FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones: Daenerys morirà per mano di Jon?

di -

Sembra proprio che la storia tra Daenerys e Jon non avrà un lieto fine. Secondo una nuova (e all'apparenza solida) teoria, il Re del Nord ucciderà la Madre dei Draghi.

Jon e Daenerys nella stagione 7 di GoT

337 condivisioni 41 commenti 5 stelle

Share

Fin dai primi, timidi accenni della love story tra la Madre dei Draghi e il Re del Nord, i fan hanno pensato che sarebbe finita malissimo. E purtroppo ci sono diversi indizi che sembrerebbero dare loro ragione.

Oltre alla promessa da parte di George R. R. Martin di un "finale agrodolce" per le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco e alla laconica constatazione di Peter Dinklage che in Game of Thrones c'è "una lunga tradizione di storie d'amore finite male", adesso a menare gramo ci si è messa pure una (complessa quanto affascinante e plausibile) teoria su Reddit. Ovviamente.

Secondo l'utente Saravian, non solo per i due non è prevista l'happy ending, ma Daenerys morirà per mano di Jon (cosa che esclude *quell'altra* ipotesi).

Ma come e perché accadrà? Per capirlo, è necessario fare un passo (molto) indietro.

Attenzione! Possibili spoiler!

La conclusione della prima Lunga Notte: una questione di diplomazia 

Come tutti i fan di Game of Thrones sanno, l'Inverno ha già ghermito Westeros una volta. Migliaia di anni prima degli eventi narrati nella serie TV, sul Continente Occidentale è calata la prima Lunga Notte. Durante questo periodo di oscurità, durato due anni, i Figli della Foresta e i Primi Uomini hanno combattuto contro gli Estranei.

Secondo le leggende, a porre fine alla guerra è stato un valoroso combattente, sulla cui identità c'è una discreta confusione. Alcuni lo chiamano Azor Ahai, altri Ultimo Eroe e altri ancora si riferiscono a lui come il "Principe che venne promesso".

Prendendo per buona la versione che lo identifica con Azor Ahai, il mitologico guerriero ha sconfitto gli Estranei con una spada di fuoco da lui stesso forgiata: Portatrice di Luce. Ma per ottenere un'arma tanto potente, ha (ovviamente) dovuto pagare un caro, carissimo prezzo. 

Per la serie "Peter Dinklage la sa lunga", Azor Ahai ha dovuto "spingere la spada fumante nel cuore pulsante di sua moglie [Nissa Nissa, n.d.r.]", in modo tale che "il sangue, l'anima, la forza e il coraggio di lei diventassero una cosa sola con l'acciaio".

Dopo avere compiuto l'estremo sacrificio, Azor Ahai ha affrontato gli Estranei e li ha ricacciati al Nord. Ma come ci sia riuscito, non è chiaro. Sembra improbabile che un uomo solo, seppure con un'arma eccezionale, possa avere sconfitto un intero esercito. 

Ed è su questo "scarto logico" che la teoria di Reddit si innesta con un interrogativo spiazzante: se Azor Ahai avesse ottenuto la pace non con la guerra, ma con la diplomazia?

Come fa notare Jess Joho di Mashable, Martin ha più volte dichiarato che i suoi libri, a differenza degli altri romanzi fantasy, non celebrano la "gloria della guerra". Pertanto, sembra plausibile che la prima Lunga Notte sia finita grazie a un qualche genere di trattato. E che la seconda, ovvero quella che incombe adesso su Westeros, possa concludersi allo stesso modo.

Ma tra chi sarà stretto l'accordo e che termini avrà?

Ancora una volta, per andare avanti è necessario fare un passo indietro.

Chi sono gli Estranei e cosa vogliono?

Perché la teoria dell'utente di Reddit funzioni, c'è un presupposto imprescindibile: gli Estranei devono essere senzienti. E in base ai libri e a quanto mostrato dalla serie TV, sembra proprio che sia così.

I "White Walkers" sono descritti da Martin come "strane, meravigliose... crudeli, eleganti, pericolose" creature, che hanno "un differente tipo di vita" e sono dotate di intelligenza e motivazioni. Del resto, come è noto, la loro origine è umana. A crearli sono stati i Figli della Foresta, conficcando nel petto di uno dei Primi Uomini un frammento di vetro di drago

Il primo EstraneoHDHBO
GoT: i Figli della Foresta creano il primo Estraneo

Vale la pena ricordare che, a un certo punto, da alleati di coloro che li avevano generati, si sono trasformati in nemici ed è così che è iniziata la prima Lunga Notte. Ma al momento, non è questo che conta.

Ciò che è rilevante è che gli Estranei sono tutt'altra cosa dai non-morti che compongono il loro esercito. Come è stato rivelato nell'episodio In Cerca di un Colpevole (4x04), sono i figli di Craster trasformati dal Re della Notte. Perciò, ora che non ci sono più bambini sacrificali, non possono moltiplicarsi. Dunque, la morte di ognuno di loro è una perdita per tutta la razza. 

Questo significa che gli Estranei hanno interesse a non combattere una guerra che potrebbe annientarli (dal momento che possono essere uccisi dall'acciaio di Valyria e dal vetro e fuoco di drago) e a stipulare un accordo di pace che contempli la "clausola" dei sacrifici umani.

Ma allora, perché hanno dato inizio alla seconda Lunga Notte?

GoT: il Re della NotteHBO
Il Re della Notte trasforma uno dei figli di Craster

Come scrive Jess Joho in un altro articolo di Mashable, è probabile che gli Estranei si siano sentititi minacciati.

Prendendo per buona la teoria che la fine della prima Lunga Notte sia stata sancita da un accordo diplomatico, è lecito pensare che i termini di questo patto prevedessero che Figli della Foresta e Primi Uomini lasciassero in pace i White Walkers nelle Terre dell'Eterno Inverno, non utilizzassero più la magia del fuoco e facessero loro dei sacrifici umani.

Ebbene, due punti di questo ipotetico accordo sono venuti meno. La magia del fuoco è stata ripristinata con la nascita dei 3 draghi di Daenerys e l'uccisione di Craster ha sancito la fine dei sacrifici umani.

Non a caso, la marcia del Re della Notte è iniziata dopo che la Khaleesi è rinata dalle fiamme... con prole alata.

L'(ipotetico) accordo di pace tra Azor Ahai e gli Estranei

Il corposo preambolo sulla fine della prima Lunga Notte, la leggenda di Azor Ahai e le origini e le motivazioni degli Estranei serve a spiegare la natura e le clausole dell'(ipotetico) accordo di pace stipulato tra l'eroe e i White Walkers.

In molti ritengono che Portatrice di Luce sia una spada di acciaio di Valyria e che quest'ultimo, a sua volta, derivi dal vetro di drago.

Ed è partire da questo presupposto che l'utente Saravian di Reddit lancia una vera e propria bomba. Secondo lui, quando Azor Ahai ha piantato la sua spada fiammeggiante nel petto di Nissa Nissa, non l'avrebbe uccisa, bensì trasformata in un Estraneo. Proprio com'è successo quando i Figli della Foresta hanno dato origine al Re della Notte, trafiggendo uno dei Primi Uomini con un frammento di vetro di drago.

Ma perché avrebbe dovuto fare una cosa simile a sua moglie? La risposta è tanto semplice, quando geniale: perché in questo modo uomini ed Estranei risultano legati da un matrimonio. Per porre fine alla Lunga Notte, il guerriero avrebbe usato lo stesso, identico escamotage diplomatico utilizzato da secoli dalle casate di Westeros per garantire la pace nel Continente Occidentale.

Il matrimonio di Joffrey e MargaeryHDHBO
Che cosa c'è di meglio di un bel matrimonio per stipulare un accordo di pace? (Beh, qualche volta non funziona)

Questa teoria è corroborata da una leggenda presente nei libri, intitolata "Il Re della Notte". Ma attenzione: il condottiero degli Estranei dello show televisivo non c'entra nulla.

Secondo tale storia, il Re della Notte in questione è un leggendario Lord Comandante dei Guardiani della Notte. A un certo punto, l'uomo (indicato dai più come uno Stark) si innamora di una donna "dalla pelle bianca come la luna e gli occhi come stelle azzurre" e la porta al Forte della Notte. Poi proclama sé stesso re e lei sua regina e regna per 13 anni. Della donna si dice anche che ha la pelle "fredda come il ghiaccio" e questo ha spinto parecchi a pensare che sia un'Estranea.

Nei libri, il Re della Notte è una figura oscura, spietata e malvagia, che fa sacrifici umani. Per questa ragione, quando viene sconfitto, il suo nome è bandito e il suo ricordo cancellato.

Tuttavia, la teoria di Saravian di Reddit insinua il dubbio che possa trattarsi di "revisionismo storico" per il fatto che l'uomo ha consumato un'unione empia con una sposa cadavere e che, in realtà, il matrimonio ha sancito la pace tra uomini ed Estranei.

Prendendo per buona questa ipotesi, la leggenda del Re della Notte potrebbe benissimo coincidere con la storia di Azor Ahai (con Nissa Nissa identificata con la sposa cadavere), ovvero dell'Ultimo Eroe e del "Principe che venne promesso". 

Perché Daenerys morirà per mano di Jon

Arrivati a questo punto, è abbastanza chiaro dove voglia andare a parare la teoria proposta dall'utente Saravian di Reddit.

È cosa nota che una delle tesi che va per la maggiore in rete identifica Jon Snow con Azor Ahai. Secondo la leggenda, il valoroso guerriero rinascerà per sconfiggere ancora una volta gli Estranei e fermare di nuovo la Lunga Notte e il Re del Nord pare il più accreditato al ruolo.

Se, come sembra, lui e Daenerys sono predestinati a stare insieme, allora non è azzardato che la Madre dei Draghi possa essere considerata la "reincarnazione" di Nissa Nissa e che, come colei che l'ha preceduta, dovrà morire per mano del suo amato per permettere a quest'ultimo di salvare il mondo.

Jon e Daenerys insieme nel finale di GoT 7GIPHY
Jon e Daenerys come Azor Ahai e Nissa Nissa?

Come se non bastasse l'identificazione di Jon con Azor Ahai, esiste un gran numero di profezie che sembrano indicare che la Khaleesi sia destinata a diventare la nuova sposa cadavere.

Una buona parte ha a che fare con quanto visto e sentito da Daenerys nella Casa degli Eterni. Quando la giovane Targaryen si reca nella dimora degli stregoni di Qarth per recuperare i piccoli Drogon, Viserion e Rhaegal (evento mostrato in TV nell'episodio 2x10, Chiunque Può Essere Ucciso), ha delle visioni e ode delle voci. In particolare, si sente chiamare "Madre dei Draghi, figlia della morte", "Madre dei Draghi, uccisore di menzogne" e poi "Madre dei Draghi, sposa del fuoco". Secondo i più, sarebbero tutti riferimenti al suo destino di nuova Nissa Nissa.

Inoltre, a un certo punto del suo viaggio onirico, Daenerys incontra Khal Drogo e lui la definisce "luna della mia vita". L'appellativo era il nomignolo con cui il Dothraki chiamava la sua amata quando era in vita e in molti ci hanno visto un'assonanza inquietante con il passo dei libri in cui la sposa cadavere del Re della Notte è descritta come una donna "dalla pelle bianca come la luna".

Daenerys e Khal DrogoHDHBO
La visione di Daenerys nella casa degli Eterni: Drogo e loro figlio, Rhaego

Naturalmente, quella proposta dall'utente Saravian su Reddit è solo una teoria (eventualmente contestabile e/o perfettibile) e non bisogna dimenticare che lo stesso Martin mette sempre in guardia dal prendere alla lettera le leggende e le profezie di GoT.

Tuttavia, è innegabile che l'ipotesi di un parallelo tra Azor Ahai e Nissa Nissa e Jon Snow e Daenerys Targaryen non solo è affascinante, ma ha anche (un bel po' di) senso.

In primo luogo, sarebbe quel "finale agrodolce" prospettato da Martin. La guerra verrebbe scongiurata e il Re del Nord e la Madre dei Draghi starebbero insieme... ma Dany sarebbe una sposa cadavere. Con tutto quello che significa.

E poi, rappresenterebbe il perfetto equilibrio tra ghiaccio e fuoco, con Jon mezzo Stark (ghiaccio) e mezzo Targaryen (fuoco) che trasforma Daenerys da Madre dei Draghi (fuoco) in Regina degli Estranei (ghiaccio).

Solo a pensarci, vengono i brividi. No?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.