FOX

Tobe Hooper è morto: addio al regista di Non Aprite Quella Porta e Poltergeist

di -

Hollywood dice addio al "papà" di Leatherface. Tobe Hooper, il regista del classico dell'horror Non Aprite Quella Porta, si è spento in California all'età di 74 anni.

Tobe Hooper sul red carpet dei Masters of Horror

87 condivisioni 0 commenti 3 stelle

Share

Hollywood dice addio a un grande maestro dell'horror. Sabato 26 agosto 2017 è morto Tobe Hooper.

Come riporta Variety, il regista di Non Aprite Quella Porta si è spento a Sherman Oaks, in California, all'età di 74 anni.

Il medico legale della Contea di Los Angeles ha dichiarato che si è trattato di un decesso per cause naturali.

Non Aprite Quella Porta e Leatherface

Tobe Hooper era nato nel 1943 ad Austin, in Texas, ed è approdato al mondo del cinema dopo avere lavorato come professore universitario.

È stato proprio con una piccola squadra di studenti e appassionati che nel 1974 ha girato il film che l'ha reso famoso e che è considerato una pietra miliare del cinema horror: Non Aprite Quella Porta (The Texas Chain Saw Massacre).

Non Aprite Quella Porta: LeatherfaceHDVortex
Leatherface in Non Aprite Quella Porta di Tobe Hooper

Realizzata con un budget di meno di 300mila dollari, la pellicola è stata una delle produzioni indipendenti più redditizie degli anni '70 e ha creato il mito di Leatherface.

Il maniaco omicida con la motosega è diventato una delle icone del genere slasher e ha consacrato Tobe Hooper tra i maestri della paura, accanto a George A. Romero e John Carpenter.

Il personaggio dell'assassino cannibale, con il "vezzo" di indossare maschere fatte con la pelle delle sue vittime, trae spunto dal serial killer Ed Gein e la storia di Non Aprite Quella Porta è stata presentata come basata su fatti davvero accaduti. Ma la pellicola non racconta un reale episodio di cronaca, bensì è ispirata solo in parte alle terrificanti imprese di Gein.

Tobe Hooper ha scelto di utilizzare la formula del mockumentary per creare una fama sinistra intorno al film e spaventare di più il pubblico ed è decisamente riuscito nel suo intento.

Non Aprite Quella Porta è stato vietato in diversi paesi, ma nonostante la censura è stato proiettato ininterrottamente per 8 anni in cinema e drive-in e ha incassato più di 30 milioni di dollari. È non è tutto.

Come riporta The Hollywood Reporter, alcuni dei più illustri rappresentanti dell'horror hanno reso omaggio alla memoria di Tobe Hooper, spendendo parole piena di stima proprio per la storia di Leatherface.

John Carpenter ha definito la pellicola "un lavoro seminale nel cinema horror"William Friedkin ha dichiarato:

[Tobe Hooper, n.d.r.] era un uomo gentile e di buon cuore, che ha girato il film più terrificante di sempre.

Nel 1986, il regista è tornato sul luogo del delitto (letteralmente) con Non Aprite Quella Porta - Parte 2, ma il film non ha avuto lo stesso successo del primo.

Negli anni successivi, il personaggio di Leatherface è stato riproposto in Leatherface - Non Aprite Quella Porta III (1990) da Jeff Burr, che ha strutturato la pellicola come un sequel dell'originale del 1974, nel reboot del 1994 Non Aprite Quella Porta IV con Renée Zellweger e Matthew McConaughey, nel remake del 2003 di Marcus Nispel e nel prequel del 2006 Non Aprite Quella Porta: L'Inizio, diretto da Jonathan Liebesman e prodotto da Michael Bay.

Un altro tentativo di seguito dell'originale è stato Non Aprite Quella Porta 3D, girato nel 2013 da John Luessenhop. 

Ultimo in ordine di tempo è il prequel Leatherface di Alexandre Bustillo e Julien Maury, atteso nei cinema italiani il 14 settembre 2017.

Poltergeist e Le Notti di Salem

Oltre che di Non Aprite Quella Porta, Tobe Hooper è l'autore di altri due cult del cinema e della TV: il film Poltergeist - Demoniache Presenze e la miniserie Le Notti di Salem.

Il regista ha diretto la pellicola (scritta e prodotta da Steven Spielberg) sulla terrificante avventura soprannaturale della famiglia Freelings nel 1982, sostenendo di avere avuto esperienze analoghe durante l'adolescenza, in seguito alla morte del padre. La sua dichiarazione ha contribuito a creare la reputazione maledetta del film, accresciuta negli anni successivi da numerosi eventi luttuosi e inspiegabili.

Poltergeist di Tobe HooperHDMGM
Poltergeist (1982) è un altro cult horror diretto da Tobe Hooper

La miniserie televisiva, basata sull'omonimo romanzo di Stephen King, è considerata un'altra delle migliori prove di Tobe Hooper. Pur discostandosi molto dalla trama del libro, ha riscosso un buon apprezzamento da parte di pubblico e critica e nel 1987 ha avuto un seguito, I Vampiri di Salem's Lot, diretto da Larry Cohen.

Ma è senza dubbio per Leatherface che Tobe Hooper sarà ricordato. L'orrore generato dal feroce assassino cannibale e dal rumore della sua motosega non finirà mai.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.