FOX

Blade Runner: Black Out 2022, la Terra nel caos nel corto prequel di Shinichiro Watanabe

di -

Si intitola Black Out 2022 il terzo corto prequel di Blade Runner 2049. I replicanti paralizzano il mondo, causando morte e distruzione.

La Los Angeles del futuro secondo Watanabe

47 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Dopo 2036: Nexus Down e 2048: Nowhere To Run, è il turno di Black Out 2022, il terzo corto prequel dedicato a Blade Runner 2049, il film diretto da Denis Villeneuve in arrivo nei cinema italiani il 5 ottobre.

Si tratta di un cortometraggio animato, realizzato dal creatore di Cowboy Bebop, Shinichiro Watanabe. Il filmato è ambientato tre anni dopo le vicende del primo film di Ridley Scott e si lega narrativamente agli altri due short-movies fin qui mostrati. Vi è infatti un black out mondiale ordito dai replicanti dietro le pressioni della commissione governativa indirizzate al misterioso Neander Wallace di Jared Leto, così come è comprensibile la fuga dell'androide Sapper nel corto dedicato al personaggio di Dave Bautista.

Le macchine ribelli

Tolti di mezzo i Nexus 6 dal detective Rick Deckard (Harrison Ford), poi svanito nel nulla, la Tyrell Corporation immette sul mercato la Serie 8 di replicanti avanzati, non più limitati nella durata e riconoscibili tramite identificazione del bulbo oculare.

Nel mondo, intanto, imperversa una sorta di guerra civile fra umani e androidi, con i primi che danno la caccia a qualsiasi forma di vita che contenga almeno un circuito e un paio di bulloni. Due replicanti - l'atletica Trixie e il risoluto Iggy - con l'aiuto di un infiltrato di una base militare, attivano un impulso elettromagnetico che paralizza Los Angeles e il mondo intero, già provato da piogge radioattive, fango e mancanza di luce.

Si scatena il caos: le insegne al neon si spengono e l'elettronica dei veicoli viene interrotta dalla mancanza di energia. Le conseguenze sono disastrose (le macchine volanti e i cargo si schiantano al suolo).

Black Out 2022 costituisce il fondamento su cui si svilupperà la trama di Blade Runner 2049, con l'agente K di Ryan Gosling intento a dare la caccia agli androidi e a far luce sul passato.

Il corto prequel ripropone fedelmente sia il futuro a tinte dark tracciato nel 1982 da Ridley Scott sia il gusto cupo e visionario del maestro Watanabe, accompagnato dalle note di Flying Lotus che strizzano a più riprese "l'orecchio" a Vangelis, autore della mitica colonna sonora originale di Blade Runner.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.