FOX

[Spoiler!]

Andy Muschietti avverte gli spettatori: la morte di Georgie in IT sarà molto cruenta

di -

Il regista di IT, Andy Muschietti, ha voluto precisare come la scena iniziale della pellicola sarà molto cruenta, rispettando in pieno lo spirito del romanzo di Stephen King.

Georgie nell'adattamento cinematografico di IT

326 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Se negli Stati Uniti l'uscita di IT, adattamento cinematografico del best seller di Stephen King, è ormai imminente (la pellicola diretta da Andy Muschietti sarà nelle sale l'8 settembre 2017), in Italia dovremo attendere qualche settimana in più. Pennywise, infatti, arriverà nei cinema italiani soltanto il 19 ottobre.

Come molti sapranno, IT negli Stati Uniti ha ottenuto dall'MPAA un rating R, risultando così vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto a causa della "violenza, degli orrori contenuti nel film, delle immagini sanguinose e del linguaggio."

Di certo, i trailer e le clip di IT che sono stati sinora diffusi online hanno ben lasciato intendere il clima di terrore e di inquietudine che la pellicola sarà capace di regalare agli spettatori. In merito ad una scena in particolare, però, è voluto intervenire Andy Muschietti in persona, per ribadire che questo film non è sicuramente adatto ai deboli di stomaco.

Come ci riporta Bustle, Muschietti ha voluto precisare come la scena più terrificante della pellicola sia rappresentata proprio da quella iniziale: la tragica scomparsa di Georgie Denbrough, il fratellino di Bill e uno dei protagonisti della storia insieme al Club dei Perdenti.

Il regista Andy Muschietti alla prima mondiale di IT

Il fatale incontro tra Georgie e Pennywise

Il regista di IT ha spiegato perché la scomparsa di Georgie sarà violenta e terrificante:

Dal punto di vista tecnico, è l'introduzione del mostro. Non puoi fermarne l'intensità se vuoi spaventare il pubblico, è stato un investimento. Devi colpire duramente: così il mostro è spaventoso per il resto del film, anche quando non c'è.

Attenzione! Possibili spoiler!

Coloro che hanno letto il romanzo di oltre mille pagine che King ha dato alle stampe nel 1986 sapranno che la storia di IT comincia durante un pomeriggio tempestoso a Derry, piccola cittadina del Maine.

Il fratello maggiore di Georgie, Bill, ha la febbre a causa dell'influenza, e così, per far contento il fratellino che vuole giocare, gli costruisce una barca di carta da far galleggiare lungo il marciapiede acquoso. Ma quando la barca di Georgie cade in una fogna, Pennywise, un terrificante clown assassino che vive lì sotto, cerca di convincere Georgie a riprendere la sua barchetta. Quando finalmente ci riesce, la creatura strappa il braccio di Georgie, facendolo sanguinare a morte.

Nella versione cinematografica del 2017, il piccolo tenta di scappare, finendo con l'essere trascinato nella fogna da Pennywise, per non essere mai più visto. Poiché il suo corpo non viene trovato, Bill si metterà alla ricerca del fratellino.

Vedere un bambino che muore sullo schermo non è mai una pillola facile da ingoiare, neanche per gli addetti ai lavori, ma la totale mancanza di censura nella morte di Georgie ha uno scopo ben preciso: è volta a rivelare immediatamente il tono sinistro e crudele del film. 

Muschietti ha così aggiunto:

È la parte più spaventosa perché è la più scenografica - molto intensa e macabra, se volete. Se non fosse per quella scena, non ci sarebbe la tensione che c'è anche quando Pennywise non è presente.

Anche se la morte di Georgie è certamente il momento più terribile del grande adattamento di IT, non è l'unico momento che potrebbe indurre il pubblico ad urlare. L'intero film, non diversamente dal libro, è ricco di momenti terrificanti. 

Volevo che fosse il più vicino possibile allo spirito del libro. Se questo non fosse stato concepito come un film da rating R, non l'avrei fatto.

IT, trama e cast ufficiale

Pennywise e il suo palloncino rosso

Nell'attesa che IT arrivi nei cinema italiani, ricordiamo che anche la campagna promozionale della pellicola è stata capace letteralmente di paralizzare e spaventare gli abitanti di alcune città. A Sidney, ad esempio, i cittadini si sono trovati di fronte all'inquietante spettacolo di palloncini rossi (elemento che indica la presenza di Pennywise!) che uscivano dai tombini. In Canada, invece, diverse sono state le persone che hanno fatto i conti con lo spirito del piccolo Georgie...

Insomma la IT-mania è a dir poco alle stelle, con gli incassi della pellicola che, a livello locale e mondiale, si prevedono possano essere da record.

Nel cast di IT troviamo Bill Skarsgård come interprete di Pennywise. L'attore è stato chiamato per non far rimpiangere l'interpretazione di Tim Curry, che fu Pennywise nella versione televisiva del celebre romanzo. 

Il Club dei Perdenti è invece interpretato da Jaeden Lieberher, Finn Wolfhard, Jack Dylan Grazer, Wyatt Oleff, Chosen Jacobs e Jeremy Ray Taylor. Il cast è completato da Javier Botet nei panni del lebbroso, Nicholas Hamilton in quello di Henry Bowers e Owen Teague, alias il bullo Patrick Hocksetter.

Riuscirà la versione cinematografica di IT ad essere all'altezza delle aspettative che lo precedono? Le premesse lasciano ben sperare alla possibilità di vivere un'esperienza terrificante...

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.