FOX

Life Is Strange: Before The Storm, la recensione del primo episodio

di -

Si torna ad Arcadia Bay e alla Blackwell tra vecchie conoscenze e nuovi segreti. Non ultimo: chi è davvero Rachel Amber?

45 condivisioni 4 commenti 4 stelle

Share

Se c'è una cosa che abbiamo imparato dal precedente - e fortunatissimo - capitolo di Life Is Strange, è che niente è come sembra neppure i sequel.

Ecco allora che Life Is Strange: Before The Storm, non si è rivelato essere un sequel come ci si sarebbe aspettati, bensì un prequel.

Ambientato tre anni prima degli eventi del primo capitolo che vede la ribelle Chloe Price come protagonista. La stessa Chloe che aveva fatto da spalla all'introversa Max nel primo Life Is Strange e che, a differenza dell'amica, non gode di superpoteri particolarmente utili. 

Chloe è infatti una ragazza ribelle rimasta delusa dall'improvvisa partenza dell'amica Max nel momento peggiore della sua vita, la morte di suo padre. Rimasta sola a fronteggiare i suoi demoni e la nuova relazione della madre, Chloe ci trasporta in un mondo completamente diverso da quello di Max, nonostante la cittadina sia la medesima e molti degli ambienti siano gli stessi del primo capitolo della serie. Questo anche grazie a Rachel Amber, personaggio cardine dell'intera serie che qui abbiamo modo di osservare in tutta la sua fragilità. 

Sfide d'insolenza: ecco come funzionano.HD©Square Enix

Non più max ma Chloe: rivoluzionare il gameplay

Primo ovvio e già citato cambiamento nel nuovo capitolo della serie di Life Is Strange è l'assenza di Max e l'inserimento di Chloe come protagonista. Cambiamento già radicale per molte produzioni ma che qui comporta un problema non da poco. Caratteristica principe dell'avventura grafica di Square Enix era la possibilità di Max di riavvolgere il tempo. Questa sua particolarità ci permetteva di piegare il tempo a piacimento per osservare le reazioni dei nostri interlocutori e, in alcuni casi, valutare da subito le conseguenze delle nostre azioni. Una scelta particolare che è sicuramente alla base del grande successo del titolo assieme ad uno stile grafico e ad una narrazione che qui permangono impeccabili e inconfondibili. 

Si può dunque definire un azzardo - ma un azzardo ben riuscito - la decisione del team di sviluppo di cambiare le carte in tavola. 

A differenza di quanto accadeva in Life Is Strange infatti, il tempo non sarà dalla nostra e fare un'errore comprometterà le nostre relazioni ed il proseguo del gioco. Chloe, a differenza dell'amica Max, non può piegare il tempo a suo piacimento e dovrà accontentarsi della sua parlantina. Proprio su questo gli sviluppatori hanno implementato una nuova ed interessante dinamica di gioco: le sfide d'insolenza.

Segnalate nel dialogo da alcuni segni blu, le sfide d'insolenza sono il vero "super potere" di Chloe. 

Prestando attenzione a quanto dice il nostro avversario e alle informazioni in nostro possesso, infatti, potremo ribaltare l'esito della conversazioni attraverso dialoghi che possono essere cinici, sfrontati o remissivi. La giusta risposta al momento giusto ci permetterà di avere la meglio nella discussione, sbloccando nuovi dialoghi e/o punti della mappa prima inaccessibili. Attenzione però, non tutti i nostri avversari avranno le stesse reazioni
Troveremo personaggi ben disposti che ci consentiranno di sbagliare più di una risposta ed altri che vinceranno il dibattito verbale anche solo con un nostro errore. 

Gli oggetti e le loro interazioniHD© Square Enix

Per il resto, il gameplay di Life Is Strange: Before The Storm, non annovera particolari novità. Come per il precedente capitolo la trama prosegue con il dipanarsi di informazioni - più o meno utili - sulla scena di gioco e numerosi oggetti con il quale sarà possibile interagire. Tornano inoltre il diario ed il cellulare come utili strumenti per lo svolgimento della trama. Attraverso la raccolta di pensieri e messaggi sarà possibile rinfrescarsi la memoria e monitorare lo sviluppo delle relazioni tra i personaggi. In base ai nostri dialoghi e alle nostre scelte infatti sarà possibile ricevere centinaia di messaggi di una madre furiosa piuttosto che qualche messaggio di comprensibile preoccupazione. 

Improbabili amiche: Rachel e ChloeHD©Square Enix

Il passato che ritorna: davvero una scelta saggia?

Della trama di Life Is Strange: Before The Storm abbiamo già avuto modo di parlare, ma non di sollevare alcune perplessità. Il titolo di Square Enix punta ad una risoluzione in tre episodi - contro i cinque del precedente capitolo - che si ambientano, come già visto, tre anni prima degli eventi di Life Is Strange. Proprio questa decisione, in concomitanza con i personaggi su cui ruota l'intera vicenda, pone diversi dubbi sulla scelta del soggetto. Per coloro che hanno giocato il precedente capitolo, infatti, ci si troverà di fronte alla certezza di non poter cambiare alcuni tasselli della trama e all'impossibilità di ricevere delle vere e proprie sorprese. Dunque, a quale scopo proseguire con la partita? 

Naturalmente vi è molto da dire sul rapporto tra Chloe e Rachel e sulla personalità di quest'ultima. Ma può bastare? 

Di certo è ancora presto per esprimersi - al momento è disponibile solo il primo episodio - ma è indubbio che molto del lavoro degli sviluppatori si sia basato sulla volontà di accontentare i fan portando quello che, al momento, appare più come un DLC di Life Is Strange piuttosto che un episodio separato. 

Se da una parte la trama non convince pienamente, i dialoghi sono, ancora una volta, il vero fiore all'occhiello del titolo. Strutturati molto bene e con una splendida caratterizzazione dei personaggi, i dialoghi sono pari - se non superiori - a quelli del primo capitolo anche grazie all'implementazione delle scelte a disposizione. Questo sicuramente convince il giocatore ad immergersi non tanto nella trama quanto piuttosto nella psiche di Chloe per comprendere i suoi sentimenti e, non ultimo, ripercorrere la via che fu prologo degli eventi di Life Is Strange. 

Conclusioni

Nel complesso questo primo capitolo di Life Is Strange: Before The Storm, ci sveglia dal tedio di questo periodo estivo con un comparto grafico non eccelso ma incisivo, una sceneggiatura solida ed una colonna sonora che, ancora una volta, lascia a bocca aperta. 

Life Is Strange: Before The Storm è ora disponibile su Xbox One, Playstation 4 e PC Windows.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.