere radici, ma nel frattempo Bran ha deciso di rivelare l’epica verità a Samwell, il nostro eroe scrivano di ritorno dalla Cittadella con una preziosissima informazione che è persino sfuggita al Corvo con Tre Occhi.

Rhaegar Targaryen bacia Lyanna Stark
La verità sui genitori di Jon

Dando uno sguardo al passato, abbiamo visto Rhaegar Targaryen sposare legittimamente Lyanna Stark rendendo il loro bambino il legittimo erede al trono dei Sette Regni. Un bambino il cui nome non è Jon Snow (come già sapevamo da tempo), bensì Aegon!

Il matrimonio ha dunque smentito le basi su cui faceva affidamento la Ribellione di Re Robert, il quale accusò Rhaegar di aver rapito e stuprato Lyanna. La preziosa testimonianza di Sam ha permesso a Bran di appurare con i suoi occhi la veridicità di quell’unione, confermando ancora una volta la legittimità di Jon - Aegon Targaryen - Snow (arriverà a superare Daenerys con tutti questi nomi?). Ma riuscirà il Re del Nord a tornare a casa in tempo per scoprire le sue origini?

L’inverno è arrivato

Jaime a cavallo tra la neve
Neve ad Approdo del Re

Cersei Lannister è una perfetta giocatrice d’azzardo perché sa sempre quando è il caso di bluffare (a differenza di Jon). Dopo aver acconsentito ad aiutare Jon e Daenerys nella loro battaglia contro gli Estranei, la regina ha rimproverato l’ingenuità di Jaime. Cersei non ha alcuna intenzione di aiutare i suoi nemici, ma piuttosto preferisce che si ammazzino tra di loro in modo da dover sconfiggere poi soltanto chi ne uscirà vincitore.

“Nessuno mi abbandona”, ha profeticamente sentenziato la matriarca Lannister spiegando di aver inviato Euron Greyjoy a recuperare la Compagnia d’Oro (composta da migliaia di soldati) finanziata dalla Banca di Ferro. Chi ha detto che la matematica non è importante per vincere una guerra?  

Separazione in corso

Jaime non è affatto d’accordo con questa scelta. Aver visto un Estraneo davanti ai suoi occhi deve averlo traumatizzato più di Cersei e, basandosi su questa forte divergenza d’opinioni, il primo cavaliere ha preferito allontanarsi prima che la sorella/amante lo condannasse a morte per mano della Montagna. Questa separazione tra i due Lannister avrà delle ripercussioni nella prossima stagione: Jaime è sempre stato il perno portante del mondo di Cersei. Senza di lui, che cosa ne sarà del suo futuro?

E, mentre ad Approdo del Re iniziano a cadere i primi fiocchi di neve, alla Barriera il pericolo è diventato ufficialmente realtà.

Viserion vola in alto nel cielo
Nel blu dipinto di blu

Abbiamo sempre saputo che questo momento sarebbe arrivato e, dopo l’ultimo episodio, la marcia degli Estranei verso i Sette Regni si è ancor di più concretizzata. Ma è in questo episodio che il panico ha tutto il diritto di diffondersi.

Emulando lo sguardo sconvolto del povero Tormund dall’alto della Barriera, abbiamo osservato l’esercito degli Estranei fermarsi sotto le alte mura. L’assenza del Re della Notte non è sfuggita a nessuno, così come il suo trionfale ingresso. Vi ricorda qualcuno?

Dany e il Re della notte: fuoco e ghiaccio
Fuoco e Ghiaccio

In groppa a Viserion (ormai passato al lato oscuro), il Re della Notte non ha certamente gridato Dracarys, ma ha comunque impartito l’ordine di radere al suolo la Barriera. Ed è ciò che Viserion ha fatto, utilizzando le sue nuove fiamme blu (e non ghiaccio). La Barriera non ha potuto resistere a lungo e ha ceduto sotto la furia del drago. Non sappiamo che fine abbiano fatto i Guardiani della Notte (né Tormund e tutti coloro che erano alla Barriera), ma ciò che sappiamo è che l’Inverno è arrivato, la Grande Guerra è qui e il Re della Notte sta volando su un drago!

Viserion guidato dal Re della Notte
Viserion sputa fuoco blu?

Piccole scene (da non dimenticare)

In ottanta minuti di episodio non potevamo certamente dimenticarci di alcune piccole chicche. Partiamo da Fossa del Drago: lo sguardo terrorizzato del Mastino quando ha visto Brienne in lontananza è stato esilarante, ma ancor di più la loro conversazione dal tono pacifico. Chissà cosa ne penserà Tormund! Inoltre il Mastino ha avuto il piacere di riunirsi anche con una seconda persona: la Montagna, nonché suo fratello. Troppe emozioni in soli dieci minuti per un uomo (non così) tanto impassibile: cos'era quello, un sorriso?

Il Mastino sorride insieme a Brienne
Povero Tormund

A Roccia del Drago il povero Jorah viene nuovamente eclissato dall'influenza di Jon Snow sulla Madre dei Draghi, mentre ad Approdo del Re Theon Greyjoy sembra trarre forza dal perdono del Re del Nord, tanto da riconquistare la flotta dei suoi uomini a suon di pugni - e ginocchiate tra le parti basse che non fanno più effetto (grazie Ramsay?) - per salvare sua sorella Yara dalle grinfie di Euron. Chissà come andrà a finire!

La sequenza migliore però è avvenuta alla Fossa del Drago: Brienne di Tarth ha parlato in modo schietto e sentito con Jaime beccandosi prontamente gli sguardi assassini di Cersei, che in quest’episodio ne ha distribuiti a sazietà come le caramelle il giorno di Natale. Altro che draghi, Cersei sputa fuoco dagli occhi!

Cersei disgustata
Adesso vi incenerisco io -cit

La settima stagione di Game of Thrones è giunta al termine e probabilmente per l’ottava (e ultima) dovremo aspettare un po’ più del solito. Nel frattempo, avremo tempo per speculare sulle tantissime teorie che tempestano questa straordinaria serie televisiva e soprattutto avremo modo di riflettere su ciò che ci aspetta in futuro. Chi riuscirà a vincere questa battaglia tra fuoco e ghiaccio?

Concludiamo questo percorso chiedendo la vostra opinione (cos’è che non vi ha convinto di questa stagione e cos’è che invece vi ha soddisfatto) e ricordandovi che ormai l’inverno è arrivato!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.