FOX

Donnie Darko: un viaggio tra le citazioni più iconiche tratte dal film

di -

Un viaggio tra le frasi e i dialoghi più iconici del film Donnie Darko diretto da Richard Kelly.

In foto Frank the Bunny da Donnie Darko

539 condivisioni 8 commenti 0 stelle

Share

Donnie Darko - oltre ad essere un cult movie di tutto rispetto - è uno tra i film più affascinanti degli ultimi 16 anni di cinematografia, un progetto che ne ha viste di cotte e di crude prima ancora di essere girato. Dall'esordio cinematografico del film ad oggi ne è passata di acqua sotto ai ponti ma il pubblico mostra ancora un grande interesse nei confronti di questo prodotto, che si conferma fortemente attuale. Donnie Darko è un microcosmo quasi perfetto, pieno di citazioni dalla cultura pop, dal mondo della letteratura e con una pregevole soundtrack prettamente new wave.

Uno dei punti di forza del film è sicuramente la capacità di Richard Kelly - regista e sceneggiatore del film - di universalizzare Donnie, un personaggio che con le sue esperienze quotidiane è molto vicino al mondo dei teenagers (ma non solo). 

Dopo le curiosità più interessanti su Donnie Darko, oggi abbiamo raccolto i dialoghi e le frasi più belle tratte dal film.

Scopriamole insieme!

Svegliati. Ti ho osservato a lungo. Sono qui, vieni. Più vicino. 28 giorni, 6 ore, 42 minuti, 12 secondi. Ecco quando il mondo finirà. (Frank)

Frank si palesa per la prima volta a Donnie Darko

Distruggere fa parte del processo creativo, perciò bruciare i soldi è una provocazione. Vogliono vedere che cosa succede a sfasciare il mondo, vogliono cambiare le cose. (Donnie)

Donnie Darko espone la sua idea su un racconto di Graham Greene

Ci sono delle persone che nascono con la tragedia nel sangue. (Gretchen)

Donnie e Gretchen parlano prima dell'imminente morte della ragazza

Jim Cunningham: Figliolo, mi si spezza il cuore a dirtelo, ma sono convinto che sei pieno di problemi e molto confuso. E sono anche convinto che cerchi risposte nei posti sbagliati.

Donnie: Ah, su questo ha ragione! Io sono... sono pieno di problemi e molto confuso. E... e sono impaurito. Ho tanta paura, sì, ho tanta paura... Ma... ma sono sicuro che lei è l'anticristo!

Donnie insulta il life coach Jim

Professoressa Pomeroy: Un famoso linguista un giorno scrisse che fra tutte le espressioni nella letteratura inglese, fra tutte le infinite combinazioni di parole utilizzate nella storia, Cellar Door è senz'altro la più bella.

La Prof Pomeroy spiega il significato di Cellar Door a Donnie

Ogni creatura sulla Terra quando muore è sola. 

Donnie: No, lo so che cosa devo fare, è che non capisco. Non può dividere tutto in due categorie, non è così semplice.

Prof. Farmer: La linea della vita si divide in questo modo!

Donnie: Ma la vita non è così semplice. Insomma, che importanza ha se Ling Ling restituisce il portafogli e si tiene i soldi? Non ha niente a che vedere con la paura e l'amore.

Prof. Farmer: Paura e amore sono le più profonde emozioni umane!

Donnie: Certo, ma lei non mi ascolta quando parlo! Ci sono altre cose che vanno prese in considerazione, non so... Lo spettro completo delle emozioni umane. Non è corretto raggruppare tutto in due categorie per poi alla fine negare tutto il resto.

Prof. Farmer: Se non completerai l'esercizio avrai uno zero sul mio registro.

Donnie Darko risponde a tono l'insegnante

Donnie: Ma queste porte potrebbero apparire ovunque? In qualsiasi momento?

Prof. Monnitoff: No, questo credo sia difficile. No, quello a cui tu ti riferisci è un atto di Dio.

Donnie: Ma se Dio controlla il tempo è tutto prestabilito.

Prof. Monnitoff: Non ti seguo più.

Donnie: Ogni essere vivente si muove su un sentiero già tracciato, ma se uno vedesse il proprio sentiero fino in fondo potrebbe vedere il futuro. E questa non è una specie di viaggio nel tempo?

Prof. Monnitoff: Be', c'è una contraddizione nel tuo discorso: se potessimo vedere il nostro destino, avere davanti l'immagine di ciò che sarà, avremmo allora la facoltà di scegliere se tradirlo o no, questo destino. E per il solo fatto che esiste questa possibilità nessun destino si potrebbe considerare "prestabilito".

Donnie: Non se si viaggia lungo il sentiero di Dio.

Prof. Monnitoff: Non credo di poter continuare questa conversazione.

Donnie: Prima di tutto, a creare Puffetta non è stato Grande Puffo, ma Gargamella. L'ha mandata dai Puffi come sua spia perché aveva intenzione di distruggere il villaggio, ma la contagiosa bontà della loro vita l'ha trasformata per sempre! Quanto all'ammucchiata stratosferica tra loro è... è irrealizzabile! I Puffi sono asessuati, non hanno neanche un... un organo riproduttivo sotto quei pantaloncini bianchi! Per questo è così illogico essere uno dei Puffi, perché... Che c***o vivi a fare, se non hai il pisello?!

Ronald: Che palle, Donnie, perché devi essere sempre il più intelligente?

Voglio fare lo scrittore, o il pittore, o magari tutti e due. Forse scriverò un libro e disegnerò le illustrazioni! Così la gente mi capirà. (Donnie)

Donnie e Gretchen discutono tra loro su cosa diventeranno da adulti

Cara Roberta Sparrow, ho letto a fondo il suo libro e ci sono molte cose che vorrei chiederle. A volte ho paura di quello che lei potrebbe dirmi. E a volte ho paura che lei mi dica che non è tutto frutto della fantasia. Posso solo sperare che la risposta mi arrivi nel sonno. E spero anche, quando il mondo finirà, di poter tirare un sospiro di sollievo, perché ci sarà tanto da contemplare avidamente.

Qual è la vostra citazione preferita tratta dal film? 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.