FOX

[Spoiler!]

Debutto alla regia per Claudio Santamaria: The Millionairs a Venezia 74

di -

L’apprezzato attore italiano Claudio Santamaria esordisce alla regia con il cortometraggio The Millionairs, che viene presentato in anteprima alla 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Claudio Santamaria regista del corto The Millionairs

32 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Attore apprezzatissimo del cinema italiano, Claudio Santamaria diventa regista. Il debutto dietro la macchina da presa è con il cortometraggio The Millionairs, pellicola ispirata all’omonima opera dell’illustratore Thomas Ott. Il corto – distribuito da Lucky Red – ha una durata di quattordici minuti e porta in scena le vite intrecciate di cinque personaggi, che si ritrovano legati da un filo oscuro.

Il lavoro d’esordio di Santamaria viene battezzato in una cornice prestigiosa come quella della 74esima  Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove The Millionairs verrà presentato in anteprima il 6 settembre nell’ambito delle Giornate degli Autori.

In  merito alla stesura del copione e alla genesi del cortometraggio, Santamaria ha raccontato:

Della graphic novel di Thomas Ott mi ha colpito, per prima cosa, la grande forza espressiva delle immagini, che ho trovato assolutamente cinematografiche; il tema, l’umanità incastrata in un circolo vizioso che si ripete all’infinito messo in moto dall'avidità.

Particolarità curiosa di The Millionairs è la totale assenza di dialoghi, su cui sempre il regista ha dichiarato:

L’elemento forse più importante è il fatto che fosse senza dialoghi, cosa che mi ha permesso di raccontare la storia utilizzando il cinema nella sua forma più pura, attraverso, cioè, il racconto per immagini.

Claudio Santamaria sul red carpet di Giffoni 2016HDGettyImages

L’ispirazione: Thomas Ott

La storia che Santamaria racconta nel suo cortometraggio ricalca nello svolgimento quella del racconto per immagini dello svizzero Thomas Ott, che nel gennaio 2003 diede alle stampe il volume Dead End. L’opera, che fece seguito al precedente horror Greetings from Hellville, conferma la dotata matita black & white del disegnatore.

Tra immagini deformate come attraverso una lente fish eye e fughe prospettiche vertiginose, ogni vignetta crea nel lettore ansia e suspense. Alcuni hanno tra l’altro avvicinato le atmosfere create dalla penna di Ott addirittura a Kafka e a Gustave Dorè, che realizzò alcune delle illustrazioni più iconiche dell’Inferno dantesco.

In particolare, Santamaria trae ispirazione dalla prima delle due storie di Dead End, costruite come in cerchio narrativo perfetto. Al centro di The Millionaires si trova una misteriosa valigia carica di denaro che muove attorno a sé una spirale di avidità e lussuria che si macchia di sangue fresco.

The Millionairs: trama, cast e produzione

Il cortometraggio è stato girato interamente in Italia, in un’area compresa tra la Lucania e la Calabria, e vede alla produzione Gabriele Mainetti con la sua Goon Films. Santamaria ritrova così il collega dopo la precedente esperienza insieme sul set di Lo chiamavano Jeeg Robot.

Attenzione! Possibili spoiler!

Le strade del Parco Nazionale del Pollino prima e un vecchio casale della zona poi hanno ospitato le riprese noir, tra auto d’epoca, inseguimenti e inquietanti stanze di motel.

Veniamo alla trama. A fare da sfondo alla trama un cupo bosco di montagna che, in una lunga notte, vede compiersi tra i suoi alberi una serie di terribili assassinii. Omicidio dopo omicidio, ciascuno si macchia del sangue altrui per un solo scopo: ottenere una valigetta per la quale tutti paiono disposti a uccidere.

Protagonisti di questi quattordici minuti ad alta tensione sono cinque attori italiani dai nomi più che affermati: Peppe Servillo, Sabrina Impacciatore, Giordano De Plano, Massimo De Stantis e Fabio Limongi.

Fondamentali per la realizzazione del corto (patrocinato dalla Regione Basilicata e dalla Regione Calabria) sono state, infine, la collaborazione di Calabria Film Commission e Lucana Film Commission e il contributo del Mibact.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.