FOX

Jukai: la foresta dei suicidi, ecco il trailer italiano

di -

Debutta il 28 settembre nei cinema italiani Jukai: la foresta dei suicidi, un appassionante horror ambientato in un inquietante scenario realmente esistente in Giappone, ai piedi del Monte Fuji.

452 condivisioni 38 commenti 0 stelle

Share

L'autunno cinematografico è pronto a colorarsi di tinte horror grazie alla prossima uscita del film Jukai: la foresta dei suicidi, nelle sale italiane dal 28 ottobre 2017.

Distribuita da Midnight Factory la pellicola, della quale potete vedere il trailer in apertura dell'articolo, è un horror classico e inquietante ambientato nella misteriosa Foresta dei suicidi, luogo realmente esistente alle pendici del Monte Fuji, dove le cronache locali riportano il maggior numero di suicidi del Giappone.

In questa cornice già di per sé spaventosa è stato realizzato il film che ha già riscontrato notevole successo negli Stati Uniti. L'horror è diretto da Jason Zada (già regista di Take This Lollipop, un corto interattivo premiato con l’Emmy Award e visto da oltre 100 milioni di persone in tutto il mondo) e ha nel cast Natalie Dormer, protagonista de Il Trono di Spade.

La trama di Jukai: la foresta dei suicidi ci racconta di Sara (Natalie Dormer), una donna americana che decide di mettersi alla ricerca di sua sorella gemella Jess, misteriosamente scomparsa. Sara apprende, facendo una serie di ricerche presso la scuola dove Jess insegna, che la sua gemella si è recata nella foresta di Aokigahara, conosciuta anche col nome di Jukai, ai piedi del Monte Fuji in Giap­pone.

Sin qui quasi nulla di strano, se non fosse che l'inquietante luogo è noto anche come foresta dei suicidi. Contro le riluttanze di suo marito Rob (Eoin Macken, già visto nella serie The Night Shift), stanco dei comportamenti bizzarri di Jess, Sara decide di affrontare da sola un viaggio di oltre 10mila km per scovare la sorella, alla quale sente è accaduto qualcosa di brutto.

Arrivata in Giappone, Sara verrà accompagnata nel suo viaggio nella foresta da un nuovo, quanto carismatico, amico, il giornalista espatriato Aiden (Taylor Kinney) ed entrerà nella foresta anche dopo che numerose raccomandazioni le avranno intimato di "non allontanarsi dal sentiero”.

La guida forestale Michi (interpretata da Yukiyoshi Ozawa) cercherà di vegliare sulla coppia, ma al calar della notte andrà via, lasciando i due in balia di ciò che si cela nella foresta. Da quel momento in poi, la mente di Sara comincerà a vacillare, finendo col dubitare delle intenzioni di Aiden e del fatto che lui sostenga di non aver mai visto o conosciuto Jess. Determinata a scoprire cosa è accaduto a sua sorella, Sara dovrà lottare contro le anime dei morti che assalgono coloro che si addentrano nel bosco, spiriti malvagi che vorrebbero trascinare la donna negli abissi dell'oscurità, costringendola a dover lottare per la propria vita.

Lo sviluppo del progetto, che ha richiesto ben 3 anni, è nato da un'idea del produttore David Goyer, con Zada che si è messo al timone del progetto dopo circa un anno.

Queste le parole del regista: 

La paura è un sentimento primordiale per tutti noi. Sin da ragazzo ero appassionato di film che mettevano paura. Ma amo più di tutti quelli realizzati prima e durante gli anni ‘70: Rosemary’s Baby, A Venezia un dicembre rosso shocking, L’esorcista, Shining... questi sono classici del brivido eanche dell’intera storia del cinema. Così mi sono deciso a creare un thriller psicologico intelligente, visivamente potente e ricco d’atmosfera, che avrebbe spinto il pubblico verso un viaggio profondamente angosciante.

Anche la stella de Il Trono di Spade e di Hunger Games, Natalie Dormer, è rimasta profondamente colpita dalla sceneggiatura, incentrata in buona parte anche sui travagli interiori della protagonista e che spesso non sono presenti nei thriller.

È stata davvero dura, almeno fin quando si resta nella narrazione delle gesta dell’eroina perfetta. E i risvolti drammatici arrivano da subito: Sara si trova catapultata in un mondo del tutto nuovo, in un paese straniero, e dovrà camminare da sola sulle sue gambe. È calata in uno scenario che richiede un grande sforzo fisico, al quale non è abituata, e lontana da chiunque possa darle conforto o ispirarle fiducia. 

Riuscirà Sara a salvarsi e scoprire la verità? 

Non ci resta che attendere il 28 settembre 2017 per correre al cinema e scoprire Jukai: la foresta dei suicidi. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.